In viaggio verso IT.A.CÀ con “Mi Prendo e Mi Porto via”

Buon inizio settimana a tutti…

Oggi, per la nostra consueta rubrica settimanale abbiamo intervistato Elisa, fondatrice di uno dei blog di viaggi più seguito in Italia: Mi Prendo e Mi Porto via che da marzo 2012 cura insieme a Luca.

Il nome del blog  nasce dall’idea che anche da soli ci si può prendere e portare via, andare ovunque anche senza un budget eccessivo poichè per loro “nessun luogo è irraggiungibile se si ha il vero desiderio di conoscerlo“.

Nel blog, come in un diario personale,  raccontano le proprie esperienze di vita e condividono con i lettori la propria passione per il viaggio. Non è stato creato per fungere da guida turistica ma con l’intento di raccontare il luoghi visitati in maniera del tutto atipica vestendo i panni della comunità ospitante e immergendosi a pieno nella vita comunitaria.

Essi si  considerano viaggiatori e non turisti perchè amano imparare più che conoscere, essere contaminati più che visitare. I viaggi descritti sono viaggi “fai da te” e low budget con un’attenzione particolare all’incontro con culture diverse. 

1) Cos’ è un travel blogger?

Un travel blogger per noi è una persona che ha la passione dei viaggi e vuole metterla a disposizione di altre persone. La condivisione è alla base di tutto

2) Hai fatto del Viaggio il tuo lavoro? Lavorare online presuppone la costruzione della cosiddetta “Buona reputazione”, tu come hai costruito la tua?

Sì una parte del nostro lavoro consiste nello scrivere di viaggi quindi il viaggio che è la nostra passione più grande oggi fa parte anche del nostro lavoro. CI siamo costruiti la nostra buona reputazione cercando di essere sempre indipendenti e soprattutto veri! Ciò che siamo nella vita reale lo abbiamo trasposto nella vita on line

3) Come pianifichi il tuo viaggio e cosa ti influenza nella scelta di una meta?

Ovviamente cerchiamo informazioni on line da altri che hanno fatto quel viaggio prima di noi, leggendo blog e frequentando forum. Ci documentiamo anche grazie alle guide perché siamo pur sempre affezionati alla carta stampata. Iniziamo già a viaggiare molti mesi prima della partenza con la fantasia. Le mete le scegliamo insieme in base a ciò che più ci ispira, solitamente ci piace conoscere nuovi continenti.

4) Nel tuo blog affermi che ti piace soprattutto scovare posti insoliti e fuori dalle solite mete; ti consideri lontana dal turismo convenzionale? Cosa significa per te fare Turismo Responsabile?

Per indole non ci piace “il così fan tutti” e soprattutto ci piace entrare a contatto con la popolazione locale, capire la cultura del luogo, rispettare i loro usi e l’ambiente circostante, vederci come ospiti e non coloro che hanno la verità in man, tutto questo per noi è fare turismo responsabile

5) Affermi di essere una Viaggiatrice e non una Turista. E’ una questione che ci appassiona molto per cui ti chiedo: Qual’è per te la differenza tra Turista e Viaggiatore?

Il turista arriva in un luogo e guarda tutto con gli occhiali della sua cultura credendo di essere nel vero, non si mette in discussione e cerca il proprio paese anche se è lontano anni luce da casa sua, il turista cerca di vedere quanto più possibile in meno tempo possibile. Il viaggiatore è rispettoso entra in punta di piedi nella realtà locale, si mette in discussione, si dà tempo per capire un luogo e la sua gente

Vi lasciamo con questa bellissima foto “rubata” dal blog Mi Prendo e Mi Porto Via…

Rubrica “In viaggio verso IT.A.CÀ”
Angela Pizzi

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *