In vacanza a Vienna per riscoprire la magia del Natale

 Cari amici e care amiche di IT.A.CÀ

oggi passeggeremo con voi tra le strade di Vienna, una città che in questo periodo dell’anno ci regala un’atmosfera molto affascinante, quasi incantata. Oltre a scoprire il suo immenso patrimonio artistico, vi consigliamo di vivere la città a passo lento mischiandovi tra i suoi abitanti, percorrendo le vie dei mercati e delle botteghe. 

Nei mesi autunnali e invernali andare in vacanza a Vienna significa immergersi nell’atmosfera calda ed elegante di una città sospesa tra il fascino  della nobiltà e la magica atmosfera delle fiabe. Sotto le feste poi, quell’allure di raffinatezza e magia si moltiplica e si respira ovunque nelle strade, tra i negozi, i mercatini di Natale e i tipici caffè viennesi. Le Kaffeehäuser sono un invito costante a sedersi al caldo per assaporare una profumata cioccolata calda e gustare i dolci della alta pasticceria viennese – dallo strudel di mele (Apfelstrudel) alla torta Sacher passando per i tradizionali Keiserschmarn, una via di mezzo tra una crêpe ed un pancake – mentre si osserva la gente fuori sfilare tra bancarelle e chioschi di caldarroste come se fosse alle prese con passi di valzer, danza che da sempre qui è un’istituzione. Chi cerca una destinazione romantica e intima per le feste o per regalarsi un weekend diverso dal solito può organizzare un viaggio a Vienna, con la certezza di avere preso la decisione giusta.

Andare a Vienna in inverno ti permette di immergerti in un’atmosfera ovattata che rende ancora più fiabeschi palazzi sontuosi e strade eleganti che riservano sorprese dietro a ogni angolo. Basta arrivare nella piazza centrale, dove si erge in tutta la sua maestosità la magnifica Cattedrale di Santo Stefano, con il suo campanile gotico tra i più alti al mondo, per rimanere abbagliati. E la sensazione si ripete quando ci si trova al cospetto delll’Hofburg il Palazzo Reale di Vienna, dimora degli Asburgo che governarono l’impero Austro-Ungarico. La visita degli appartamenti privati di Sissi e Francesco Giuseppe è molto interessante perché permette di vedere gli arredi originali e anche gli oggetti personali dell’imperatrice. Che dire poi del Belvedere? Non si può visitare Vienna e non fare tappa a una delle dimore reali più affascinanti del nostro continente.

Il castello del Belvedere, che risale agli inizi del Settecento, è composto da due palazzi affacciati su un splendido parco decorato con scalinate, fontane e statue e che veniva usato come elegante location per i ricevimenti. Ma la vera chicca è al suo interno: il Belvedere ospita infatti la Galleria dell’Arte Austriaca che tra i tanti capolavori di diverse epoche, conta anche numerosi dipinti del XX secolo da “La morte e la fanciulla” di Schiele a un’opera che è diventata simbolo dell’amore appassionato: il famoso “Bacio” di Gustav Klimt.

I parchi non sono di certo una rarità a Vienna. Basti pensare al Prater, il famoso parco nel cuore della città considerato uno dei più belli al mondo. Con i suoi viali alberati punteggiati di ristoranti, chioschi e caffè è un luogo piacevole in cui passeggiare in ogni momento dell’anno. E poi c’è il famoso Luna Park con l’antichissima Wiener Riesenrad, la ruota panoramica ormai simbolo di Vienna. Un giro per godersi la città dall’alto e fotografare con calma i tetti della capitale austriaca è una di quelle esperienze di rito da incasellare tra i ricordi di viaggio. E poi ci sono le bancarelle.
Andare in vacanza a Vienna è una scelta indovinata quando si sogna di visitare i mercatini di Natale più belli. Le piazze della capitale sono la location perfetta per gli stand addobbati e per le decorazioni luminose di questi mercatini della tradizione:

  • Il Mercatino di Natale più magico e strabiliante è quello nella Piazza del Municipio: con oltre 100 bancarelle e decorazioni di Natale meravigliose trasforma Rathausplatz in un paese uscito dalle fiabe.
  • I regali più originali si trovano tra le bancarelle di artigianato tradizionale che compongono il Villaggio di Natale di Maria Theresien platz, tra il Museo delle Belle Arti e il Museo di Storia Naturale.
  • Il più giovane è il Mercatino di Natale di Al Altes Akh, famoso per la sua atmosfera accogliente e perché è il preferito dai ragazzi che si danno appuntamento in un’atmosfera vivace di suoni, profumi e colori.
  • II più antico Mercatino di Natale è senza dubbio quello della Vecchia Vienna che dal 1772 si tiene in Freyung platz, nel centro storico. Questo è il posto giusto per comperare oggetti di artigianato sorprendenti, decorazioni in vetro, ceramiche e soprattutto trovare tutto quello che occorre per allestire i tradizionali presepi.

Quindi non resta che augurarvi buon viaggio, come sempre 🙂

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *