L’importanza del viaggio come formazione, confronto ed esperienza | Sunflower Backpacker – IT.A.CA Rimini

Cari viaggiatori e care viaggiatrici,

siete mai stati ospiti di un ostello durante i vostri viaggi? Ricordate la sensazione di famiglia, condivisone, valore esperienziale che respiravate negli ambienti? A Rimini abbiamo conosciuto e intervistato per voi, una Realtà di eccellenza nella categoria degli ostelli, Raffaele Filippini e Davide Piselli, padroni di casa del Sunflower Backpacker Hostels & Bar di Rimini

> Cosa vi ha spinto a entrare nella rete dei Partner di IT.A.CÀ Rimini?

La nostra curiosità e la realtà di un ostello internazionale ci spingono sempre più a confrontarci e incontrarci con realtà e popoli di ogni angolo del mondo. Il titolo del Festival: IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori, racchiude in sé l’idea del viaggio come migrazione, incontro, scambio e questo è quello che più condividiamo con lo spirito del Festival. Inoltre ci fa piacere che il Festival tratti e sia rivolto a viaggiatori e/o “turisti responsabili” in una realtà come Rimini, che tradizionalmente attira turisti balneari, ma che negli ultimi anni ha sviluppato una sensibilità verso proposte differenti, in grado così di attirare viaggiatori e turisti differenti.

> Qual è la vostra idea di “turismo responsabile e sostenibile” e come pensate di applicarla alla vostra realtà ricettiva?

L’idea che i Sunflower Hostels hanno di turismo responsabile e sostenibile parte innanzitutto da un’idea diversa di viaggio. Essendo noi stati ed essendo tutt’ora dei viaggiatori “zaino in spalla” e con una filosofia di viaggio legata all’incontro non solo di luoghi e paesaggi nuovi, ma anche e soprattutto di culture, persone, idee e modi di vivere, è per noi naturale considerare il turismo prima di tutto come esperienza sociale. Un incontro/scambio in cui la ricchezza di quella specifica esperienza diventa anche formazione e in cui i luoghi, che si visitano e percorrono diventano spazi in cui stare con rispetto e curiosità, nell’incontro con gli altri, senza “inquinare” la cultura locale, essendo aperti per l’appunto a confrontarsi con nuove lingue e culture.

Turismo responsabile vuol dire per noi innanzitutto consapevole. In questo facciamo nostro il motto “Traveling changes people. People change the world. Start traveling” (Viaggiare cambia le persone. Le persone cambiano il mondo).

É soprattutto nell’impronta sociale e di socialità che cerchiamo di portare nei Sunflower Hostels la nostra idea di turismo responsabile e sostenibile. Sostenibile a tutti i tipi di viaggiatori, dal “backpackers”, ovvero il turista che viaggia con lo zaino in spalla in giro per il mondo, alla famiglia.

Inoltre per noi l’ostello e il lavoro che facciamo non rappresentano solo un’attività lavorativa, ma una vera e propria passione che trova così in uno spazio specifico, nel viaggio, nell’incontro e confronto con i viaggiatori un modo per esprimere un vero e proprio stile di vita.

> Siete membri dell’Europe’s Famous Hostels, l’associazione che riunisce sotto un unico marchio, i migliori ostelli in Europa. Che cosa rappresenta per voi questo riconoscimento?

I Famous Hostels (www.famoushostels.com) sono un network di ostelli che racchiude le migliori strutture di questo tipo, in Europa e non solo. È un’Associazione cresciuta con noi nell’arco degli anni che oggi conta circa 50 ostelli. Per noi rappresenta un’occasione unica di condividere con le migliori strutture di questo tipo un percorso di crescita per assicurare ai nostri ospiti uno standard di qualità sempre più alta e secondo uno specifico stile.

Il network, grazie alla sinergia d’idee, scambio di “buone pratiche” e spunti, è in continua crescita ed è molto bello per noi poterci confrontare con realtà di grandi città come Madrid, Barcellona, Londra, Parigi, Istanbul, Milano, ma anche di città più piccole che in un modo o in un altro assomigliano alla nostra.

> Il 22 settembre a Rimini, ospiterete travel blogger, giornalisti, fotografi che si confronteranno sul tema del viaggio responsabile e sostenibile. 3 buoni motivi per non perdere questo appuntamento.

L’incontro del 22 settembre cercherà di raccontare le tante forma di viaggio e interscambio oggi possibili anche con un budget limitato, se armati di temeraria curiosità. Questo è il primo motivo per esserci. 

Il secondo sono gli ospiti che saranno presenti all’incontro, che ci racconteranno come il viaggio sia un’esperienza non solo di turismo, ma anche di formazione, conoscenza, incontro e lavoro.

Il terzo motivo è quello più “ludico”, ovvero il concerto del musicista argentino Julico, che ci trasporterà in un’atmosfera a cavallo tra ritmi sudamericani e canzone europea, all’interno dell’atmosfera rilassata, informale e internazionale dell’ostello, sorseggiando un aperitivo tutti insieme. Info e dettagli dell’evento qui.

Gli Ostelli della Gioventù Sunflower Backpacker Hostels & Bar di Rimini (RN) nascono dall’idea di tre giovani ragazzi della provincia di Rimini che, dopo aver viaggiato come backpackers in Europa, Australia e molti altri paesi ancora, e aver respirato un’atmosfera internzionale negli ostelli in cui hanno alloggiato, hanno deciso di dar vita a Rimini agli ostelli Sunflower Backpacker Hostels: oggi un punto di riferimento per i giovani viaggiatori provenienti da tutto il mondo che giungono, con lo zaino in spalla, nel cuore della Costa Adriatica”.

Vi aspettiamo per questa serata, buon viaggio a tutti/e 

Rubrica “In viaggio verso IT.A.CA” 
Valentina Porrazzo
Staff IT.A.CÀ Rimini
Eventi e Comunicazione 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *