Cooperativa Controvento nel Parco Rurale San Floriano | Intervista a Lorenzo Cazzador

Cari amici viaggiatori e amiche viaggiatrici

oggi per la nostra rubrica “In viaggio verso IT.A.CÀ” abbiamo il piacere di presentarvi la Cooperativa Controvento che da quasi tre anni opera all’interno del Parco Rurale San Floriano: un’oasi naturalistica con una superficie di circa 65 ettari situata a Polcenigo, in provincia di Pordenone. Scopriamo insieme a Lorenzo Cazzador le attività della cooperativa e il suo ruolo nel territorio.

––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

Controvento nasce una decina di anni fa a Venezia come associazione culturale e inizia a occuparsi della gestione della Fucina Controvento, un luogo di aggregazione diventato nel tempo molto frequentato. Da quella esperienza complessa iniziò un progetto ancora più ambizioso, ovvero contribuire a recuperare il Forte Marghera, un luogo unico nella storia del territorio veneto. Contestualmente nacque la Cooperativa Sociale Controvento, una cooperativa di tipo B ONLUS, che persegue finalità sociali e di promozione umana agevolando l’integrazione lavorativa di persone svantaggiate attraverso la gestione di servizi culturali, educativi, attività produttive e in particolare attività ristorative basate sui principi della filiera corta.

In continuità con questi obiettivi, è nato il progetto in Friuli Venezia Giulia nel Parco Rurale di San Floriano, un parco rurale dai molteplici scopi, da quello didattico alla produzione di alimenti bio. In quanto connubio tra l’esperienza ristorativa e quella produttiva rappresenta un ulteriore passo per accorciare la filiera, ma anche per migliorare la qualità della proposta e mantenere uno standard etico nel lavoro.

2°premio_SanFloriano (4)

> Ci puoi dare qualche informazione in più sul Parco Rurale di San Floriano?

Istituito nel 1975, è di proprietà per buona parte della Fondazione Bazzi, e per la restante parte della Regione, in seguito alla recente abolizione dell’ente provinciale di Pordenone.

Successivamente ad una lunga bonifica, il parco è stato inaugurato nel 1980. Nel 1991, è stato definito “rurale”, primo ed unico esempio di parco naturale e rurale esistente in Italia. Nel 1998 è entrato a far parte dell’Europarc Federation, organizzazione internazionale che tutela i parchi più importanti d’Europa.

All’interno del Parco si trovano due foresterie, una sala didattica ed alcuni edifici adibiti ad abitazione o area polifunzionale. La coltivazione e l’allevamento sono stati negli anni indirizzati ad uno scopo didattico e dimostrativo, rivolto a studenti, tecnici ed agricoltori, con l’obiettivo principale del recupero delle varietà frutticole ed orticole locali, e l’allevamento di razze animali minori o a rischio estinzione.

2°premio_SanFloriano (6)

Il Parco sorge nel comune di Polcenigo (Pn), un borgo di rilevante interesse turistico per un concorso di elementi storici, artistici e naturali, e recentemente entrato nella lista dei “Borghi più belli d’Italia”. Situato a pochi chilometri dalla Foresta del Cansiglio, è anche rinomato per le vicine sorgive del fiume Livenza, ma soprattutto per le spettacolari Sorgenti del Gorgazzo.

Ad Agosto 2014 è iniziato il nostro lavoro all’interno del Parco con una profonda opera di rinnovamento dei locali delle due foresterie, e la ristrutturazione e ampliamento delle aree adibite a coltivazione ed allevamento. In pochissimo tempo il Parco San Floriano ritrova non solo lo spirito naturalistico di un tempo, ma viene progressivamente “riscoperto” dagli abitanti del luogo e d2°premio_SanFloriano (1)ai turisti; diventa luogo di aggregazione e ritrovo grazie alla creazione di un ristorante che propone cibi locali e prodotti genuini a un prezzo equo.

Particolare attenzione inoltre, viene data all’area didattica, sia con progetti indirizzati ai giovanissimi – scuole e privati – sia con progetti di “scuola-lavoro” e tirocini formativi.

Infine, come Cooperativa Controvento abbiamo iniziato ad “esportare” le eccellenze agroalimentari del luogo, elaborando prodotti di altissima qualità, diventando di conseguenza promotori della cultura alimentare locale.

> Come vi relazionate con i territori in cui lavorate?

Da sempre abbiamo un legame con il territorio molto forte, e per scelta. Abbiamo costantemente tra i nostri obiettivi quello di “integrarci” con il territorio, non di modificarlo o stravolgerlo. Vogliamo essere una proposta ulteriore, non solo un’alternativa. Questo pensiero ci porta a collaborare sostanzialmente con qualsiasi attore che possa essere proattivo e propositivo: dalle amministrazioni locali ai privati cittadini, passando per associazioni, cooperative, eccetera.

> Progetti nuovi per il futuro?

La Cooperativa è una realtà in continuo divenire. Lo è anche e soprattutto perché è una realtà giovane, creata e supportata da giovani, e di conseguenza dinamica.

Possiamo dire che per certi versi parte del progetto è non porsi limiti, cercare continuamente di perseguire le nostre finalità sociali attraverso progetti culturali e di imprenditoria senza stabilire alcun paletto che non sia – ovviamente – etico e di scopo. Una novità è che stiamo ottenendo i requisiti per proporci come ente di formazione.

> Avete deciso di partecipare all’iniziativa “Adotta un turista” offrendo un soggiorno ai vincitori del concorso. La rete IT.A.CÀ è sempre felice di accogliere nuove realtà che condividano principi e obiettivi, cosa significa per voi far parte della rete?

Far parte della rete IT.A.CÀ è un’azione coerente con i nostri principi e con l’idea di gestione del parco di San Floriano. La cooperativa sente propria la responsabilità sociale verso la collettività, i beni comuni e i lavoratori e di conseguenza il turismo sostenibile ci sembra un’ottima sintesi di questi principi in riferimento all’offerta turistica del Parco di San Floriano. L’idea centrale è quella di offrire alla collettività un bene storico ed ambientale comune che viene ulteriormente valorizzato e potenziato dall’impegno, dalle competenze e dalla creatività dei lavoratori della cooperativa.

unnamed

Ringraziamo Lorenzo della Cooperativa Controvento e invitiamo tutti a partecipare al concorso “Adotta un turista”; al secondo vincitore, Controvento offrirà un soggiorno gratuito presso gli edifici rurali del Parco San Floriano e un’esperienza originale da condividere.

Per maggiori informazioni sul concorso Adotta un turista: http://adottaunturista.org/

Buon viaggio come sempre 🙂

Rubrica “In viaggio verso IT.A.CÀ”
Irene Aprile
Irene_Aprile

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *