Articoli

Contest “Adotta un Turista” e “ViaggiaScattaVinci”: premiati i vincitori!

Durante la giornata di inaugurazione di IT.A.CÀ in Trentino, Ecobnb e IT.A.CÀ hanno premiato le tre vincitrici del contest “Adotta un Turista”, e il vincitore del contest #ViaggiaScattaVinci.

L’appuntamento fissato per lunedì 24 settembre a Trento, presso Bookique, un caffè letterario che ha aperto nel 2011 a pochi passi dall’antico Castello del Buonconsiglio, è stata l’occasione perfetta per la premiazione dei contest “Adotta un Turista” e #ViaggiaScattaVinci. I due premi incentrati sul tema della condivisione e della sostenibilità in viaggio, sono stati organizzati da IT.A.CÀ insieme a Ecobnb, la community del turismo sostenibile.

Nel contesto dell’aperitivo di apertura del Festival del Turismo Sostenibile, ha preso la parola inizialmente Lucia Ferrai che ha presentato i risultati del suo progetto “Qual è la tua Itaca?”.

L’appassionante racconto del suo viaggio nelle terre greche e delle persone che qui ha incontrato e che hanno fatto della filosofia green la loro vita è stato accompagnato da canzoni popolari greche suonate dal vivo. Dopo l’ultima canzone, ha preso la parola Simone Riccardi di Ecobnb, per le premiazioni dei due contest. 

La sesta edizione di “Adotta un Turista”, il contest per condividere luoghi ed esperienze uniche, ha visto un podio tutto al femminile. 

Talia d’Ambrosio, terza classificata con “Alla ricerca del sempre mai” ha vinto una notte per due persone con colazione bio e a km zero soggiornando in b&b eco-friendly o agriturismi biologici della rete Ecobnb. La proposta di Talia è nata dall’amore per la sua terra, l’Abruzzo, e il desiderio di condividere con altri viaggiatori le meraviglie che può offrire: natura meravigliosa e prodotti genuini, si sa, sono gli ingredienti ideali per vivere un’esperienza indimenticabile. Come meta della sua gita da ospite adottiva, Talia ha pensato ai “Calanchi”, un luogo dove afferma “si possa perdere la cognizione del tempo ammirando paesaggi naturali incantevoli”.

Talia d’Ambrosio

Maddalena Parolin, seconda con “Una cena bio-km0-solidale di condivisione di buone pratiche ambientali”, avrà la possibilità di scoprire Napoli e la Costiera Sorrentina soggiornando nei B&B della rete B&B Like your Home. Maddalena propone un’idea nata da un’esperienza di condivisione che lei e gli altri membri del Gruppo di Acquisto Solidale dell’Ortazzo hanno vissuto veramente: contatti da una famiglia vicentina che voleva sperimentare una vacanza sostenibile nella zona della Valsugana (Trentino), si sono incontrati attorno a una tavola imbandita per scambiarsi “esperienze e buone pratiche in campo ambientale”. Maddalena ha adottato dei turisti d’eccezione, Silvia e Simone di Ecobnb e ha offerto loro una gustosa e ricca cena a km 0.

Premiazione Maddalena Parolin

Sul gradino più alto del podio, Simona Frisoni con “Vacanza con Piadina” ha vinto un soggiorno green per due persone in una delle strutture ricettive eco-friendly di Ecobnb sparse per tutta la penisola, valido per una notte e una colazione a base di prodotti bio per due persone. La vincitrice del contest e la sua idea nascono dal cuore della Romagna e dalle sue tradizioni. Simona ha un credo culinario che le ha tramandato direttamente sua nonna: “La piada non si compra, ma si fa in casa”. Ha ben pensato perciò che il modo perfetto per dei turisti di vivere a 360° la loro esperienza in questa meravigliosa Regione, sia mettere letteralmente le mani in pasta: infatti, i turisti adottivi avranno la possibilità durante il loro soggiorno di imparare a fare (e gustare) per conto proprio e con ingredienti 100% genuini la Piadina romagnola secondo l’esclusiva ricetta della famiglia di Simona.

La serata di inaugurazione del Festival in Trentino è stata anche un’occasione unica per conoscere e premiare Luca Barone, vincitore del contest fotografico “Viaggia, scatta e vinci”.

Premiazione Luca Barone

Luca racconta attraverso la sua foto scattata presso i Forti Ottocenteschi, quota 1900m a Limone Piemonte, sotto un cielo estivo stellato, la sua idea di viaggio sostenibile. Secondo lui significa innanzitutto avere rispetto per ciò che ci circonda, e scoprire la natura a piccoli passi.

Valori che hanno caratterizzato la sua avventura green partita sotto quel cielo stellato di Limone Piemonte insieme ad altri amici per proseguire lungo 100 km di sentieri fino al mare di Ventimiglia, e valori che trasmette quotidianamente ai suoi tre figli.

Foto di Luca Barone

Al termine della serata, lo staff di Bookique ha offerto ai partecipanti un delizioso rinfresco, l’occasione perfetta per riflettere insieme sulle stimolanti storie che i protagonisti di questa serata ci hanno raccontato e condividere le nostre avventure con gli altri eco-viaggiatori.

Blog IT.A.CÀ
Eleonora Frasson

Così vinci un weekend green

“Viaggia Scatta e Vinci” e “Adotta un Turista”: sono le due iniziative da tenere d’occhio quest’estate, per vincere un weekend eco-friendly e viaggiare gratis. Promossi da Ecobnb, la community del turismo sostenibile, e IT.A.CÁ migranti e viaggiatori: festival del turismo responsabile, i due contest sono prorogati fino al 1 settembre 2018.

Hai tempo fino al 1 settembre 2018 per viaggiare sostenibile, commentando la tua esperienza con una foto, o per condividere luoghi unici “adottando” un turista. In palio weekend eco-friendly per due persone tra diverse proposte di Ecobnb, la piattaforma per prenotare B&B ecologici, case sugli alberi, yurte, hotel e agriturismi biologici.

Viaggia Scatta e Vinci” è il contest social che ti fa viaggiare due volte. Puoi partecipare condividendo una tua foto di viaggio, ed aggiungendo un breve commento su cosa significa per te viaggiare in modo eco-sostenibile. Tra le foto più apprezzate dagli utenti (tramite likes e condivisioni sui social di Ecobnb), una giuria di esperti sceglierà quella della vincitrice (o vincitore), che potrà così ri-partire per un weekend green a scelta tra varie destinazioni in Italia.

Info: Viaggia Scatta e Vinci

Con “Adotta un Turista” riscopri il piacere della condivisione. Puoi partecipare facendo la tua proposta per “adottare” un turista:  un itinerario in bici nella tua città, qualche ora nel tuo orto, o un viaggio alla scoperta di un angolo speciale del tuo territorio. Le tre idee più originali, votate tramite likes sulla piattaforma, saranno premiate con due soggiorni eco-friendly per due persone in un Ecobnb in tutta Italia, o una vacanza di tre giorni tra Napoli e nella Costiera Sorrentina. Ma non è tutto: chiunque può scoprire le offerte di esperienze proposte tramite il contest, e candidarsi per provarle gratuitamente, facendosi così “adottare”.

Info: Adotta un Turista

Entrambe le iniziative invitano ad un turismo diverso, di scoperta lenta e responsabile dei territori. Ciò che importa non è la meta delle nostre vacanze, ma il modo in cui ci si mette in cammino. Questo è lo spirito di viaggio slow che accomuna infatti IT.A.CÁ migranti e viaggiatori, il primo e unico festival italiano dedicato al turismo responsabile che quest’anno è alla sua 10° edizione con 14 tappe dal nord al sud d’Italia, ed Ecobnb, la piattaforma europea che promuove un modo nuovo modo di viaggiare, rispettoso del Pianeta. 

Due occasioni da non perdere quest’estate, per scegliere il viaggio responsabile e riscoprire il piacere della condivisione!

Blog IT.A.CÀ
Sonia Bregoli 
Responsabile Comunicazione 

Torna IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori | Il decimo traguardo del primo e unico festival italiano del turismo responsabile

 14 tappe da maggio a ottobre 2018 – Grande attesa per la decima edizione di IT.A.CÀ, appena premiato dopo il Messico e l’Indonesia, nella categoria Innovation in Non-Governmental Organizations dall’Organizzazione Mondiale del Turismo agli UNWTO AWARDS di Madrid. Un riconoscimento importante per il festival nazionale, che dimostra il suo ruolo centrale nelle dinamiche turistiche italiane e nella produzione di modelli sostenibili.

E al crescere delle candeline del decennale, aumentano anche i territori coinvolti che dopo la tappa felsinea, seguiranno il festival a ruota: dai Monti Dauni al Parco Nazionale di quelli Sibillini, dal Gran Sasso al Salento, dalle città di Rimini, Reggio Emilia, Parma, Napoli, Ferrara, Pavia e Ravenna, alle terre del Trentino e del Monferrato. 14 tappe, quindi e un unico principio nazionale di promozione turistica, secondo valori di equità e giustizia sociale: mostre, progetti innovativi, appuntamenti inclusivi, incontri, convegni, eventi in piazza, concorsi, camminate fluviali, itinerari a piedi e a pedali, trekking in zone poco conosciute, laboratori, geo esplorazioni, degustazioni di prodotti tipici, presentazioni di libri e proiezioni di film, per lanciare un’idea di turismo più etico e rispettoso dell’ambiente e di chi ci vive.

E c’è dell’altro.
In scia al recente protocollo d’intesa firmato dalle Città metropolitana di Bologna e Firenze, IT.A.CÀ – che da anni insiste sull’importanza di abbandonare la tradizionale visione del viaggio circoscritto al centro città – intende immaginare e pianificare una nuova geografia del turismo. Una delocalizzazione strategica dei flussi turistici che possa espandersi fino ai territori dell’Appennino Bolognese, fulcro di una straordinaria eredità naturalistica e di una storia antichissima. Nel weekend 1-3 giugno, gli appuntamenti in programma del decennale del festival si trasferiranno proprio in quei luoghi, per porre l’attenzione sui territori marginali e delle aree interne e proporre soluzioni strategiche e sostenibili. Cultura, progettualità, riflessioni sulle eccellenze paesaggistiche, identità storiche da valorizzare e momenti di formazione per la creazione di imprese integrate, atte ad accogliere nuove professionalità in ambito turistico e promuovere lo sviluppo del turismo responsabile e sostenibile in loco, saranno il cuore pulsante della tre giorni in Appennino.

Foto di Giuseppe Giuliano – WoK Photography

Nel decennale della sua attività, il festival coglie l’occasione anche per inaugurare IT.A.CÀccessibile, una piattaforma web, nata dal progetto risultato vincitore del PTPL 2017 (Programma Turistico Promozione Locale) a Bologna e realizzato in collaborazione con una rete di associazioni e aziende che operano nell’ambito della disabilità. Una vera e propria community bolognese del turismo accessibile che propone un ventaglio di temi di confronto e appuntamenti fruibili che partendo dal concetto di disabilità, ambiscono al superamento dei limiti in una città che vuole diventare più attenta alle esigenze dei suoi abitanti, dei cittadini e dei turisti che accoglie. E lo fa con le persone stesse, con quelle che nella disabilità ci vivono ogni giorno e che insieme possono offrire spunti di riflessione. Perché oggi, fare rete è diventato necessario. E IT.A.CÀ, lo sa.

Ci ha creduto sin dal suo nascere, diventando un vero e proprio network fra enti, una piattaforma d’innovazione sociale, grazie alla quale oggi moltissime associazioni, follower, gruppi di cittadini, ONG, strutture ricettive, enti, consorzi e imprese hanno potuto intrecciare collaborazioni e co- progettazioni attive e partecipate. Fra queste, l’Università di Bologna e la Destinazione Turistica Bologna metropolitana che riconfermano il sodalizio con IT.A.CÀ, lanciando un photo challenge su Instagram, aperto a tutti e in scadenza al 25 aprile, per raccontare attraverso la fotografia, il ruolo dell’Ateneo come polo di attrazione ‘turistica’ (inter)nazionale.

Rimane confermata anche la collaborazione con Ecobnb, la community italiana ed europea del turismo sostenibile, che insieme al festival IT.A.CÀ hanno appena lanciato anche quest’anno il contest Adotta un turista per premiare la migliore idea di esperienza eco-sostenibile. In premio tre soggiorni green per due persone in Italia. Scadenza 25 maggio 2018.

Non ci resta dunque che aspettare ancora qualche settimana e goderci questo decimo viaggio all’insegna dell’inclusione e della sostenibilità.
 

Illustrazione dell’immagine IT.A.CÀ 2018 è stata realizzata da Eliana Albertini

Il festival è promosso e organizzato da Associazione YODA, COSPE Onlus, NEXUS E–R.
Con il Patrocinio di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Comune di Bologna, Regione Emilia Romagna, Bologna Welcome, Unesco, Città Metropolitana di Bologna, Bologna City Branding, Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese.

In collaborazione con Università di Bologna, Salus Space, Mibact Emilia Romagna, Kilowatt, Alce Nero, Velostazione Dynamo, Urban Center Bologna, A.I.T.R Associazione Italiana Turismo Responsabile, ASP Città di Bologna, Ass.ne TerzoTropico e ASviS Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile.

Contatti Ufficio Stampa 
IVANA CELANO
cell. +39 349 06 44 923
stampa@festivalitaca.net
www.festivalitaca.net
Scarica CS festival IT.A.CÀ

 

Adotta un Turista e viaggi gratis | 2018

PROROGATO FINO AL 1 SETTEMBRE 2018 

Giunto alla sua VII edizione, torna il premio per riscoprire l’ospitalità autentica e condividere esperienze di viaggio gratuito, ideato da Ecobnb, la community del turismo sostenibile, e IT.A.CÀ migranti e viaggiatori, il primo festival Italiano dedicato al turismo responsabile.

Nell’era della sharing economy anche il viaggio diventa un’esperienza da condividere. Non importa se si tratta di passaggi, pranzi, case, biciclette, orti, ricette, itinerari, o di un’intera vacanza. La parola d’ordine è condividere! 

Adotta un turista vuole stimolare la creatività, l’innovazione e la condivisione nell’esperienza di viaggio. Chi meglio delle persone che abitano un luogo possono conoscerlo e farlo scoprire a coloro che lo attraversano? 

Recuperando l’eredità culturale della “xenia” greca, Adotta un Turista promuove l’ospitalità autentica, che ha da sempre caratterizzato la storia della nostra civiltà, come incontro e cura dell’altro, al di là di logiche economiche e di profitto.

Mettendo così al centro il concetto autentico di ospitalità, e promuovendo un nuovo modo di viaggiare, sostenibile, rispettoso dei luoghi e delle persone, Adotta un Turista sfida tutti a proporre esperienze ed idee di ospitalità uniche da condividere e offrire gratuitamente.  

Chi sono i turisti da adottare? Persone curiose, interessate a scoprire i luoghi in modo autentico e vero, al di là dei classici elenchi di cose da vedere ed esperienze da fare. Sono eco-viaggiatori alla ricerca di nuovi punti di vista, di luoghi meno noti, di persone da conoscere e di esperienze autentiche da condividere. Siete tutti voi che quando viaggiate cercate l’altro con interesse, entusiasmo e rispetto.

Il Premio è proposto da Ecobnb, la community italiana ed europea del turismo sostenibile e da IT.A.CÀ migranti e viaggiatori – festival del turismo responsabile premiato quest’anno dall’Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO) tra i progetti turistici più innovativi, arrivando terzo nella categoria “Innovation in Non – Governmental Organizations”

Come fare per partecipare? Proporre un’esperienza autentica descrivendola con un breve testo e un’immagine a questo link entro venerdì 25 maggio 2018. Può essere un pic-nic con prodotti locali, un’ora nel tuo orto, un itinerario in bicicletta o a piedi, una visita al tuo laboratorio artistico, una vacanza nella tua casa. Qualsiasi idea purché sia eco-sostenibile e unica!

Tutte le esperienze proposte verranno offerte gratuitamente ai viaggiatori che si candidano per provarle. Inoltre, le tre proposte più votate tramite “I likes” vincono tre soggiorni green per due persone in Italia.

–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

In premio tre soggiorni green per due persone:

– Due weekend eco-sostenibili a scelta tra diverse ospitalità eco-friendly in Italia, selezionate da Ecobnb per la loro attenzione nei confronti dell’ambiente, dall’energia pulita al cibo biologico e locale, dalla bioarchitettura, alla promozione della mobilità dolce. 

– Un soggiorno di 2 notti per due persone alla scoperta di Napoli e della meravigliosa costiera Sorrentina soggiornando a casa di Simone e Alessia i cui b&b fanno parte della rete B&B Like Your Home, un progetto che promuove l’autoimpiego nel settore dell’ospitalità turistica a giovani con disabilità o esigenze speciali.

La premiazione avverrà all’interno della 10° edizione di IT.A.CÀ Bologna dal 25 maggio al 3 giugno 2018 a Bologna.

É il momento di condividere le vostre idee di ospitalità, di votare quelle che preferite, ma soprattutto di viaggiare gratis, provando esperienze uniche!

Buon viaggio come sempre 🙂

Blog IT.A.CÀ
Sonia Bregoli
Responsabile comunicazione IT.A.CÀ

 

Viaggia, Scatta e Vinci | Il contest che ti fa viaggiare due volte

PROROGATO FINO AL 1 SETTEMBRE 2018 

Cosa significa per te viaggiare in modo eco-sostenibile? Scrivilo (con una foto e un breve testo) a Ecobnb, la community del turismo sostenibile, e vinci un viaggio.

È in arrivo un nuovo contest social per viaggiare gratis: fino al 31 maggio chi prenota una struttura ricettiva eco-sostenibile su Ecobnb o vive un’esperienza di turismo green potrà partecipare al concorso e vincere un bellissimo weekend eco-friendly per due persone. 

Ecobnb è la più grande community dedicata al turismo sostenibile d’Europa, un progetto nato in Italia che ha l’obiettivo di cambiare il nostro modo di viaggiare, rendendolo più rispettoso dei luoghi, dell’ambiente e delle comunità locali. Sul sito è possibile prenotare più di duemila strutture ricettive che hanno almeno 5 di 10 requisiti di sostenibilità ambientale, dal cibo biologico ai pannelli solari, dalla raccolta differenziata al risparmio idrico, dall’energia pulita, all’accessibilità tramite trasporto pubblico.

Il nuovo contest della piattaforma si chiama “Viaggia, scatta e vinci” e partecipare è semplicissimo: basta prenotare di un soggiorno ecofriendly con ecobnb, oppure vivere  qualsiasi esperienza di viaggio lento e a zero emissioni, e successivamente inviare una foto con un breve commento su cosa significa viaggiare eco-sostenibile a contest@ecobnb.com entro il 31 maggio 2018

Qui trovate il formulario da compilare e inviare.

Le tre foto che riceveranno più “I like” e condivisioni sui socials di Ecobnb saranno giudicate dalla giuria di esperti che sceglierà la foto vincente, che si aggiudicherà un weekend green per due persone con colazione inclusa, scegliendo tra centinaia di possibilità in tutta Italia.

Il vincitore verrà premiato in occasione della prima tappa a Bologna del festival IT.A.CÀ dal 25 maggio al 3 giugno 2018, il primo festival Italiano dedicato al Turismo Responsabile e innovazione turistica che promuove il viaggio come scoperta dei luoghi meno noti e dei territori vicino a casa.

Scegliendo di viaggiare sostenibile viaggi due volte.

Responsabile comunicazione IT.A.CÀ
Sonia Bregoli

In cammino sulla via Francigena di Montagna | Intervista a Oreste Verrini

Cari viaggiatori e care viaggiatrici,

Oreste Verrini

oggi nel nostro blog Silvia Ombrellini di Ecobnb (partner della tappa parmense) intervista per noi Oreste Verrini  che è uno tra i numerosi ospiti della tappa di IT.A.CÀ Parma (dal 2 all’ 8 ottobre). Professore dell’Università degli Studi di Pisa, da alcuni anni impegnato nelle riscoperta e valorizzazione di antichi percorsi tra la Lunigiana e la Garfagnana, autore dei libri “La via Francigena di Montagna” e “La via del volto santo. A piedi in Lunigiana e Garfagnana“.

Oreste, che sarà tra i protagonisti della giornata di Mercoledì 4 Ottobre 2017 dedicata al Turismo Sostenibile, ci ha dato la possibilità di scambiare con lui due chiacchiere in anticipo. Ecco cosa ci ha raccontato. 

Leggendo la biografia di Oreste Verrini, da sempre appassionato di storia e di archeologia, professore di Economia presso l’Università di Pisa, la prima curiosità è stata com’è nata la sua grande passione per i cammini. «La passione dei cammini, ma più in generale dei viaggi, nasce lontano, ai tempi dell’università con le letture di Bruce Chatwin, Alex Roggero, Giorgio Bettinelli» – ha raccontato Oreste.

Proprio da quest’ultimo autore, Oreste ha tratto le sensazioni più importanti, custodendole dentro di sé per molti anni fino a quando sono riemerse nella sua passione per i viaggi a piedi. IT.A.CÀ propone un modo di viaggiare diverso, dove più della meta conta il percorso e il modo con cui ci si mette in cammino.

> Qual’è per te il senso del camminare?

«Il camminare è dettato prima dalla curiosità, dalla ricerca di nuove luoghi da visitare o da scoprire, alla lettera, e dopo anche dalla ricerca di me stesso. Di alcuni punti fermi sui quali costruire il mio nuovo modo di essere ed il mio modo di approcciarmi alla vita. Parole impegnative – me ne rendo conto – ma le uniche in grado di far capire l’importanza di un gesto naturale e quasi scontato ma, che scontato non lo è, per nulla.»

> Condividiamo pienamente questa passione per i cammini, che raccontiamo spesso attraverso il blog di Ecobnb, e chiediamo ad Oreste qual è per lui il senso e il bello di viaggiare a piedi.

«Per me, come ho avuto spesso modo di scrivere, serve per ricollocarmi nel mondo. Per trasmettermi la giusta posizione in esso. Troppo spesso il progresso, seppur con l’enorme potenziale e gli indubbi vantaggi qualitativi, ci estrania dal ciclo naturale della vita, trasmettendoci una sensazione di “invincibilità” dannosa. Camminare mi fa capire come in realtà siamo parte di qualcosa di più grande, che va al di là dell’animale uomo, un qualcosa che va nuovamente scoperto e assimilato. E questo, assieme alla possibilità di avere punti di vista differenti, angolature nuove di osservazione – arrivare in un paese con uno zaino e niente di più ci rende nudi, pronti per assimilare quanto incontreremo – rappresenta il bello del camminare.»

Groppodalosio Inferiore, Pontremoli (MS), Toscana, Italia, Europa

Con Oreste abbiamo anche parlato dei modi per valorizzare il paesaggio Italiano attraverso i cammini e il viaggio sostenibile, potete leggere l’intervista completa a questo linkDurante il Festival IT.A.CÀ Parma Oreste ci racconterà della Via Francigena di Montagna o Via del Volto Santo, alla quale ha dedicato due bellissimi libri.

> Potresti anticparci le caratteristiche di questo cammino e di raccontarci quali elementi lo rendono unico?

«Sicuramente la genuinità dei posti ancora poco abituati alla presenza dei camminatori. Borghi medievali attentamente conservati, una natura, selvaggia e imponente, buon cibo e accoglienza. Una serie di fattori intriganti e pregevoli».

> Quali sono i tratti più belli e le tappe da non perdere?

«È difficile fare una classifica dei luoghi più belli. Sicuramente i borghi più importanti come Pontremoli, Bagnone, Fivizzano, Castelnuovo di Garfagnana, Barga, cittadine probabilmente già conosciute ai più. Ma, per me, sono i piccoli borghi a sorprendere, le piazze inaspettate con lavatoi che hanno decine e decine di anni, i selciati originari ed intatti con muretti a secco che sembrano “tirati su” da pochi anni ed invece conservano i ricordi di centinaia di vite. Camminare con le Apuane sullo sfondo e sempre più vicine, una vista ogni volta sorprendente e ricca di fascino. Poter immergere i piedi, o fare il bagno nella stagione giusta, in pozze di torrenti impetuosi o placidi. Come sempre, sono le piccole cose ad entusiasmare e a rendere indimenticabile il cammino ».

E noi non vediamo l’ora di metterci in viaggio, a piedi naturalmente! Ringraziamo Oreste per l’intervista e vi diamo appuntamento a Parma mercoledì 4 Ottobre in occasione dell’incontro e della quinta edizione parmigiana di IT.A.CÀ – Festival del turismo responsabile > Consulta il Programma


Blog IT.A.CÀ
Silvia Ombellini
Ecobnb founder e team IT.A.CÀ Parma

IT.A.CÀ Rimini welcomes international speakers for the Green Destinations Day Italy!

Time has flown away and this Friday 22 September we are already receiving the international speakers who will be part of the Green Destinations Day Italy, initiative from the Center for Advanced Studies in Tourism (CAST) in collaboration with Green Destinations and Agenzia Piano Strategico di Rimini. The Conference and the Student Forum will be held at the Rimini Campus and the Networking meeting will be at Rimini Innovation Square.

In this post, I would like to share with you some of the topics the speakers will be covering during the conference and hopefully will motivate you to come to Rimini and participate in the Conference, Student Forum and Networking Meeting, all part of the Green Destinations Day Italy!

To begin with, we will have the welcome speech by the Rimini Campus Coordinator Prof. Sergio Brasini, who made possible to host the event at the University.

IT.A.CA Bologna 2017

Secondly, the Festival IT.A.CÀ will be presented by its Director, Prof. Pierluigi Musarò, who will explain why the Festival contributes to the three dimensions of sustainability: Environmental (promoting local cultural and natural resources, soft mobility and walking itineraries), Economic (supporting local businesses and associations) and Socio-cultural (stimulating social innovation).

Moreover, the network created by the Festival’s partners contributes to the sustainable development of each of the destinations where the festival takes place, which at the moment are 10 italian cities, and growing!

The United Nations World Tourism Organization (UNWTO) will be “virtually” present, with a message from Mrs. Eun Ji Tae, Coordinator of the Knowledge Network, Affiliate Members Programme, to which the University of Bologna is part of. She will present the global campaign “Travel Enjoy Respect” which was specially created by UNWTO to raise awareness about the contribution of tourism and each traveller to sustainable development and the achievement of the Sustainable Development Goals (SDGs) for 2030.

The international event is a joint initiative with Green Destinations, a non-profit organization based in Leiden, Netherlands and Mr. Albert Salman, its President will discuss the need to create a Green Destinations Ambassadors Community in Italy, to actively promote sustainable tourism and to help identify the green and responsible tourism offer. This would be an appropriate action in the light of the International Year of Sustainable Tourism for Development 2017, declared by the United Nations.

ISTO/ OITS (International Social Tourism Organization) and EARTH (European Alliance for Responsible Tourism and Hospitality) are two important organizations that are joining forces this year, recognizing that they have many objectives in common, considering the tourism activity from the side of the social tourism and from the side of the responsible tourism. José María de Juan, EARTH Vice President for Communications and Relations with Latin American Entities will share some of the actions planned for the newly-formed Alliance. One of the recent projects is the COSME Seninter, also presented during IT.A.CA’ Festival, which combines social and responsible tourism offer. 

Xavier Lechien, President of the EDEN Network will share with the audience how EDEN network of destinations developed from a European Commission initiative to a European private network of Sustainable Tourism. He will point out best practical examples of current member destinations working towards sustainable tourism.

After the morning coffee break, we will listen to the case of Slovenia, one of the greenest countries in the world which is a leader in sustainable tourism, with their recently developed Slovenia Green Scheme. Under this scheme, hospitality (accommodation, tour operators and agencies) and destinations (municipalites and protected areas) are first trained in sustainable management and later certified, raising the level of sustainability awareness and performance in Slovenian tourism. Jana Apih from Goodplace Factory of Sustainable Tourism and Tina Zakonjšek from New Tourism  Institute will explain the steps that were taken to set up the national tourism sustainability model.

Simone Riccardi – premiazione del contest “Adotta un turista 2017” – Bologna

We will have the opportunity to learn from many Italian examples as well, beginning with Simone Riccardi, Founder of Ecobnb, a virtual network of eco-friendly accommodation spread across Italy, Europe and growing at worldwide level. Ecobnb let people find and book each type of eco-friendly accommodations and allows travellers to approach their holidays with a different spirit. It has been awarded by UNWTO in 2017 as 1st runner-up in the category “Innovation in Enterprises for tourism”.

At destination level, Raffaella Nocchi from Montepisano DMO in Tuscany and Valere Tjolle from Best of Romagna will share their best practices. Both are member of the Green Destinations network and are examples of private players getting together to promote sustainable tourism in their destinations.

Closing the conference, Anna Montini, Councillor for the Environment from Rimini, will explain the Rimini case, as a destination that is transforming from a mass tourism destination, with little awareness of the environmental impact of tourism, to a green destination, highlighting new projects such as the “Parco del Mare”.

All speakers will be available after the conference, some during the Student Forum from 14.30 at Rimini Campus and some during the Networking Meeting from 15.00 at Rimini Innovation Square.

I hope this sample of the rich program has motivated you to come and learn much more about sustainable and responsible tourism during the Green Destinations Day. We’ll wait for you in Rimini on the 22 September to continue travelling with IT.A.CÀ!

Blog IT.A.CÀ
Maria Laura Gasparini 
Tirocinante presso Green Destinations,
studentessa LM Economy – Turismo & Management,
curatrice degli eventi internazionali di IT.A.CÀ Rimini 

 

Arriva IT.A.CÀ Parma 2 – 8 ottobre 2017 | per vivere l’emozione del viaggio in maniera autentica

NELL’ANNO INTERNAZIONALE DEL TURISMO SOSTENIBILE PER LO SVILUPPO RITORNA IT.A.CA Parma (3° edizione) PER SCOPRIRE E VALORIZZARE LE ECCELLENZE DEL TERRITORIO PARMENSE IN CHIAVE GREEN!

Nel panorama italiano, Parma si sta affermando sempre più come città turistica. Lo dimostrano le cifre: i dati sui flussi di turisti in città indicano che nel 2016 si sono superate le 700 mila presenze e che nell’arco di 5 anni, dal 2012 al 2016, le presenze sono aumentate del 25%. 

Il turismo è fonte di un importante indotto economico per la comunità e permette di mantenere vivi paesi e città. Favorisce la conoscenza di luoghi storici e culturali e permette di scoprire realtà e posti nascosti nelle periferie e sulle montagne. 

Il turismo, se non adeguatamente gestito, ha però un significativo impatto ambientale. Basti pensare agli impatti dei trasporti che portano i turisti nei vari punti d’interesse, ai quantitativi di rifiuti prodotti dagli stessi durante la permanenza in un luogo, ai consumi di materie prime e alla distruzione di habitat e biodiversità che si verifica quando non si pratica un turismo attento alla tutela della natura.

Parchi del Ducato – Parma

É quindi fondamentale chiedersi: in prospettiva futura come deve svilupparsi il turismo nelle città?

Come si possono scoprire e valorizzare le eccellenze del territorio di Parma (paesaggi e cibo, natura e cultura) in modo eco-sostenibile?

Per dare una risposta a queste domande, dal 2 all’8 ottobre 2017, si terrà a Parma la terza edizione di IT.A.CÀ migranti e viaggiatori – Festival del turismo responsabile.

Questo festival, nato a Bologna nove anni fa, è diventato un punto di riferimento per molte realtà turistiche che svolgono la propria attività seguendo i valori dello sviluppo sostenibile: conoscendo, valorizzando e tutelando il proprio territorio e la biodiversità locale.

Percorso – Alta via dei Parchi

Quest’anno il festival assumerà ancora più valore dal momento che l’ONU ha stabilito che il 2017 è l’anno internazionale del turismo sostenibile.

Per l’edizione 2017 in tutto il territorio parmense sono in programma diverse attività tra cui: un seminario sul tema dell’eco-ospitalità, del cibo locale e biologico, dei viaggi a piedi e in bicicletta, la proiezione del documentario “Alta Via dei Parchi”, per scoprire i paesaggi dell’Appennino Parmense.

Sono anche in programma presentazioni di libri, momenti di formazione ed educazione ambientale, mostre fotografiche, attività nei parchi e all’aria aperta, itinerari in bici o a piedi.

Quindi non resta che invitarvi a questa nuova avventura 😉

Programma IT.A.CÀ Parma 

Organizzazioni promotrici:

 

Con il Patrocinio di:

In collaborazione con:

 

Un viaggio è sempre una scoperta, prima di luoghi nuovi,
è la scoperta di ciò che i luoghi nuovi fanno alla tua mente e al tuo cuore.
Viaggiare è sempre, in qualche forma, esplorare se stessi. 
(Stephen Littleword)

I vincitori del concorso “Adotta un turista” 2017

Anche quest’anno all’interno della 9°edizione di IT.A.CA Bologna abbiamo premiato i vincitori del nostro contest “Adotta un turista” al suo 5° anno in collaborazione con Ecobnb 

Adotta un Turista parla della vera ospitalità è un’occasione per promuovere nuovi punti di vista sul viaggio, e parlare di turismo sostenibile. Il cuore del concorso è il concetto di ospitalità, che ha caratterizzato da sempre la storia della civiltà. 

L’obiettivo del contest è quello di promuovere un nuovo modo di viaggiare, legato all’accoglienza, al dono e allo scambio, cogliamo così l’occasione per ringraziare tutte le persone che hanno partecipato.

Ecco di seguito i vincitori di quest’anno e come sono nate le loro idee di ospitalità!

1. Pedalando sulle vie dell’acqua

Antonio Venza ha vinto il primo premio di Adotta un Turista, con la sua proposta “Pedalando sulle vene dell’acqua“. Un percorso in bicicletta, ripercorrendo il viaggio fatto dall’acqua potabile, attraverso la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese

“Sostenere, valorizzare questi cammini o ciclovie sarebbe un ulteriore ricchezza personale per tutti coloro che ogni giorno sostengono e valorizzano il cambiamento, un esempio concreto di accoglienza e integrazione di esperienze e di cultura che rendendo il contesto più moderno, aperto e dinamico. Il tempo e lo spazio possono mutare la nostra concezione delle cose, non solo a livello individuale, ma anche a livello collettivo; e in un mondo che è smarrito ed affranto dall’affanno quotidiano, un ritorno lento alle origini e alla Terra può essere considerato come un ritorno ad una dimensione più umana e a noi vicina” (Antonio Venza). 

2. A Parma un filo ci unisce

La seconda vincitrice è Ivana Manferdelli, aiutata da sua figlia Anna, con la sua proposta “A Parma un filo ci unisce. Si tratta di un laboratorio creativo per realizzare un oggetto souvenir in tessuto. 

La nostra proposta “A Parma un filo ci unisce” è di dedicare un po’ del nostro tempo al viaggiatore per aggiungere alla torta due ciliegine: i tetti di Parma e un souvenir che non si compra in negozio.

3. Sotto le stelle di città

Il terzo premio di Adotta un Turista va a Veronica Falcone che propone una notte insolita in un giardino di Milano con la proposta “Sotto le stelle di città“.

 
Per avere qualche info in più sui nostri vincitori vi lasciamo il link al blog di Ecobnb dove trovate tanti spunti.
 
Vi ricordiamo comunque che Adotta un Turista non finisci qui!
Sei ancora in tempo per farti adottare come turista e viaggiare gratis!
Buon viaggio come sempre 🙂
 
Blog IT.A.CÀ
Sonia Bregoli 
Responsabile comunicazione IT.A.CÀ

Adotta un turista e viaggi gratis | 2017

Giunto alla sua V edizione, torna il premio per riscoprire l’ospitalità autentica e condividere esperienze di viaggio gratuito

Adotta un turista” è un’iniziativa nata per recuperare il valore dell’incontro, dell’accoglienza e della cura dell’altro, al di là di logiche meramente economiche e di profitto. La filosofia che ispira “Adotta un turista” (http://www.adottaunturista.org) è quella della condivisione e della reciprocità, in linea con i principi della crescente sharing economy che influenza sempre di più anche il settore del turismo.

Ma chi è il turista da adottare? Chi è stanco di sfogliare cataloghi di viaggio tutti uguali, ma cerca esperienze autentiche che siano occasioni di conoscenza e condivisione.

Adotta un Turista (3)

La rete Ecobnb, la community europea del turismo sostenibile e IT.A.CÀ migranti e viaggiatori – festival del turismo responsabile hanno ideato e organizzato un premio gratuito  con l’intento di premiare idee di ospitalità  eco-sostenibili. In palio vengono offerte tre esperienze di turismo responsabile, scelte per l’attenzione all’ambiente o per la loro capacità di generare impatto sociale. Il premio vuole promuovere un turismo esperienziale e tutte le modalità di viaggio in grado di creare interazioni e legami, senza danneggiare l’ambiente.

Partecipare è semplice, basta proporre un’idea di ospitalità e condivisione, da una cena con prodotti locali a casa propria, a una visita alla propria azienda agricola, oppure un’escursione, un itinerario a piedi o in bicicletta, in città o in campagna. In sintesi, un’occasione di incontro, conoscenza e valorizzazione di un territorio nel rispetto dell’ambiente.

Chiunque può pubblicare la propria proposta di ospitalità sul sito di Adotta un turista dal 18 febbraio al 16 maggio compilando un breve form. Tutti possono votare con un semplice like, esprimendo la propria preferenza per la proposta più originale ed interessante. La premiazione avverrà all’interno della 9°edizione di IT.A.CÀ Bologna a fine maggio 2017, il primo festival italiano dedicato al Turismo Responsabile.

Gli ideatori delle tre proposte più votate potranno usufruire gratuitamente di un’esperienza di viaggio responsabile per due persone, dalla costiera Sorrentina, all’appennino Emiliano, fino al Friuli.

Tra i premi in palio c’è infatti un weekend di 2 notti per due persone alla scoperta di Napoli e della meravigliosa costiera Sorrentina soggiornando a casa di Simone e Alessia i cui b&b fanno parte della rete B&B Like Your Home, un progetto che promuove l’autoimpiego nel settore dell’ospitalità turistica a giovani con disabilità o esigenze speciali.

Il secondo premiato trascorrerà due giorni e una notte per due persone nel Parco Rurale San Floriano, partecipando ad un laboratorio per la produzione del formaggio locale, oppure all’immersione nella vicina sorgente naturale del Gorgazzo.

Infine, il terzo vincitore potrà vivere un’esperienza di due giorni e una notte per due persone nel Villaggio Ecologico di Granara, soggiornando nel Room & Breakfast “Il Granaio” dove potrà avvicinarsi agli stili di vita ecologici e comunitari.

Qui potete trovare le info alle strutture ricettive messe in palio per i primi 3 vincitori di questa V edizione 2017.

Adotta un Turista è per tutti, per chi ama condividere qualcosa di sé a casa sua e per chi quando viaggia cerca l’altro con interesse, entusiasmo e rispetto.

Aspettiamo le vostre bellissime proposte e come sempre buon viaggio 😉

Responsabile comunicazione IT.A.CÀ
Sonia Bregoli
io 3

IT.A.CÀ ospite allo SCRIBA FESTIVAL > 12 – 13 novembre 2016

Blog & Viaggi –– scrittura in viaggio!

Il viaggio è una specie di porta attraverso la quale si esce dalla realtà
come per penetrare in una realtà inesplorata che sembra un sogno.
(Guy de Maupassant)

12 novembre 2016 – h11.00
Libreria Coop Zanichelli (P.zza Galvani, 1H, Bologna)

Dall’11 al 13 novembre a Bologna c’è lo Scriba Festival: la città diventerà il laboratorio per una nuova riflessione sul tema del viaggio e sarà luogo dove poter incontrare i professionisti nei diversi settori.
Un’occasione per lanciare ancora una volta un ponte tra chi esercita un lavoro legato alla scrittura e chi vorrebbe arrivare a fare lo stesso ma non saprebbe nemmeno a chi rivolgersi.
Il tema di questa edizione è il viaggio e quindi noi non potevamo mancare – Programma ospiti

IT.A.CÀ partecipa come partner del festival nella giornata di sabato 12 novembre con un salotto alle h11.00 presso Libreria Coop Zanichelli (P.zza Galvani, 1H, Bologna) dove parleremo del ruolo dei Blog nel Viaggio con una riflessione sulla scrittura di viaggio e sul ruolo che questo modo di scrivere e raccontare ha proprio sui viaggiatori e sulla scelta della meta.

diari-di-viaggio-scrivere

Sono tante le persone che sognano di diventare blogger di successo. Dal 1997, quando il primo web-log nacque per mano di Jorn Barger, un commerciante appassionato di caccia, i blog hanno invaso la rete.

Il loro numero in Italia si aggira tra i 500 mila e i due milioni: diari elettronici in cui si parla di politica, moda, sesso e viaggi! Dal banchiere che si costruisce una via di fuga allo studente che racconta le proprie esperienze in giro per il mondo, sono sempre di più le persone che creano blog di viaggio. L’obiettivo non è solo quello di condividere storie con gli amici. Molti blogger investono tempo e denaro per rendere la propria creatura visibile al più grande numero di persone, acquisire credibilità e farne un vero lavoro. Solo pochi riescono però ad emergere dal limbo della rete (Vanity.Fair)

Ne parleremo con ospiti del settore:

> SONIA BREGOLI 

io 3

Co–fondatrice e responsabile comunicazione di IT.A.CÀ il primo e unico festival che in Italia che si occupa di turismo responsabile e innovazione turistica.

Il festival invita a scoprire luoghi e culture attraverso contest, presentazioni libri, convegni, incontri, laboratori, workshop, teatro, musica, documentari, mostre, itinerari a piedi e a pedali per vivere l’emozione del viaggio in maniera responsabile.

www.festivalitaca.net
https://twitter.com/ItacaFestBO
https://www.instagram.com/it.a.ca/
https://www.facebook.com/itacafestival
https://www.youtube.com/user/FestivalitacaBO

> SILVIA OMBELLINI 

silvia-ombellini

Appassionata di viaggi e di ecologia, è co-fondatrice di Ecobnb, la prima community dedicata al turismo sostenibile. Dopo la laurea e il PhD in architettura ha studiato User Experience Design presso UCLA California, ha coordinato il progetto Europeo di Turismo Sostenibile EcoDots, e collabora con IT.A.CÀ migranti e viaggiatori: Festival del Turismo Responsabile per la sezione IT.A.CÀ Parma.

Dal 2011 è capo redattrice del blog di Ecobnb, che promuove un nuovo modo di viaggiare, rispettoso dell’ambiente, dei luoghi e delle comunità locali, condividendo esperienze di viaggio slow, itinerari in bicicletta, a piedi, a cavallo, e molto altro.

http://ecobnb.com
http://ecobnb.it/blog

> CRISTIANA PEDRALI 

cristiana-pedrali

Social Media Manager e Blogger. Dopo 40 anni spesi a fare ciò che doveva, ha deciso che era ben tempo di fare quello che voleva e più le piaceva: raccontare storie! Racconta piccole storie di business e di passione per i suoi clienti e storie di viaggi e di incontri sul suo blog Viaggevolmente.
Collabora con Ecobnb.it e altri blog perché…non riesco a non raccontare l'”infinità varietà” della nostra vita.

http://www.viaggevolmente.com

Domenica 13 novembre 2016 – h16.30
Libreria Coop Zanichelli (P.zza Galvani, 1H, Bologna)

La Creatività in Cammino ––––– Incontro aperto con lo scrittore e camminatore Luca Gianotti – (Compagnia dei cammini) e Pierluigi Musarò (Università di Bologna e co-fondatore IT.A.CÀ)

lucagianotti-xx

La Compagnia dei Cammini è un’associazione che lavora per diffondere la cultura del camminare in Italia, camminare è salute, camminare è ritrovare il contatto con la natura, camminare aiuta a rallentare e a vivere più in contatto con se stessi e il mondo.

I lunghi cammini sono lo strumeCompagnia dei cammini logonto per fare questo. Ecco perché la Compagnia dei Cammini propone ai suoi soci di partecipare a cammini, trekking, viaggi a piedi ed eventi che valorizzano questa opportunità. La Compagnia prosegue il cammino e l’esperienza de La Boscaglia, in linea con la sua filosofia del camminare e i suoi valori dove i soci dell’associazione sono compagni di cammino.

Segnatevi le date: vi aspettiamo 🙂

14408892_1296303853724988_2092938271_n

ADOTTA UN TURISTA 2016 | I vincitori

Quest’anno le proposte di Adotta un Turista sono state tante e diverse: luoghi segreti, giri in bicicletta, qualche ora di benessere e cibi tipici ci fanno conoscere nuovi angoli di Italia, e tutto nella chiave dell’ospitalità e condivisione.

Sembra impossibile, invece è vero. Con Adotta un Turista si può partire alla scoperta di angoli insoliti del nostro paese facendosi ospitare e coinvolgere da proposte gratuite ed eco-friendly. L’obiettivo è vivere esperienze insolite, conoscere angoli meno noti e poco turistici e viaggiare in modo eco-sosostenibile.

Un viaggio insolito, tra le proposte di Adotta un Turista 2016

Partiamo da Pescara, con Paola che ci guida in una biciclettata sotto la pineta, a due passi dal mare, fino a Torre Cerrano, raccontandoci gli oltre 3000 anni di storia del territorio.

Adotta un Turista - condividi e viaggi gratis

Proseguiamo in bicicletta nel cuore dell’Abruzzo, dove Daniela (appassionata biker) ci ospita nella sua casa e ci accompagna lungo i sentieri della transumanza, attraverso il Parco della Majella fino alla costa dei Trabocchi.

Adotta un Turista - condividi e viaggi gratis

Il nostro viaggio continua in Basilicata con Antonio (appassionato fotografo), che ci propone una giornata itinerante alla scoperta della Lucania, per osservare e fotografare specie uniche, che solo nel Parco Nazionale Appennino Lucano si possono osservare.

Adotta Un Turista

Ci spostiamo in Toscana, dove Marta ci fa conoscere i paesaggi delle colline di Arezzo, da Borgo alla Collina a Romena, a 50 anni dall’alluvione dell’Arno.

Adotta un Turista - condividi e viaggi gratis

Arriviamo sulle pendici del monte Amiata, a Castel del Piano, dove Luisa ci propone una seduta di yoga in Amaca (la sua passione), per recuperare le energie e ritrovare l’equilibrio con questa tecnica di meditazione sospesi in un’amaca.

Adotta un Turista - condividi e viaggi gratis

Continuiamo il viaggio tra i colli bolognesi dove Roberto ci propone un bel giro on the road sulle colline a bordo di Ermanno, il suo Fiat 238 d’epoca anni ’80 camperizzato.

Adotta un Turista - condividi e viaggi gratis

Arriviamo a Parma e rimontiamo in sella alla bicicletta, per pedalare insieme a Davide alla scoperta dei luoghi dove nasce il parmigiano reggiano, ma anche degli orti e dei cibi tipici della città.

8

Proseguiamo in sella alla Bicicletta fino a Cremona, dove Loredana ci accompagna in un biketour delle città Murate di Soncino, Soresina e Pizzighettone, dove si torna indietro nel tempo, nel medioevo.

Adotta un Turista - condividi e viaggi gratis

Arriviamo tra i vigneti di Gorizia, per camminare lentamente insieme a Sabrina e al suo docile asinello Noè, adottato 3 anni fa per salvarlo da morte certa.

Adotta un Turista - condividi e viaggi gratis

Il nostro viaggio prosegue facendo tappa a Varese, dove Samanta ci ospita una notte nel suo nuovo bed & breakfast eco-sostenibile, ci accompagna in una passeggiata sul Sacro monte di Varese, tra antichi borghi e monasteri, muniti di borracce per bere l’acqua purissima di sorgente.

Adotta un Turista - condividi e viaggi gratis

Continuiamo verso nord fino alla Valtellina, dove Norma e Giovanni risvegliano i nostri sensi facendoci scoprire il percorso Sensoriale della Val Masino, e ci ospitano una notte nel loro b&b Borgo Medievale di Ponte in Valtellina.

Adotta un Turista - condividi e viaggi gratis

Concludiamo il nostro viaggio con un tuffo di 2 giorni nelle Basse Padovane, in occasione del “Festival delle Basse”. Dormiamo in un antico monastero, diventato un ostello eco-friendly e partecipiamo alle iniziative del festival con visite guidate e assaggi di prodotti tipici, grazie alla proposta di Alice.

Chi sono i vincitori di Adotta un turista 2016?

In occasione di IT.A.CÀ 2016 sono stati premiati i 3 vincitori della IV edizione di Adotta un turista, concorso organizzato in collaborazione con Ecobnb, le tre offerte di ospitalità che hanno ricevuto più Likes.

– Un percorso Sensoriale in Val Masino e il Borgo Medievale di Ponte in Valtellina, di Norma e Giovanni

Secondo Norma e Giovanni, proprietari di un bellissimo ecobnb in Valtellina, il viaggio è opportunità, è nutrimento per la mente e per il cuore, è ristoro, è condivisione, è emozione.

Abbiamo chiesto a Norma e Giovanni di raccontarci qualcosa di più sulla loro proposta di ospitalità, ma anche dei luoghi meno conosciuti delle loro magnifiche montagne, ecco cosa ci hanno raccontato

Mio marito ed io amiamo il nostro territorio e siamo sempre pronti a promuovere le sue migliori offerte, per Adotta un Turista abbiamo pensato di proporre il Percorso Sensoriale dei Bagni di Masino che è realizzato per consentire la passeggiata in autonomia ai ciechi, ma che si rivela una risorsa incredibile per risvegliare i sensi sopiti dei vedenti. Consigliamo infatti di praticarlo bendati per scoprirne tutte le bellezze. E’ un percorso adatto a tutti. La nostra offerta comprende il pernottamento nel nostro B&B Via Paradiso che è nel borgo medievale di Ponte in Valtellina, sarà bello percorrere le stradine in ciottolato che si snodano fra i muri di sasso e svelano continuamente angoli nascosti fra fontane, loggiati, giardini, tenendo il visitatore in costante meraviglia.

Via Paradiso Ponte Valtellina Sondrio

*Via Paradiso Ponte Valtellina Sondrio, foto di Franco Folini, via flickr

Abbiamo chiesto a Norma di svelarci un luogo della Valtelline che in pochi conoscono e che vale la pena di scoprire. Ecco cosa ci ha risposto:

E’ la domanda più difficile perché impone una scelta fra mille possibili risposte: la Valtellina è tutta da scoprire! Ma se devo proprio proprio, allora vi parlerei del percorso etnologico di Castello Dell’Acquache vi porta nel bosco fra i castagni raccontandovi come la castagna ha sfamato per secoli la popolazione, portandovi alle pile, al mulino e poi alla fucina… perché il viaggio vi racconta dei luoghi  e della gente, della cultura e delle tradizioni che non sempre sono dimostrazione di agio e ricchezza ma sempre lo sono di umanità.

Ritornando al contest Adotta un Turista, che mette insieme ospitalità e sharing economy, pensi che la condivisione potrà cambiare il nostro modo di viaggiare?

Condivisione è avvicinarsi all’altro e amplificare in modo esponenziale le emozioni che ricorderemo più facilmente,  risulta il mezzo ideale per consentire il viaggio a tutti ed in particolar modo ai giovani, è praticare rispetto e imparare tolleranza,  è crescita etica. La condivisione riporta in vita valori che si erano perduti con il turismo di massa.

Un tuffo nelle Basse all’Ostello di San Salvaro, con Alice Cavatton

Le tre parole chiave con le quali Alice descrive la sua proposta di ospitalità sono #Incontro #Racconto #Curiosità.

Alice ci racconta la sua idea di viaggio responsabile partendo da questa bella citazione di Ralph Waldo Emerson

Non andare dove il sentiero ti può portare; vai invece dove il sentiero non c’è ancora e lascia dietro di te una traccia. (Ralph Waldo Emerson)

Ho scelto questa frase perché riassume l’idea che il viaggio sia scoperta, sempre, per chi ha occhi per vedere certo. E’ la mia filosofia di vita quando mi metto in viaggio, ed è quello che vorrei arrivasse anche i miei ospiti quando mi raggiungono a San Salvaro. Ciascuna persona che incontro in Ostello mi lascia qualcosa di sè, una sua traccia, un ricordo e così, di volta in volta, l’esperienza si amplifica, ed è bidirezionale, reciproca insomma. E una volta finito il viaggio siamo tutti diversi, un po’, rispetto a prima.

Ecco come ce la racconta in questo breve video:

Come è nata la tua proposta di ospitalità per Adotta un Turista?

Stavo cercando in rete un modo per raccontare questi territori di campagna e storia, natura e cultura contadina a sud di Padova. L’Ostello di San Salvaro si trova all’interno di un monastero dalla storia centenaria, (sede anche del Museo delle Antiche Vie) che ha saputo mantenere integre le sue funzioni anche oltre la soppressione, grazie alla presenza della Chiesa di San Salvaro. San Salvaro è una piccola frazione del Comune di Urbana, nel cuore della campagna padovana, immersa nel verde Veneto rurale. Il piccolo villaggio è un’oasi di quiete e tranquillità tra Padova e Verona, e vanta una posizione strategica a pochi chilometri dalle cittadine medievali di Montagnana, Este, Monselice e dai Colli Euganei, nonchè equidistante dalle grandi città di Verona, Padova Vicenza e Ferrara (raggiungibili tutte in un’ora di strada). In Ostello promuoviamo il cicloturismo con il noleggio biciclette per le escursioni nei dintorni, serviamo colazioni con marmellate biologiche e abbiamo anche una piccola Bottega dei Sapori tipici locali, a km 0.

Monastero di San Salvaro, Bassa Padovana

*Monastero di San Salvaro, ostello nelle Basse tra Padova e Verona

L’esperienza Adotta un turista mi sembrava essere il modo più immediato per far arrivare l’idea che questa può essere una destinazione turistica speciale dove unire relax e cultura, esperienza e racconto, al fine di uno scambio reciproco come è successo durante il Festival delle Basse, la cui prima edizione nel 2015 si è svolta proprio nel giardino del Monastero.

Per la prima volta, questo territorio ha una nuova “voce” grazie all’evento del Festival che, attraverso la programmazione di un format culturale di alto livello, porta l’attenzione al patrimonio artistico, architettonico, ma anche umano e materiale (l’artigianato, l’enogastronomia) che fanno l’identità di questi luoghi.

Il Festival quindi è un’occasione ma anche una nuova opportunità per farci conoscere e per unire mondo imprenditoriale, istituzioni e mondo associativo. Che poi è quel che un visitatore si aspetta di trovare durante il suo “viaggio di scoperta” verso un luogo, traendone un’esperienza personale.

Festival delle Basse, Veneto

Quali mete consigli di non perdere a chi visita il tuo territorio?

Il territorio della Bassa Padovana è situato in una posizione strategica, ed è caratterizzato da una bellezza paesaggistica singolare, che è stata meta prediletta da poeti e scrittori di ogni tempo.

L’Associazione Historia Tourism, che si occupa della gestione e promozione del Ostello-Museo di San Salvaro, organizza e promuove itinerari turistici guidati nell’intento di mettere in luce questi lavori storico-culturali e monumentali.

Alcuni esempi sono La strada dei Castelli Carraresi che porta alla ri-scoperta delle testimonianze di architettura militare medievale della Signoria dei Da Carrara nella parte più meriodionale dei suoi possedimenti, ma anche l’insolito Santuari e Abbazie della Bassa Padovana che unisce idealmente, e storicamente, il Monastero di San Salvaro con l’Abbazia di Santa Maria delle Carceri, senza dimenticare il Santuario del Tresto e la Ciesazza di Ponso. Il Monastero è anche Infopoint del territorio per fornire informazioni e assistenza turistica per chi volesse conoscere le Basse!

Castello di Montagnana, via Carrarese, Padova

*Castello di Montagnana, via Carrarese, Padova

Grazie Alice per aver condiviso la tua idea di Ospitalità con Adotta un Turista! Come credi che la condivisione potrà cambiare il nostro modo di viaggiare?

La condivisione è essenziale nei rapporti umani di relazione, soprattutto per chi, come me, si occupa di turismo. Permette una continuità nel tempo e uno scambio che arricchisce entrambi le parti. E’ solidarietà ma anche gentilezza.

– Una camminata alla scoperta del Sacro Monte di Varese con borracce eco-friendly, con Samanta Franzetti

La proposta di Samanta è in assoluto quella più votata di questa edizione di Adotta un Turista.

Oltre a far conoscere luoghi magnifici del suo territorio, dove natura e storia si intrecciano, propone un cammino con borracce eco-friendly da riempire con l’acqua di fonte, aromatizzata con una foglia di menta fresca del suo giardino.

Sicuramente #sostenibilità è una parola chiave di questa proposta, che prevede anche una notte nel suo bed & breakfast di prossima apertura. Ci auguriamo sarà un ecobnb!

Ecco cosa cosa abbiamo chiesto a Samanta durante la premiazione, e cosa abbiamo scoperto:

Samanta Franzetti, vincitrice di Adotta un Turista

*Samanta Franzetti, vincitrice di Adotta un Turista 2016, e il marito, al B&B Al Nifontano

Come è nata la tua proposta di ospitalità?

L’idea prende spunto dal nome che abbiamo pensato di dare al nostro B&B e a alla storia che ci racconta; il nostro progetto di accoglienza si chiamerà Al Nifontano. Il Nifontano era la cosiddetta zona della 9 fonti o 9 fontane che un tempo alimentavano un rigoglioso mulino, dando vita ad una parte storica di Varese. In principio il borgo era un modesto isolato di cascine, situato lungo il percorso della via Francigena, con acqua in abbondanza e per questo diventò il punto di riferimento per i poveri e pellegrini. Oggi delle 9 fonti non è rimasto più niente, sono state oramai interrate per lasciare il posto a vari edifici commerciali. Abbiamo quindi voluto ricordare l’antico significato di questo luogo, proponendo una camminata volta a sensibilizzare il viaggiatore ad atteggiamenti sostenibili nei riguardi dell’acqua in quanto preziosa risorsa ed esauribile.

Una citazione che ami e che sintetizza bene la tua idea di viaggio?

“Viaggiare è fatale ai pregiudizi ai bigottismi e alle menti ristrette” Mark Twain

Viaggiare ci cambia nel modo di vedere le cose, di vivere le esperienze, di percepirle. Il viaggio ci aiuta ad aprire la mente perché ci conduce lontano dalla nostra zona comfort, ci fa diventare più aperti verso le novità, ci fa liberare un po’ di quelle paure che spesso ci attanagliano e ci fa riprendere fiducia in noi stessi.

L'idea di ospitalità di Samanta che ha vinto l'edizione 2016 di Adotta un turista

Un luogo del tuo territorio e che consigli di non perdere?

Amo moltissimo parlare della statua di San Carlone ad Arona sul Lago Maggiore (Verbania).
Per chi non la conoscesse domina il lago con i suoi 35 metri di altezza. La struttura è scalabile dall’interno attraverso una scala a pioli fino alla testa, da dove si gode una vista mozzafiato sul lago e dintorni. Quello che non tutti sanno è che la statua di San Carlone è stata fonte di ispirazione e spunto per l’artista che progettò la Statua della Libertà a New York , costruita ben 200 anni dopo.. togliendo il primato di statua piu’ alta al mondo. Ai piedi della statua della Libertà una targa ricorda che è stata costruita sul modello del Colosso di Arona.

La Statua di San Carlone, Lago Maggiore, Verbania

*La Statua di San Carlone, Lago Maggiore, Verbania
Ora non resta che dirvi buon viaggio come sempre 😉
Blog IT.A.CÀ
Sonia Bregoli 
Responsabile Comunicazione IT.A.CÀ
io 3

Eventi

Nessun risultato

Spiacente, nessun articolo corrisponde ai tuoi criteri