“Viaggi Virtuosi” per un turismo consapevole nei Comuni Virtuosi Italiani

Oggi nel Blog di IT.A.CÀ incontriamo l’Associazione dei Comuni Virtuosi di cui ne fanno parte 71 comuni sparsi su tutto il territorio italiano; una modalità di gestione del territorio e delle risorse che si sposano con la nostra filosofia del festival.

Logo-Comuni-Virtuosi-2

Questo movimento particolarmente interessante è nato nel 2005 su iniziativa di quattro Comuni: Monsano (AN), Colorno (PR), Vezzano Ligure (SP) e Melpignano (LE).

“I Comuni che aderiscono all’Associazione ritengono che intervenire a difesa dell’ambiente e migliorare la qualità della vita, e tutelare i Beni Comuni, intesi come beni naturali e relazionali indisponibili che appartengono all’umanità, sia possibile e tale opportunità la vogliono vivere concretamente non più come uno slogan, consapevoli che la sfida di oggi è rappresentata dal passaggio dalla enunciazione di principi alla prassi quotidiana”.

Villa Mansi 1

*Villa Mansi – Comune di Capannori (Lucca)

Le finalità statutarie riguardano in particolare l’impegno ad aspirare ad una ottimale gestione del territorio, all’insegna del principio ispiratore del “no consumo di suolo”; ridurre l’impronta ecologica della macchina comunale attraverso misure ed interventi concreti ed efficienti; ridurre l’inquinamento atmosferico promuovendo politiche e progetti concreti di mobilità sostenibile (car-sharing, bike-sharing, car-pooling, trasporto pubblico integrato, piedibus, scelta di carburanti alternativi al petrolio e meno inquinanti, nel rispetto delle produzioni agricole locali, volta al soddisfacimento dei fabbisogni alimentari delle proprie comunità e della biodiversità, etc.); promuovere una corretta gestione dei rifiuti, visti non più come un problema ma come risorsa ed infine incentivare nuovi stili di vita negli Enti Locali e nelle loro comunità, attraverso politiche e progettazioni atte a stimolare nella cittadinanza scelte quotidiane sobrie e sostenibili.

Se l’Italia fosse governata da un gruppo di petrolieri arabi avremmo un mondo intero a rifornirsi di cultura alle pompe naturali che abbiamo avuto in dono da chi ci ha preceduti.

Il nostro petrolio è la nostra storia, non capirlo è un delitto mortale.

Di qui nasce l’idea del progetto “Turismo Virtuoso”, una rete di percorsi pensata per consentire a cittadini potenzialmente interessati di entrare in contatto con comunità che hanno fatto scuola in campo ambientale: territori a consumo di suolo zero; comuni ricicloni; borghi a mobilità dolce; cittadine energeticamente indipendenti; comunità partecipate.

Scaled Image

*Colline di Vorno – La Stanghetta

I 74 comuni soci hanno dimostrato sul campo che è possibile invertire la rotta di un modello di sviluppo altrimenti destinato alla distruzione dell’ecosistema. Risulta fondamentale promuovere una rinnovata cultura del buon senso e della sobrietà che passano inevitabilmente dalla dimostrazione che cambiare è non solo necessario, ma possibile, proprio perché sperimentato.

Gran parte dei comuni soci sono realtà in cui insistono anche emergenze culturali, storiche e paesaggistiche di rilievo. Di qui l’idea di un progetto che unisca la visita alle buone pratiche al viaggio culturale e di svago, favorendo e stimolando fin nella sua ideazione un turismo sobrio che veicoli la sollecitazione ai nuovi stili di vita (mobilità sostenibile, filiera corta, zero emissioni…).

Qui potete trovare i percorsi e itinerari da realizzare durante il mese di marzo 2014 per conoscere queste realtà che si stanno muovendo verso altre strade da quelle tradizionali – comuni controcorrente che hanno capito che il vero cambiamento può avvenire solo dal basso!

Buone passeggiate…

Marco Boschini 
Assessore di Colorno (PR)
Coordinatore Associazione Comuni Virtuosi

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *