bef7b50ae4d4408c542157a556d4b961

IT.A.CÀ incontra Bimbi e Viaggi: futuri viaggiatori responsabili crescono

Oggi all’interno della nostra rubrica “In viaggio verso IT.A.CA” siamo in compagnia di Milena Marchioni, mamma, fondatrice del blog e del sito www.bimbieviaggi.it.
Per questa VI Edizione di IT.A.CÀ si è occupata di un itinerario rivolto ai più piccoli e alle famiglie – In viaggio tra le strade di Bologna: passeggiata per piccoli e grandi viaggiatori alla scoperta del “verde” cittadino, per la giornata di sabato 7 giugno 2014 in collaborazione con Mamma CultBaby PlannerVivisostenibile

logo_03e-01 orto_bot11

 

“Siamo viaggiatori indipendenti, adoriamo il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale le vacanze a contatto con la natura. L’arrivo di Amanda non ha fatto altro che alimentare la nostra voglia di muoverci e vivere questa passione assieme a lei, che ha già collezionato diversi timbri sul suo passaporto, provenienti da ben 4 continenti! ” by Milena Marchioni

Da dove è nata l’idea di aprire un blog che racconta il viaggio alla portata dei bimbi?

Mio marito ed io abbiamo sempre avuto una grande passione per i viaggi e non l’abbiamo voluta abbandonare dopo la nascita della nostra bimba, 6 anni fa. Con lei abbiamo continuato a viaggiare ovunque, in Italia e all’estero, e ogni volta che tornavamo (soprattutto dai viaggi lontani) alcuni amici ci chiedevano informazioni (mentre altri ci davano dei pazzi!) Quindi, mi sono detta, perchè non condividere con altri genitori le nostre esperienze per dare e ricevere consigli pratici e dire a tutti che anche con i bambini si può continuare a viaggiare? Bimbi e Viaggi è nato così, per gioco, e ora è diventato uno dei blog italiani più seguiti in tema di viaggi coi bambini, vedendo all’attivo diversi autori e raccogliendo contributi da chiunque abbia voglia di condividere i propri viaggi online.

il-2013-di-Bimbi-e-Viaggi-aereoporto

I bambini saranno i futuri viaggiatori, secondo te è importante spiegare da subito l’importanza di avere rispetto per ambiente e le culture? e quanto é importante avere gli strumenti per fare delle scelte consapevoli?

E’ fondamentale insegnare da subito un approccio responsabile al viaggio, così come alla vita di tutti i giorni. Per esempio non si abbandonano mai i rifiuti a terra, da nessuna parte; se c’è la raccolta differenziata, la si deve fare; se andiamo in un paese con una diversa religione, ne rispettiamo le tradizioni; ci avviciniamo sempre al prossimo con curiosità e rispetto. Sono indicazioni semplici ma importantissime per la crescita dei nostri bambini, che potranno applicarle in viaggio così come a casa, in modo naturale, senza che venga imposto dall’alto o vissuto come uno “sforzo”. Tutti noi abbiamo gli strumenti necessari per fare scelte consapevoli: basta usare un po’ di buon senso e approcciarsi al mondo ed agli altri con rispetto.

E’ difficile fare turismo responsabile con la famiglia? ci sono delle strutture dedicate?

No, non è affatto difficile fare turismo responsabile con la famiglia Che io sappia, esistono strutture dedicate alla sensibilizzazione dei bambini ai temi della sostenibilità. In generale comunque è sufficiente scegliere strutture che facciano della sostenibilità un modello di vita, indipendentemente dal target “bambino”. Ogni angolo di mondo si presta ad essere vissuto in modo responsabile con i bambini, dipende tutto da noi: se ci sono strutture dedicate, ben venga, altrimenti possiamo essere “responsabili” anche in un normalissimo appartamento.

Esiste un turismo responsabile a portata di famiglia?

Io credo che viaggiare con i bambini sia un vantaggio da questo punto di vista: soprattutto quando sono piccoli, ci impongono dei ritmi di vita diversi, più lenti, “costrigendoci” a vivere con più lentezza i luoghi in cui si viaggia. Inoltre i bambini ti spingono inevitabilmente a vedere il mondo con occhi più attenti e curiosi, prestando attenzione a dettagli che tu neanche vedi. Questo aiuta a viaggiare in modo responsabile.

8a897cd45f35957418e14ca5bd34001d_unique_id_famiglia_vacanza_mare_cmc_image_1

Perchè avete scelto di aderire al festival IT.A.CÀ?

Perchè ne condivido i valori. Perchè ogni volta che viaggio torno arricchita. Perchè viaggiando ho imparato ad usare occhi diversi anche per vivere la mia quotidianità e ho capito che per “viaggiare” nel vero senso della parola, è sufficiente aprire la porta di casa e guardare il mondo con occhi attenti e curiosi, pronti a vivere pienamente quello che il nostro territorio ha da offrirci.

Ho scelto di partecipare ad IT.A.CÀ assieme a due associazioni che portano avanti progetti molto interessanti sul territorio: Mamma Cult, che propone attività mirate ad avvicinare i bambini alla cultura, e Vivisostenibile, che promuove le strutture che fanno della sostenibilità un principio fondante. Quali partner migliori per organizzare una gita alla scoperta del verde cittadino a Bologna? Ma non solo a Bologna si possono provare esperienze del genere.

Per esempio in questo articolo racconto 4 itinerari verdi per scoprire l’Italia con lentezza. L’unico consiglio che posso dare è quello di aprire le porta di casa e lasciarsi andare! 😉

Rubrica “In viaggio verso IT.A.CÀ”
Francesca Panizzolo
Sonia Bregoli

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *