Imparare la sostenibilità viaggiando: inizia così il Festival IT.A.CÀ a Parma

Ospitare “green” e scoprire l’Alta Via dei Parchi con lentezza, inizia così il Festival del Turismo Responsabile IT.A.CÀ, a Parma.

Si può “fare turismo” per fruire velocemente dei luoghi, alla ricerca forsennata di “cose da fare” e “luoghi da non perdere”, senza pensare all’inquinamento che il nostro passaggio lascia nell’ambiente. Ma si può viaggiare anche in modo diverso: imparare, scoprire realtà nuove, scambiare idee ed esperienze, arricchirsi arricchendo i luoghi visitati e la comunità locale.

Ce lo rivela IT.A.CÀ migranti e viaggiatori: Festival del turismo responsabile, giunto quest’anno alla sua VI edizione, che partirà il 22 maggio da Parma. Un festival in movimento, fatto di seminari, trekking lenti nella natura, percorsi su due ruote o su rotaia, cinema, enogastronomia e tanti premi per le idee più innovative nel campo del turismo sostenibile.

Pilotta3 foto Glamour

*Pilotta, Parma, foto Glamour

IT.A.CÀ inizia da Parma, spostandosi tra il centro storico dell’elegante cittadina emiliana e i meravigliosi parchi naturali della sua provincia, e ci invita ad intraprendere un viaggio che parte dal locale per esplorare, scoprire e sognare i diritti e rovesci del globale.

Si parte martedì 22 maggio alle 21.00 con una rassegna cinematografica ad ingresso libero al Cinema Astra d’Essé, dal titolo “Paesaggi e sguardi. Emozioni in cammino”.
Quattro pellicole recenti di giovani registi italiani per raccontare con uno sguardo nuovo angoli meno noti del nostro paese: “In grazia di Dio”, di Edoardo Winspeare (giovedì 22 maggio), “Alta via dei Parchi – Viaggio a piedi in Emilia Romagna”, di Serena Tommasini Degna (giovedì 29 maggio), “Piazza Garibaldi”, di Davide Ferrario (martedì 3 giugno) e “La prima neve”, di Andrea Segre (martedì 10 giugno).

Corte di Giarola, Parco Taro, Emilia Romagna Turismo

*Corte di Giarola, Parco del Taro, foto Emilia Romagna Turismo, via flickr

Si prosegue mercoledì 28 maggio, con un educational gratuito rivolto alle strutture ricettive che si svolgerà tra il Parco del Taro e il Parco dei Boschi di Carrega, dal titolo “Come offrire un’ospitalità sostenibile, risparmiando e migliorando l’ambiente”.

B&B Il Richiamo del Bosco

L’appuntamento è alle 10.00 nella sala conferenze della Corte di Giarola, il suggestivo insediamento medievale che oggi ospita la sede del Parco del Taro, a Collecchio (Parma), per parlare di strategie per ridurre l’impronta ecologica delle strutture ricettive, Softeconomy nei Parchi e nelle Aree Protette dell’Appennino Emiliano, architettura sostenibile, promozione e marketing online.
Il seminario, rivolto a B&B, agriturismi, hotel, rifugi e case vacanza, si concluderà verso 17.00 con la visita al “Richiamo del bosco”, una struttura ricettiva eco-friendly immersa nel verde del Parco regionale dei Boschi di Carrega (prenotazioni entro il 25 maggio, tel. 327-2262120, info@viaggiverdi.it).

*B&B Il Richiamo del Bosco, Boschi di Carrega, Parma

Sarà venerdì 30 maggio alle 17.00 l’appuntamento centrale e imperdibile del Festival IT.A.CÀ a Parma, tra le antiche mura del Palazzo del Governatore, con “Imparare la sostenibilità viaggiando”, la conferenza che vedrà interventi di interessanti ospiti di scala nazionale (da Jacopo Fo a Ivan Stomeo) sul tema del turismo sostenibile, oltre alla premiazione dei due contest Adotta un turista e Racconta la tua città. Programma completo della conferenza e registrazione!

Venerdì sera, alle 20.00, appuntamento nel Parco Ducale della città per scoprire le basi del Nordic Walking al chiaror di luna, insieme all’insegnante Francesco Bonini di Camminafacile Anwi Parma (partecipazione gratuita con iscrizione entro domenica 25 maggio, tel. 335-457669, info@camminafacile.it).

Il giorno seguente, sabato 31 maggio, parte il trekking lento, anche con i bastoncini da nordic walking, alla scoperta di uno dei percorsi più suggestivi dell’Appennino italiano, l’Alta via dei Parchi, che attraversa tutta la Regione Emilia Romagna.

Dal 31 maggio al 2 giugno, nel weekend lento dalla Val Cedra (Appennino Parmense) alla Valle dei Cavalieri (Appennino Reggiano) si scopriranno circhi glaciali, immense praterie d’alta quota, laghi e limpidi torrenti, calanchi e timide fioriture primaverili, ma anche antichi borghi fortificati, ricette e cibi tipici della cucina locale, comunità coraggiose che hanno fatto del territorio una risorsa contro lo spopolamento dell’appennino, come quella dei Briganti di Cerreto, uno dei migliori esempi al mondo di turismo di comunità (prenotazioni entro il 20 maggio, tel. 327-2262120, info@viaggiverdi.it)

Lago Mesca, Mattia Notari

*Lago Mesca, Alta via dei Parchi, foto di Mattia Notari, via Flickr

Dal cuore di Parma, attraverso i parchi del Taro dei boschi di Carrega, e lungo il percorso mozzafiato dell’Alta via dei Parchi, il Festival confluirà così verso Bologna con tanti altri imperdibili appuntamenti.

Programma completo del festival su: www.festivalitaca.net

Rubrica “In viaggio verso IT.A.CÀ”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ASSOCIAZIONE YODA
Via Pietralata 73, 40122 – Bologna (BO)
info@gruppoyoda.orgwww.gruppoyoda.org
C.F. 91161380372 – P. IVA 03267091209

Privacy Policy

Prodotto originale frutto delle menti felici e creative di Happy Minds Agency