Il blog nasce dall’idea di portare a conoscenza del pubblico tutto ciò che circonda il tema del turismo responsabile!
Nel corso degli anni abbiamo intervistato moltissime realtà, differenti tra loro, ma che condividono la stessa passione per il viaggio, cercando di offrire uno spazio nel quale far sentire la propria voce, esprimere le proprie idee e promuovere la propria attività.

Trekking con il treno: una scoperta che non finisce mai

Carissimi amici viaggiatori e amiche viaggiatrici 

oggi all’interno del nostro blog vi annunciamo che anche per il 2012 il CAI in collaborazione con la Provincia di Bologna ripropongono il Trekking col treno, storica manifestazione giunta alla sua 21esima edizione. Una straordinaria avventura che è cresciuta in questi 20 anni, sorretta da una forte collaborazione tra la Provincia di Bologna e le società di trasporto pubblico e, soprattutto, il Club Alpino Italiano di Bologna.

È, infatti, grazie all’impegno, alla passione e alla professionalità dei volontari del CAI che è ancora possibile continuare questo cammino. Un’iniziativa che mette a disposizione di chi vuole conoscere il territorio provinciale in maniera non convenzionale, per scoprire da vicino la ricchezza dei nostri giacimenti naturali e culturali.

Per il 2012 il numero delle escursioni in calendario sale a 56. Da marzo a dicembre, la domenica ma non solo, continua ad accompagnare gli amanti del trekking su e giù per l’Appennino bolognese, con sconfinamenti in terra di Toscana, in Romagna e nel Modenese. Di grande interesse anche l’unica camminata in pianura alla riscoperta della Padusa, l’antica valle alle porte del Parco regionale del Delta del Po.

La filosofia del turismo eco-sostenibile del Trekking col treno – percorrere lunghe escursioni a piedi raggiungendo il punto di partenza coi mezzi pubblici – quest’anno si sposa con quella del turismo responsabile, che da tre anni ispira il Festival IT.A.CÀ.

Durante i giorni del festival (26 maggio – 3 giugno), oltre a un’escursione in Appennino sulla storica Via Francesca della Sambuca, una speciale camminata porterà gli amanti del trekking “Dalla Luna ad Itaca”, ossia dalle atmosfere lunari dei calanchi del Parco dei Gessi e dei Calanchi dell’Abbadessa fino in Piazza Maggiore, dove si svolge il festival IT.A.CA migranti e viaggiatori, per la Domenica 3 giugno.

 

Il connubio tra le due manifestazioni, entrambe sostenute dalla Provincia, è particolarmente felice anche perché il Trekking col treno rappresenta da sempre, per i turisti e per gli stranieri in generale che si trovano a Bologna.

Un’occasione molto apprezzata di interazione con la popolazione locale, nella direzione di quello scambio consapevole tra culture che è alla base dell’idea stessa di turismo responsabile.

Tutte le info per partecipare le trovate quiBuona passeggiata tra le bellezze naturalistiche della nostra terra!

Blog IT.A.CÀ
Responsabile Comunicazione 
Sonia Bregoli 

IT.A.CA_Contest | Concorso internazionale di parole e immagini 2012

Concorso internazionale di parole e immagini. Fotografia, illustrazione, racconto.

 The place where I belong / Un luogo tutto per me

IT.A.CA_Contest 2012
II edizione 

Fernanda Uribe – Inside

Paesaggi, luoghi, profumi, suoni e persone che incontriamo durante il nostro cammino viaggiano dentro di noi, diventano parte fondamentale della nostra identità.
The place where I belong – un luogo tutto per me è un invito alla ricerca di un immagine impressa nella memoria, un paesaggio, un oggetto, un volto, un’atmosfera, la luce di un’ora precisa di un giorno che è diventato per noi il luogo ideale dove possiamo tornare, o andare, tutte le volte che vogliamo, e sentirci noi stessi, proprio là, a dispetto di carte geografiche, barriere fisiche o temporali. Nel viaggio continuo fra cambiamento e identità, il contest invita a condividere il racconto, la foto o l’illustrazione di un luogo fisico o immaginario, sognato o vissuto capace di raccontare di noi, della nostra identità, del nostro appartenere al mondo, del nostro modo personale di abitare la geografia umana ed esistenziale.

Come si partecipa
Inviando la propria opera allegata ad una mail indirizzata a itacacontest@gmail.com a partire dal 20 febbraio entro il 5 aprile 2012. Proroga dead line al 15 aprile.
I file delle opere devono essere nominati con il nome_cognome dell’autore (Es: ulisse_nessuno). Nell’oggetto della mail si prega di indicare chiaramente la categoria di riferimento (illustrazione-fotografia-racconto). Ogni partecipante dovrà scrivere nella mail un breve profilo personale e i propri contatti. I finalisti verranno contattati dall’organizzazione nel mese di maggio.

Le opere
Il concorso è diviso in tre sezioni, valutate da giurie internazionali di esperti. Saranno valutate solo opere pervenute entro i tempi indicati e nei formati richiesti.

1. Racconto breve – Lunghezza massima 2000 caratteri – Formato del file: PDF – Lingua: italiano o inglese.

2. Fotografia – Dimensioni dell’immagine: il lato più lungo dell’immagine deve essere 15 cm.
Formato del file: jpg/ Risoluzione:150 dpi

3. Illustrazione – Dimensioni dell’immagine: il lato più lungo dell’immagine deve essere 15 cm.
Formato del file: jpg/ Risoluzione:150 dpi

Gli autori possono concorrere solo per una sezione.

Contest guidelines

Le giurie internazionali

Fotografia
Laura Liverani si occupa di fotografia documentaria. Le sue foto sono apparse su pubblicazioni in Europa e in Asia, tra cui Repubblica, Grazia, Zoom, Hong Kong Standard Weekend e South East Asia Globe. Tiene corsi e workshop di fotografia in Europa presso università e centri per le arti: l’ISIA a Faenza, il Chats Palace Arts Centre a Londra, il Moholy Nagy University of Art and Design a Budapest. Dal 2011 è a Londra, dove svolge una residenza d’artista presso il dipartimento di fotografia alla Middlesex University.  

Nicola Tiezzi, fotografo free lance di reportage e ritratto, è impegnato nell’ambito della cooperazione internazionale, dell’ambiente, delle energie rinnovabili. E’ presidente dell’Associazione che promuove il Festival Internazionale di Fotografia Cortona On the Move – fotografia in viaggio.

Fernanda Uribe è un’artista americana che lavora con la fotografia. Ha studiato in Italia alla NABA di Milano e all’Istituto Pratt di New York. Ha lavorato al Metropolitan Museum di NY. Ha esposto in numerose mostre individuali e collettive in Italia, in Belgio, in Messico, in California. Attualmente vive a Milano. Sua l’immagine di IT.A.CÁ Festival 2012, Inside con cui ha ricevuto la menzione speciale nell’ Itaca_Contest I Edizione nel 2011.

Illustrazione
Patricia Cummings, docente di illustrazione presso Parsons The New School (New York), è la conduttrice della trasmissione televisiva Cover to Cover, popolare talk show americano dedicato all’incontro con autori, illustratori, editori, esperti di storytelling per immagini ed editoria per l’infanzia.

Marco Paci dopo gli studi di arte ha cominciato a lavorare come illustratore e autore di libri illustrati per bambini con editori italiani e francesi fra cui Jaca Book, Editions Grandir (France), EDT Giralangolo, Edizioni Artebambini, Editoriale Scienza, Principi e Principi. Ha collaborato a diversi progetti di comunicazione visiva e teatro. Ha ricevuto importanti riconoscimenti per il suo lavoro, fra cui la menzione speciale nell’ Itaca_Contest I Edizione nel 2011. Vive a Verona.

Silvana Sola è fondatrice della storica Libreria per Ragazzi e Cooperativa Culturale Giannino Stoppani di Bologna. Curatrice di mostre e cataloghi di illustrazione dedicati ai più grandi artisti internazionali del settore, formatrice, insegna al Centro Studi sulla Letteratura per l’infanzia “Accademia Drosselmeier” ed è docente di Storia dell’ illustrazione all’ ISIA di Urbino.

Racconto Breve
Chiara Nielsen è giornalista, vicedirettore della redazione di Internazionale, settimanale che dal 1993 pubblica in Italia i migliori articoli dei giornali di tutto il mondo.

Alberto Notarbartolo è giornalista, vicedirettore della redazione di Internazionale, settimanale che dal 1993 pubblica in Italia i migliori articoli dei giornali di tutto il mondo.

Liesl Schillinger è giornalista, critica letteraria e traduttrice. Ha studiato letterature comparate a Yale, ha lavorato per The New Yorker Magazine per più di dieci anni e scrive regolarmente di libri sul New York Times. É nel gruppo promotore del progetto di scritture Pentales e vive a New York. 

Magdalena Szymków, giornalista e filmmaker. Collaboratrice dello scrittore polacco Ryszard Kapuscisnki. Ha curato le mostre fotografiche del reporter ed e’ stata la coautrice e traduttrice del libro sul suo ultimo viaggio “Ho dato la voce ai poveri”, edizioni Il Margine, Trento 2007. Ha fondato a Londra la casa di produzione cinematografica Vezfilm. Ha scritto e diretto “My House Without Me” and “You Have to Be There”. Attualmente lavora al film documentario sulla vita e il lavoro di Ryszard Kapuscisnki.

Ornella Tarantola vive a Londra dal 1996 ed è responsabile di “The Italian Bookshop”, unica libreria italiana di Londra.

Le giurie, con giudizio insindacabile, attribuiranno un premio per ogni sezione.

I premi

Premio Sezione Fotografia
Cascina Caremma – Besate (MI) nei pressi del Ticino.
1 week-end per 2 persone con colazione inclusa.
Valido dalla data di premiazione fino al 31/12/2012

Premio Sezione Illustrazione
Colle Regnano – 20 km da Macerata (Marche).
1 week-end, per 2 persone con colazione inclusa.
Valido dalla data di premiazione fino al 31/12/2012 (escluso il mese di agosto).

Premio Sezione Racconto Breve
Cascina Murgecchia – Grumo Appula (BA) Puglia
1 week-end per 2 persone con colazione inclusa
Valido dalla data di premiazione fino al 30/09/2012 (esclusa la settima di agosto dal 12 al 19)

I premi sono gentilmente offerti da ICEA – Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale di Bologna

Le opere selezionate saranno premiate e rese pubbliche durante la settimana di IT.A.CÁ migranti e viaggiatori: Festival del Turismo Responsabile 26 maggio – 3 giugno 2012, a Bologna, e contestualmente nell’ambito di eventi organizzati in collaborazione con Pentales, New York.

Il ponte con Pentales, New York.
Il contest nasce in gemellaggio con il team di
Pentales, progetto di storytelling di New York, nato per connettere persone di paesi diversi attraverso il racconto.

–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

I vincitori della II Edizione IT.A.CA_Contest 2012

The place where I belong – Un luogo tutto per me è un invito alla ricerca di un immagine impressa nella memoria, un paesaggio, un oggetto, un volto, un’atmosfera, la luce di un’ora precisa di un giorno che è diventato per noi il luogo ideale dove possiamo tornare, o andare, tutte le volte che vogliamo, e sentirci noi stessi, proprio là, a dispetto di carte geografiche, barriere fisiche o temporali. Nel viaggio continuo fra cambiamento e identità, il contest invita a condividere il racconto, la foto o l’illustrazione di un luogo fisico o immaginario, sognato o vissuto capace di raccontare di noi, della nostra identità, del nostro appartenere al mondo, del nostro modo personale di abitare la geografia umana ed esistenziale

Paesaggi, luoghi, profumi, suoni e persone che incontriamo durante il nostro cammino viaggiano dentro di noi, diventano parte fondamentale della nostra identità

Fotografia

The WINNER is: Sophie-Anne Herin

Menzione speciale IT.A.CA: Eleonora Mazzanti & Gloria Guglielmo

Illustrazione

The WINNER is: Caty Bartholomew

Menzione speciale IT.A.CA: Valeria Zaccheddu

Racconto

The WINNER is:  Andrea_Masotti con l’opera “Viaggio al termine di Giovanni”

Menzione speciale ITACA: Elisa_Trimeri con l’opera “Dalla finestra di casa mia si vedono i monti”

Il concorso è realizzato in collaborazione con l’associazione Pentales di New York

 

La didattica in viaggio

La scuola si apre al mondo: la didattica in viaggio

Nella nostra storia culturale il viaggio rappresenta una potente metafora di cambiamento e di rinnovamento. Dai primi viaggiatori di cui la tradizione ci abbia lasciato testimonianza scritta, fino ai giorni nostri, scorre un filo denso di richiami letterari e avventura che materializza nel viaggio il bisogno di incontro, sfida, conoscenza e ritrovamento di senso, da sempre presenti nell’animo umano. I grandi protagonisti di viaggi come Ulisse, Marco Polo e gli altri navigatori, incarnano appunto l’antico mito dell’eroe, indomito e sofferto, proteso al superamento del quotidiano, di ciò che è già noto, per conquistare una più piena consapevolezza di sé e una nuova immagine del mondo.

Utilizzato in un contesto didattico, il viaggio mantiene questo valore iniziatico e fortemente euristico che ripercorre tutta la gamma delle motivazioni contemplate dai viaggiatori storici, quali: acquisizione di conoscenze; ricerca di cambiamento; rottura con il quotidiano e con la routine; senso dell’avventura e del rischio; capacità di sapersi gestire in situazioni ignote; incontro con l’altro; rafforzamento dell’identità, individuale, culturale, sociale.

In particolare, il viaggio di istruzione può essere definito come un processo formativo che agisce sullo sviluppo intellettivo e psicologico, con riferimento a tre macro-ambiti: quello dell’identità personale (senso di appartenenza, visione dell’altro e del sé), quello della costruzione della conoscenza (nuovi saperi, culture “altre”, ridefinizione delle mappe cognitive, interconnessioni con il curricolo esplicito o implicito) e, infine, quello legato alla definizione del comportamento (modi di essere, valori, relazioni, confronti e contrasti). Per questi motivi è stata inserito nel calendario scolastico considerato come un’iniziativa complementare delle attività curriculari della scuola durante la quale gli studenti hanno la possibilità di misurarsi con l’esterno e accrescere il proprio patrimonio culturale. Non sembra pensarla così invece quella fetta, purtroppo oggi crescente, di insegnanti di scuole secondarie che si rifiutano di accompagnare le classi in queste importanti esperienze formative.
Oggi per gli studenti la gita d’istruzione è uno dei momenti scolastici preferiti che attendono con trepidazione durante l’anno perchè viene vista come un momento di libertà, durante la quale potersi divertire e dar libero sfogo alle proprie pulsioni. Ma se questi non vedono l’ora di trascorrere qualche giorno lontano da casa, senza il controllo dei genitori, lo stesso non vale per i professori che accompagnano gli studenti e che devono “vegliare” su di loro.
Se il viaggio di istruzione si pone, invece, su un itinerario ben strutturato di programmazione didattica e fa leva su motivazioni autentiche di curiosità e scoperta, le implicazioni formative sono tante e possono essere: formazione interculturale, superamento degli stereotipi, approccio interdisciplinare, consapevolezza di sé, consapevolezza della storia, senso di partecipazione al mondo, maggior comprensione dei problemi internazionali, educazione alla pace, formazione etica, formazione estetica…

Tuttavia simili potenzialità vengono spesso vanificate dalla grave esposizione delle scuole a variabili soggettive quali la maggiore o minore creatività progettuale del docente referente, l’inadeguatezza e la ripetitività delle proposte, il limitato coinvolgimento degli studenti, veri protagonisti dell’iniziativa. Il turismo scolastico è entrato in crisi da diversi anni e vi è la necessità urgente di rimetterlo al centro di un importante processo di rivalutazione, finalizzato al ripristino della sua vera missione: essere per lo studente una preziosa fonte di apprendimento e di sviluppo della personalità. Nella stagione della globalizzazione la scuola è chiamata a sviluppare la capacità di mettersi in relazione con il mondo e con le differenti culture che in esso convivono. Per questo oggi più che mai anche i viaggi di istruzione devono iniziare ad ispirarsi ai principi del turismo sostenibile e responsabile, un turismo che rispetta e protegge i luoghi visitati e che valorizza un rapporto con le comunità locali.

Due ingredienti semplici ma che spesso sono stati assenti nelle gite scolastiche finora organizzate, nelle quali i nostri ragazzi si muovono in gruppi enormi, tutti nello stesso periodo (in primavera), quasi sempre nelle stesse località e comunicando solo tra di loro in discorsi autoreferenziali.
Molte associazioni, infatti, come ad esempio il Cospe promuovono laboratori di approfondimento in classe proprio con l’obiettivo di presentare e suggerire al mondo della scuola la sfida della didattica al di fuori dell’aula e trasformare il viaggio di istruzione in un modello pluridisciplinare di apprendimento affinchè le varie discipline imparate a scuola possono trovare durante il viaggio applicazione e conferma. La gita scolastica non può essere interpretata come sottrazione di tempo prezioso ai danni del programma di studi, ma va utilizzata come una delle tante modalità di apprendimento a patto che ci sia un’accurata preparazione prima ed un’elaborata documentazione dopo. Il viaggio dunque visto di nuovo come avventura formativa, da inserire nella programmazione scolastica già a maggio, insieme ai libri di testo. È evidente che la programmazione del viaggio è tanto più produttiva quanto più è precoce. Sapere che un istituto decide dei programmi di viaggio e ne fa un punto di riferimento culturale permette di evitare la casualità e l’estemporaneità, mettendo insegnanti e studenti in condizione di avere una fase di preparazione e rendendo anche le famiglie più consapevoli delle opportunità offerte dalla scuola.
L’esperienza del viaggio dunque si innesta a pieno titolo nel curricolo della scuola, diventandone un segmento importante. Anzi è essa stessa curricolo, si affaccia direttamente sul balcone degli apprendimenti, instaurando legami molteplici e spingendo a un ripensamento delle mappe disciplinari.

Una scuola che voglia inscrivere la dimensione formativa del viaggio nel proprio progetto formativo può ricorrere a svariate soluzioni: farne un’area di progetto, declinare un apposito spazio progettuale entro la quota di curricolo locale, intraprendere progetti di scambio europei, ritagliare appositi spazi di approfondimento nell’ambito della didattica disciplinare o di percorsi trasversali impostati in sede di programmazione.
Il turismo scolastico, dunque, non solo in quanto gita o visita guidata, ma anche fatto di modalità minoritarie ma più originali. E’ il caso particolare dello scambio di classi con Paesi dell’Europa o meglio l’avvio di partenariati didattici con Paesi del sud del mondo. I partenariati didattici sono veri e propri progetti educativi durante i quali gli studenti hanno l’opportunità di conoscere e entrare in contatto con coetani di Paesi che non avrebbero altrimenti la possibilità di conoscere. Territori “distanti” non solo a livello geografico ma anche economico, sociale e culturale, si trovano così a dialogare su questioni che li accomunano, scambiando stimoli e confrontando soluzioni alle problematiche comuni.

Il turismo che sconfigge le mafie
Seminario realizzato presso l’Istituto Manfredi Tanari di Bologna il 24 maggio 2011 nell’ambito della III Edizione di  IT.A.CÁ.

Samanta Musarò
Responsabile settore scuole COSPE 

Gli elementi di IT.A.CA’

Nell’organizzazione di un festival di questo tipo è importante la messa in atto delle tematiche che muovono il progetto stesso. Per dare inizio a un grande lavoro come questo sulla tematica del turismo responsabile, una tematica difficile da confinare in una semplice definizione ma che può sconfinare e intrecciarsi in diversi ambiti della nostra vita e non solo, c’è bisogno di definire le aree di azione.
Il Festival vuole essere la spinta propulsiva che concretizza, rafforza e valorizza gli ideali di solidarietà e cooperazione alla base di questo progetto, mettendo in rete le realtà per arrivare a coinvolgere anche a livello emotivo le persone nei confronti di questi temi.
A tale scopo il IT.A.CÁ vuole dare vita ad iniziative innovative sul territorio per rendere visibile come sia possibile realizzare stili di vita che puntino alla sostenibilità ambientale, culturale, sociale ed economica, valorizzando le esperienze, le aziende, le associazioni.
Per orientare meglio i partecipanti all’interno dei molteplici percorsi che li coinvolgeranno durante la settimana del Festival, e per cominciare a fare chiarezza su cosa si intende per Turismo Responsabile, abbiamo deciso di definire dei fili conduttori, ad ognuno dei quali verrà associato un colore di identificazione tematica. Questi fungeranno da guida durante il festival, e saranno altrettante aree di approfondimento durante l’anno:

  • TURISMO SCOLASTICO (gite scolastiche, gemellaggi, …)

Un occasione per promuovere tra gli studenti di diversi istituti superiori di Bologna i valori legati al Turismo Responsabile: solidarietà, equità sociale ed economica, rispetto e valorizzazione delle diversità socio-culturali, tutela ambientale attraverso percorsi laboratoriali. Parte importante della tematica è il coinvolgimento degli stessi studenti, portando le loro esperienze dirette, raccontando, attraverso filmati e fotografie, le loro gite scolastiche responsabili in un convegno scolastico.

  • POLITICAL TOURISM (turismo e legalità, campi di volontariato, earth democracy, lotta al turismo sessuale…)

Il “turismo politico” (per quanto male suoni la traduzione nella nostra lingua) sta emergendo come un settore importante nei viaggi internazionali. Si tratta di viaggi in aree di conflitto per vivere in prima persona la situazione sul terreno, per condividere il triste destino di un rifugiato, per incontrare attivisti e gruppi pacifisti, e sviluppare una comprensione migliore della storia locale. Israele e Palestina, ex Jugoslavia, campi profughi Saharawi (Algeria): spesso in collaborazioni con ONG che lavorano sul terreno. Un modo diverso per capire l’importanza dei diritti umani e civili, e impegnarsi nella loro promozione al ritorno a casa.

  • TURISMO & SOSTENIBILITÁ (gli impatti del viaggio e le possibili compensazioni, viaggiare a km0, trekking, parchi, itinerari …)

Con la diffusione del turismo di massa e con l’allargamento della possibilità di accesso al viaggio, gli impatti negativi generati sui territori e sull’ambiente nel suo complesso sono aumentati in modo considerevole, tanto da far nascere l’esigenza, ed un filone di turismo, basato sulla sostenibilità. Spesso però non sono chiari gli impatti ambientali e sociali legati al viaggio, né le modalità che esistono per ridurli o compensarli. La distanza percorsa, la tipologia di mezzi di trasporto utilizzati, gli stili di vita adottati in loco, e ancora l’accentramento delle risorse che, come turisti, si portano in un luogo ovvero la distribuzione di queste sul territorio. Questa area tematica vuole approfondire questi aspetti per diffondere una maggior consapevolezza tra i viaggiatori, promuovendo gli strumenti, le possibilità e le offerte che esistono per rendere il turismo sostenibile.

La proposta degli itinerari di IT.A.CÁ sono pensati e proposti alla cittadinanza durante tutta la settimana del festival alla scoperta della città e dei dintorni di Bologna, dai parchi naturali alle fattorie didattiche, dalla valorizzazione del territorio locale alla presentazione dei prodotti e ricette tipiche della cucina emiliano romagnola. Punto focale per la valorizzazione del territorio e del patrimonio locale attraverso un a scoperta consapevole a impatto 0 sull’ambiente in cui viviamo. Scoprire le potenzialità di un turismo nostrano che pulsa attorno a noi.

  • MARKETING TERRITORIALE (valorizzazione del territorio, turismo e media, etc…)

Una regola d’oro del viaggiatore responsabile recita: “se vuoi preservare la bellezza di un luogo, non lo dire a nessuno che ci sei stato”. Eppure, in qualche modo, la valorizzazione del territorio è parte fondamentale dello sviluppo locale, meglio se partecipato con la comunità. Il marketing territoriale si pone quindi come l’insieme degli strumenti per le promozioni del prodotto del territorio, attraverso una comunicazione capace di valorizzarne le potenzialità di sviluppo e le caratteristiche socioeconomiche e ambientali e di incentivare l’imprenditorialità locale, nazionale ed estera.

  • TURISMO IN CASA (couchsurfing, bed and breakfast, home food, …)

Anche a casa ci sono tante realtà da conoscere, mille mondi diversi portati a casa tua da persone provenienti da diverse parti del mondo. Mondo rotondo senza inizio e senza fine, senza confini reali, ma solo con quelli creati da noi. In questa sezione si cerca di valorizzare le associazioni straniere, di incentivare il network con le altre associazioni del territorio, offrendo l’occasione di venire a contatto con le diverse sfaccettate realtà della tua città e connetterti così con il mondo in maniera semplice ma efficace, restando comodamente a casa.

Il festival rappresenta un’occasione di apprendimento e confronto, all’interno del quale i diversi attori coinvolti nelle attività turistiche responsabili come utenti, istituzioni, tour operator, agenzie viaggio, associazioni, cooperative, possono scambiare le proprie conoscenze, condividere le proprie esperienze e chiarire i propri dubbi, con l’obiettivo di incentivare sempre maggiormente questa tipologia di viaggio, diffondendo anche tra i “neofiti” di questo settore i valori che stanno alla base del turismo responsabile.

  • TURISMO & MIGRAZIONI (tratta degli esserei umani, condizione di sfollato, profugo, rifugiato, …)

Ulisse era un turista o un migrante? E che tipo di viaggiatore era Marco Polo o Cristoforo Colombo? Quanti italiani sono sbarcati in America e quanti migranti entrano oggi in Europa con il visto turistico? Quanti migranti sono protagonisti dello sviluppo del turismo responsabile nei loro paesi? Turista, vagabondo, pellegrino, esule, nomade, migrante: tipologie diverse accomunate dal viaggio e dalla condizione di risultare straniero. Vite sospese, dove l’identità è in trasformazione, plasmata dal viaggio. Mondi che si incontrano e talvolta si scontrano, nei luoghi di frontiera, quali sono le nostre coste, dove ci si bagna felicimente e al contempo si muore nell’indifferenza generale.

Viaggiare responsabile, dulcis in fundo, va oltre la “somma” di queste pratiche. La cosa più importante è avere buoni compagni di viaggio: consapevolezza, curiosità, rispetto, solidarietà. Metteteli dunque in valigia e… BUON VIAGGIO!

Programma IT.A.CA’ 2012

Stiamo lavorando alla IV edizione di

IT.A.CA’ migranti e viaggiatori: Festival del Turismo Responsabile

27 maggio al 3 giugno 2012 a Bologna, luoghi vari.

Tutti gli aggiornamenti nei prossimi mesi!

Una poesia in cui il cammino diviene la meta:

ITHACA
Kostatin Kavafis

Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga
fertile in avventure e in esperienze.
I Lestrigoni e i Ciclopi
o la furia di Nettuno non temere,
non sarà questo il genere d’incontri
se il pensiero resta alto e il sentimento
fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.

In Ciclopi e Lestrigoni, no certo
né nell’irato Nettuno incapperai
se non li porti dentro
se l’anima non te li mette contro.

Devi augurarti che la strada sia lunga
che i mattini d’estate siano tanti
quando nei porti – finalmente e con che gioia –
toccherai terra tu per la prima volta:
negli empori fenici indugia e acquista
madreperle coralli ebano e ambre
tutta merce fina, anche aromi
penetranti d’ogni sorta,
più aromi inebrianti che puoi,
va in molte città egizie
impara una quantità di cose dai dotti.

Sempre devi avere in mente Itaca
raggiungerla sia il pensiero costante.
Soprattutto, non affrettare il viaggio;
fa che duri a lungo,per anni, e che da vecchio
metta piede sull’isola, tu, ricco
dei tesori accumulati per strada
senza aspettarti ricchezze da Itaca.

Itaca ti ha dato il bel viaggio,
senza di lei mai ti saresti messo
in viaggio: che cos’altro ti aspetti?
E se la trovi povera, non per questo Itaca ti avrà deluso.
Fatto ormai savio, con tutta la tua esperienza addosso
già tu avrai capito ciò che Itaca vuole significare.

ITINERARI IT.A.CA 2012

 

ITINERARI IT.A.CÀ 2012

Sabato 26 maggio

Urban Rafting Reno: è un suggestivo percorso di conoscenza del fiume Reno, che sarà disceso in gommone. Il tratto cittadino del fiume più importante per il nostro territorio, torna ad essere accessibile e vivo. Partenza 16.30 Ritrovo: Centro Sportivo Barca Reno, via Raffaello Sanzio 6, (bus 36/C. Sportivo Barca). Costo: 12€ adulti, 8€ sotto i 12 anni. Info info@vitruvio.emr.it 0510474235 Associazione Vitruvio

Onorina al Battiferro. La zdàura Onorina, personaggio storico dei percorsi di Vitruvio, esce dalla perimetro della cinta muraria, per spingersi fino alle verdi rive del Canale Navile. Una gita fuori porta con una guida d’eccezione diventa un pretesto per conoscere una delle zone della nostra periferia più ricche di storia e sorprese, grazie anche alla visita al Museo del Patrimonio Industriale e al Sostegno del Battiferro. Ritrovo 17.00 via della Beverara 123 (Bologna). Costo: 12€ adulti, 8€ sotto i 12 anni. Info 051 0474235 info@vitruvio.emr.it Associazione Vitruvio

In Bici lungo la Linea Gotica a Castel S. Pietro Terme. Ritrovo ore 8.45 Stazione di Castel S. Pietro Terme. Da Bologna in treno con bici al seguito ritrovo in Stazione Centrale alle 7.40. Per Info Tel. 051 0867622 (Mar 18,30-20; Gio 21-23) Monte Sole Bike Group – FIAB Bologna

Domenica 27 maggio

Urban Rafting Navile la storia del Canale Navile sarà ripercorsa navigando in gommone sulle sue acque. La pianura bolognese e la sua industria sono state in gran parte legate alle sue vie d’acqua. Il Navile ha rappresentato per molto tempo l’asse dei commerci bolognesi verso Ferrara e Venezia e l’Europa intera. Ritrovo: 15.00 e 16.30 Parco di Villa Angeletti, ingresso via De’ Carracci. Costo: € 12,00 solo percorso Urban Rafting Navile € 4 Percorso naturalistico € 8,00 Percorso Bici Tour Navile fino a Corticella. Info 051 0474235. Associazione Vitrivio

Scuffia in camuffa. Spettacolo itinerante con finale alle Terme Felsinee La prima parte della serata sarà affidata ad una donna che tutto riesce a sdrammatizzare, la zdàura Onorina Pirazzoli accompagnata da due giovani di belle speranze che incontrerà durante il suo percorso-spettacolo guidato. Durante l’itinerario, Onorina racconterà delle “scuffie”, le cotte, che hanno colpito i bolognesi dritti al cuore, portandoli a volte a vivere passioni clandestine o da tenere segrete, “in camuffa” per l’appunto. Dopo lo spettacolo, si potrà continuare la serata alle Terme San Petronio (via Irnerio, 12/A), per rilassarsi e coccolare i sensi nel cuore di Bologna. Ritrovo: ore 17 – piazza Galvani. Costo: 12€ adulti, 8€ sotto i 12 anni (solo percorso) Info 051 0474235 info@vitruvio.emr.it Associazione Vitruvio

Nuova vita a Monte Canda. Percorso di Trekking a mille metri, il risveglio della natura. Ritrovo Autostazione di Bologna ore 7,50 / 9.30 Inizio escursione a piedi Piamaggio fine escursione a Frassineta. Quota CAI 2 euro, non soci euro 5. Prenotazioni 331 9184640 Cai Bologna, Provincia di Bologna.

Itinerario I.A.T Zola Predosa: I tesori…dietro l’angolo.
Palazzo Albergati, Cà la Ghironda. Pranzo 
all’Agriturismo “La Roverella”

Palazzo Albergati: un’elegante villa del ‘600, disegnata dall’architetto Gian Giacomo Monti. La semplicità e la compattezza del fronte nascondono e aggiungono meraviglia al fasto degli interni, che fanno del palazzo uno dei massimi esempi di architettura barocca in Italia. Tutte le Domenica di Primavera è possibile ammirare le splendide stanze del Palazzo nell’ambito dell’iniziativa “Brunch di primavera”, in cui alla visita guidata del Palazzo è abbinato un sontuoso Brunch a cura della “Tavola della Signoria”. Ore 12.00 alle 16.00 Costo: € 36 (adulti) – € 20 (bambini dai 4 agli 11 anni) Palazzo Albergati

Visita a Cà la Ghironda: un parco museo unico nel suo genere, formato da un area verde di dieci ettari in cui l’arte, con le oltre 200 sculture di materiali vari, e la natura, con un orto botanico, si fondono, seguendo il dolce percorso collinare. Nella galleria interna sarà possibile ammirare oltre cinquecento opere dei più rappresentativi artisti della pittura nazionale ed internazionale dal ‘500 ai giorni contemporanei. Ritrovo: 16.00 Area Museale di Cà la Ghironda (Via Leonardo da Vinci 19 – Zola Predosa). Costo: € 8 N° max partecipanti: 40 persone

Agriturismo La Roverella. Alla riscoperta delle ricette della tradizione e della cucina bolognese. Degustazione di prodotti tipici con materie prime di agricoltura biologica. Alla riscoperta dei mangiari della tradizione e della cucina bolognese. Menù con prodotti e vini biologici dell’Azienda Maria Bortolotti. Orario: Ore 12 – presso l’Agriturismo “La Roverella” (Via San Martino 1 – Zola Predosa) Costo: € 30

Prenotazione unificata per tutti gli eventi sopra citati presso Ufficio Informazione e Accoglienza Turistica di Zola Predosa. Tel. 051/752472 e-mail: info@iatzola.it

Parco dei Gessi: corso di nordic walking con concerto al tramonto e visita all’azienda agricola “La Bonazza”

CORSO DI NORDIC WALKING: Ore 10, presso il Centro Visita Villa Torre: Nella mattinata corso base, dalle 14 alle 17 corso Tecnica 1 e 2 e visita guidata. A cura di un istruttore certificato, con consegna diploma personalizzato. Possibilità di effettuare solo il corso base previsto in mattinata. Prenotazione obbligatoria. Costo 20 €/corso base, 50€/corso completo

ASPETTANDO IL CONCERTO: alle ore 17.30 visita guidata all’azienda agricola “La Bonazza” (via del Pozzo, 2 San Lazzaro di Savena) con possibilità di acquisto di prodotti biologici

CONCERTO AL TRAMONTO: ore 19.00 presso l’area di sosta Madonna dei Boschi, via Madonna dei Boschi angolo via Buozzi. In caso di pioggia il concerto si terrà presso la Sala Arcipelago in via della Resistenza a Pianoro. Gratuito. Per Info 051.6254821 direzione@parcogessibolognesi.it Parco dei Gessi e Calanchi della Abbadessa

Bologna Moderna Visitata in Bicicletta: Melchiorre Bega, “architetto modernissimo”. Per il ciclo di Bologna Moderna Visitata in bicicletta, dedicata agli architetti, è il turno di Melchiorre Bega, architetto di Crevalcore (BO) morto a Milano nel 1976. Si parte parte visitando i suoi primi lavori, per capirne il valore. Sarà una passeggiata in bicicletta dove anche le famiglie al completo potranno trovare interesse. Una mattinata per tutti, in allegria e in bicicletta. Programma: Ritrovo ore 8.50 in Piazza Maggiore a Bologna; Partenza in bicicletta alle ore 9.00; Termine del percorso in Piazza Maggiore alle ore 12,30. Per Info 051-0867622 (Mar 18,30-20; Gio 21-23) segreteria@montesolebikegroup.it / Monte Sole Bike Group – FIAB Bologna

Un sentiero ritrovato: il 904 per l’Ossservanza e Gaibola- Ciclo Le Colline fuori dalla Porta. Dopo la vittoria, il 14 agosto 1443, di Annibale Bentivoglio sui Visconti, i bolognesi stabilirono di compiere ogni anno una solenne “cavalcata” al santuario della Madonna del Monte, situato dove oggi sorge Villa Aldini….” Il paziente lavoro della Consulta per l’Escursionismo ha riaperto parte dell’antico percorso, prolungandolo sino alla Chiesa di San Michele di Gaibola, a pochi passi da un notevole affioramento gessoso. Ritrovo ore 9.00 presso Giardino di Villa Cassarini – p.ta Saragozza. Rientro previsto per le ore 17:00. Per Info 0513399084 Fondazione Villa Chigi /Consulta per l’Escursionismo

Martedì 29 maggio

L’Orto Sociale a Vedrana di Budrio con Fattoria didattica e colazione contadina. La proposta rivolta ai Turisti Responsabili è quella di svolgere l’attività di Fattoria Didattica nell’ ORTO GIARDINO DE’ COMPLICATI del progetto “I FRUTTI E LA POESIA” con l’opportunità di fermarsi a pranzo per una buona colazione contadina a base di crescentine fritte, i nostri salumi, le nostre focacce salate, le nostre verdure, tutti alimenti provenienti da agricoltura ed allevamenti rigorosamente biologici certificati. Orario 9.30/12.30. Prenotazione obbligatoria. Per info 051.800190 (Floriana) 3450482272 (Elisa) 3492375700 (Federica) 3492375699 (Maurizio). cooporto.wordpress.it

Mercoledì 30 maggio

I luoghi del lavoro: un itinerario per conoscere alcuni effetti della globalizzazione a Bologna
9.00 Incontro dei partecipanti presso Camera del Lavoro Metropolitana di Bologna dove si svolgerà una breve presentazione della giornata attraverso video/immagini
10.00 partenza da Camera del Lavoro Metropolitana di Bologna (mezzo di trasporto sostenibile: autobus 14 )
Ore 10.45 Incontro RSU Gruppo La Perla presso lo Stabilimento (Via Mattei 10 -Zona Roveri) con interventi sugli effetti della globalizzazione sulle strategie aziendali e le conseguenti lotte sindacali, come si vive ora in fabbrica e in cassa integrazione. Visita alla fabbrica.
Ore 13.00 Pranzo “operaio” di una volta presso la “Bottega” (Via Scandellara)
Durante la giornata verrà girato un video dell’esperienza .
N° max: 15 persone per info Andrea Fabbri Cossarini 335 5755742
CDLM Bologna, Nexus Emilia Romagna, Archivio Storico CGIL Bologna “Paolo Pedrelli”

Visita alla vigna biodinamica nel Parco della Chiusa di Casalecchio di Reno. Al termine della visita ci sarà una degustazione presso la Corte “Montagnola di Sopra”, cogestita da Landamed, all’interno del Parco stesso. Contatti Roberta Bartoletti di ICEA e Flavio Cantelli de La Roverella, azienda agrituristica certificata Icea Eco Bio Turismo ecoturismo@icea.info Landemed e Ente organizzatore ICEA

Giovedì 31 maggio

L’Orto Sociale a Vedrana di Budrio con Fattoria didattica e colazione contadina. La proposta rivolta ai Turisti Responsabili è quella di svolgere l’attività di Fattoria Didattica nell’ Orto Giardino de’ Complicati nel progetto “I frutti e la poesia” con l’opportunità di fermarsi a pranzo per una buona colazione contadina a base di crescentine fritte, i nostri salumi, le nostre focacce salate, le nostre verdure, tutti alimenti provenienti da agricoltura ed allevamenti rigorosamente biologici certificati. Orario 9.30/12.30. Prenotazione obbligatoria.
Per info 051 800190 (Floriana) 345 0482272 (Elisa) 349 2375700 (Federica) 349 2375699 (Maurizio). cooporto.wordpress.it

Musica alle Torri dell’Acqua in collaborazione con Amici del Consorziale presentano Emanuele Torquati – Luca Scarlini Un racconto di viaggio nella musica Ore 21.00 Via Benni, 1, Budrio, BO Info: cell. 347 9772122 (lunedì/giovedì dalle ore 16 alle 18) email: eventi@letorridellacqua.it Le Torri Dell’Acqua di Budrio

Venerdì 1 giugno

Trekking Urbano in periferia: il borgo che prese il nome da Andrea Costa. Percorrendo a piedi la direttrice che da via Andrea Costa ci porta fino alla Barca potremo ricostruire la storia di come è nata e si è sviluppata una periferia di Bologna, dalle prime indicazioni contenute nel piano regolatore del 1889 fino ai più recenti insediamenti. Troveremo tracce consistenti di quando qui una volta c’era solo campagna mescolate a forme di edilizia pubblica e privata sorte in epoche successive, alcune delle quali di grande interesse architettonico e urbanistico. Ritrovo 16.30 Chiesa di San Paolo al Ravone. Guida Anna Cocci Grifoni e Elisabetta Arioti Info 051.222788 (lunedì/venerdì 16.30/19.30). TrekkingItalia in collaborazione con l’Archivio di Stato

Sabato 2 giugno

Da Ozzano dell’Emilia lungo il sentiero 801 in direzione Dulcamara. Chiudo gli occhi e mi lascio trasportare dalla brezza allegra, carica di odori dei calanchi assolati. Ride l’acqua del torrente, sussurra il bosco tra i campi. Una passeggiata per riscoprire i nostri sensi sopiti e le bellezze di questa natura fuori casa. Lungo il tragitto verranno proposte svariate attività per risvegliare i nostri cinque sensi e mettere alla prova il nostro istinto. All’arrivo in Dulcamara si può scegliere di pranzare con un pasto vegetariano al costo di 10€. Dopo pranzo giro libero in azienda e pance all’aria al punto panoramico. Si rientra seguendo il sentiero in direzione Castel de Britti e Idice, lungo il quale si faranno quattro chiacchiere naturalistiche. Luogo di ritrovo ore 10 di fronte alla biblioteca di Ozzano dell’Emilia, in piazza Allende, bus 101 da autostazione.  Si torna a Bologna con il bus 101 o 94 da Idice. Costi per partecipante 5€, pranzo 10€. Per info e adesioni: 051 796643 (Alessandra) e-mail agriturismo@coopdulcamara.it Agriturismo Dulcamara

Alla scoperta responsabile delle terre emiliane. Un week-end all’insegna dell’amicizia, del divertimento e dell’avventura.  Si parte il sabato da Modena con conclusione del Triddle nel tardo pomeriggio di domenica in Piazza Maggiore a Bologna. Nella città di Modena, i partecipanti dovranno superare quattro tipologie di prove (Art, Food, Discovery e History) le cui soluzioni saranno delle foto/video da consegnare allo staff in serata quando raggiungeranno la città di Bologna. In base alle prove che i partecipanti dovranno portare a termine ci sarà l’opportunità di aggiungere una tappa intermedia tra Modena e Bologna. Domenica, a Bologna, verranno svolte le prove speciali IT.A.CA’, che avranno come tema il turismo responsabile e, in particolare, l’ecosostenibilità. Il tutto, come sempre, coniugando momenti seri ad altri di puro divertimento. Partenza da Modena – Piazza della Torre | sabato 2 giugno, ore 10.00 Per informazioni e prenotazioni: info@triddles.org | +39 320 3815256 | CurioCity Triddle

Trekking Urbano in periferia: la Cirenaica.La periferia più antica del quartiere San Vitale, destinata nella progettazione urbanistica del primo Novecento, ai ceti più popolari, sorge sul luogo di un esteso insediamento della civiltà villanoviana. Nata in concomitanza con la conquista della Libia tutte le sue vie vennero allora intitolate per celebrarne il fasto. Dopo la fine della II Guerra Mondiale sono state quasi tutte rinominate a memoria dell’alto tributo pagato dai partigiani alla Resistenza. Ma per tutti i bolognesi questa è sempre “la Cirenaica”. Ritrovo Chiesa di Sant’Egidio (via San Donato, bus n 20) Ore 16.30 Guide: Anna Cocci Grifoni ed Elisabetta Arioti. Info 051.222788 (lunedì/venerdì 16.30 alle ore 19.30) TrekkingItalia in collaborazione con l’Archivio di Stato

Il Giardino di Pimpinella: un viaggio nei profumi. Un viaggio nel mondo delle aromatiche, scoprirne gli usi e le proprietà, e partecipare alla distillazione per ottenere l’olio essenziale e l’acqua aromatica. Si parlerà di come coltivare le piante aromatiche, di aromaterapia e di come impiegarle nella vita di tutti giorni (in cucina, cosmesi, cura). Ritrovo ore 11.00 visita al giardino con descrizione delle piante aromatiche e raccolta. Pranzo con piatti a base di erbe e fiori aromatici, profumati e colorati! Pomeriggio: laboratorio di distillazione e lezione all’aria aperta sulle proprietà ed usi delle piante aromatiche e sull’uso degli oli essenziali. Per info 389.9703212 e-mail: info@pimpinella.it Fattoria Didattica Pimpinella

Trekking con il treno: itinerando sulla via Francigena della Sambuca – antico pellegrinaggio verso Roma. Ritrovo ore 6.50 Stazione di Bologna Centrale Piazzale Ovest. 10.20 Inizio escursione a piedi Ponte della Venturina fine escursione a Porretta Terme. Ore 19.35 orario previsto a Bologna Centrale. Costo quota CAI 2€, non soci 5€. Info 3319184640 Cai Bologna, Provincia di Bologna

Urban Rafting Reno. Un suggestivo percorso di conoscenza del fiume Reno, che sarà disceso in gommone. Il tratto cittadino del fiume più importante per il nostro territorio, torna ad essere accessibile e vivo. Ritrovo 16.30 Centro Sportivo Barca Reno, via Raffaello Sanzio 6 (bus 36 Centro Sportivo Barca). Costo 12€ adulti, 8€(sotto i 12 anni )Info 0510474235 info@vitruvio.emr.it Associazione Vitruvio

Domenica 3 giugno

Trekking con il treno percorso “Dalla Luna a IT.A.CÁ” Dal Parco dei Gessi a P.zza Maggiore nel cuore del Festival IT.A.CÁ migranti e viaggiatori IV Edizione. Ritrovo ore 10,00 a piedi da Ponticella capolinea bus linea 11B. Ore 16,00 orario previsto in P.zza Maggiore. Costo: quota CAI 2€ , non soci 5€. Info 3319184640 CAI Bologna e Provincia di Bologna

Codice Vitruvio: la caccia al tesoro di Vitruvio, sbarca sulle rive del fiume Reno. La scoperta di questi luoghi avviene attraverso diverse prove che indagheranno gli aspetti storici e naturalistici del territorio. L’orienteering e l’avventura a km 0 lungo le rive del fiume renderanno la conoscenza di questo territorio ancora più entusiasmante. Ritrovo 16.30 Centro Sportivo Barca Reno. Costo 12€ adulti, 8€ ragazzi sotto i 12 anni Info 0510474235 info@vitruvio.emr.it Associazione Vitruvio

Trekking Urbano: il Fiume in festa. Su e giù lungo il Fiume alla scoperta di parchi e curiosità di Casalecchio. Ritrovo 9.30 dalla Casa per la Pace La Filanda, itinerario poco impegnativo adatto anche ai bambini e gadgets ai partecipanti a cura di Percorsi di Pace. Inoltre sono previste visite guidate alla Chiusa di Casalecchio e alla Casa dei Ghiacci a cura di Casalecchio Insieme, mercatini biologici e a kilometri zero a cura di Pro Loco Casalecchio. Info  051 598111 Casalecchio Insieme / Pro Loco Casalecchio

Viaggio in Risciò tra le vie bolognesi 393 0202456 Primavera Urbana/Bi-Bo

Urban Rafting Navile: la storia del Canale Navile sarà ripercorsa navigando in gommone sulle sue acque. La pianura bolognese e la sua industria sono state in gran parte legate alle sue vie d’acqua. Il Navile ha rappresentato per molto tempo l’asse dei commerci bolognesi verso Ferrara e Venezia e l’Europa intera. Ritrovo ore 15.00 e 16.30 Parco di Villa Angeletti, ingresso via de’ Carracci. Costo € 12 solo percorso Urban Rafting Navile € 4 percorso naturalistico €8 percorso Bici Tour Navile. Info 0510474235 Associazione Vitruvio

IT.A.CA Contest | Concorso internazionale di parole e immagini 2011

IT.A.CA_Contest
IN VIAGGIO VERSO CASA 
I Edizione 2011

Concorso internazionale di parole e immagini

I edizione Itaca_Contest organizzato dall’Associazione YODA di Bologna e dall’Associazione PenTales di New York. Concorso internazionale di parole e immagini sul tema: “In viaggio verso casa”. All’interno della III edizione di IT.A.CÀ migranti e viaggiatori: festival del Turismo Responsabile dal 22 al 29 maggio 2011 a Bologna e luoghi vari.

Tre le sezioni: fotografia, illustrazione, racconto breve.

Cosa significa essere in viaggio verso casa?
Il concorso vuole esplorare come il viaggio parta da casa e arrivi a casa (ît a cà = sei a casa? in dialetto bolognese), una casa interiore e simbolica, una Itaca ideale, da raggiungere con un percorso di senso, dove centrale è il modo di affrontare il viaggio più che la meta da raggiungere. Il concorso si propone di valorizzare le diverse esperienze di viaggio (migrazione, turismo, scoperta…) dando spazio a voci, sguardi e linguaggi diversi.

A chi si rivolge il concorso
Viaggiatori, turisti, migranti, artisti, scrittori, illustratori, fotografi, studenti e tutti coloro che hanno voglia di raccontare la propria visione, esperienza e interpretazione originale di viaggio con un racconto breve, una fotografia, una illustrazione.

Come partecipare:
Il concorso è diviso in tre sezioni, valutate da giurie internazionali di esperti:

1. Racconto breve massimo 500 parole/Formato del file: documento word

2. Fotografia con didascalia (max 20 parole)
Dimensioni dell’immagine: 1770 x 2480 pixel (ovvero 150 x 210 mm, 300 dpi)
Dimensione massima del file: 1MB
Formato del file: jpg
(Qualsiasi altro FILE non verrà accettata)

3. Illustrazione con didascalia (max 20 parole)
Dimensioni dell’immagine: 1770 x 2480 pixel (ovvero 150 x 210 mm, 300 dpi)
Dimensione massima del file: 1MB
Formato del file: jpg

Gli autori possono concorrere anche per più di una sezione, sottoponendo però non più di un’opera per tipo. Ogni partecipante dovrà inviare un’e-mail con i propri dati e contatti e con la didascalia dell’immagine/illustrazione, quest’ultima da allegare in formato jpg alla mail. Per chi sceglierà di inviare un racconto breve valgono le stesse modalità di invio, il file contenente il racconto sarà in formato.doc e verrà allegato alla mail di presentazione.

Le opere vanno inviate a itacacontest@gmail.com entro il 2 maggio 2011.
Importante: dai al tuo file il tuo nome_cognome (Es: ulisse_nessuno.doc oppure ulisse_nessuno.jpg).

Le giurie internazionali
Le opere saranno selezionate da una prestigiosa giuria internazionali fra New York e Bologna.

Per la sezione scrittura: Patrizio Roversi, Paolo Nori, Pap Khouma.
Per la sezione fotografia: Mario Cresci, Giulio Di Meo, Drew Doggett, Barth Falkenberg, Clare Robinson.
Per la sezione illustrazione: Fabian Negrin, Vanna Vinci, Sara Colaone, Steven Guarnaccia, Sergio Ruzzier.

Premiazione
Le giurie sceglieranno due opere per ogni sezione. Le opere selezionate saranno premiate durante la settimana di IT.A.CA’ migranti e viaggiatori: Festival del turismo responsabile, durante due eventi che avranno luogo a Bologna (www.festivalitaca.net) e a New York (www.pentales.com)
Alle opere verrà data massima visibilità dai partner del progetto, sui loro siti e negli eventi collegati al Festival.

Date
1 Marzo – 20 Aprile 2011_Apertura del concorso
7 maggio 2011_Annuncio dei vincitori e dei finalisti
22-29 maggio 2011_Esposizione delle opere, reading e premiazione (in contemporanea a BO e NY)

––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

I VINCITORI della I Edizione di IT.A.CÀ CONTEST: “In viaggio verso casa”

Fotografia

The WINNER 2011 is: Roberto Ricciuti con la foto “Trasloco in motorino. Cambogia”

Menzione Speciale ITACA 2011: Fernanda Uribe con la foto “Inside”

Illustrazione

The WINNER 2011 is: Alessandro Palmacci

Menzione Speciale ITACA 2011: Marco Paci

Racconto Breve

The italian WINNER 2011: Anna Maspero con il racconto Anna_Maspero

The american WINNER 2011: Janet Scrivens with the paper “A Taste of Heaven”

Menzione Speciale ITACA 2011: Amanda Lorien Freire Ruiz con il racconto Amanda Freire

Le prime dieci opere finaliste per ogni sezione del concorso:

Fotografia

Furio Agiman, Antonguido Benigno, Jacopo Baccani, Simone Baldo, Lorenzo Burlando, Emanuele Chinnici, Grazia De Lucca, Virginia Farina, Roberto Ricciuti, Fernanda Uribe

Illustrazione

Brunella Baldi, Agnese Baruzzi, Laura Burroni, Elisa Caroli, Isabella Costerman, Giulia Guerra, Serena Marangon, Marco Paci, Alessandro Palmacci, Laura Paoletti

Racconto breve

Francesco Gesuete, Amanda Lorien Freire Ruiz, Maja Marovic, Anna Maspero, Laura Pergolizzi, Janet Scrivens

Video realizzato da Dario Alejandro Barletta