Festival I Edizione 26 – 28 giugno 2009

Il 26 giugno a Bologna si è aperta la I edizione del festival sul turismo responsabile ( ît a cà = sei a casa? in dialetto bolognese) Un evento di 3 giorni per riscoprire Bologna e dintorni, per trovare il desiderio di conoscenza e scoperta (fuori dalle rotte di turismo di massa) del mondo vicino e lontano da casa. Il Festival disseminato per la città: ha avuto come sede principale il Giardino Lorusso (Ex Bestial Market Via Berti 2/3 – Via dello Scalo 21)

Evento organizzato da: Associazione YODA, COSPE onlus e NEXUS EmiliA-Romagna

Con il patrocinio di AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile), della Provincia di Bologna e della Regione Emilia Romagna.

L’iniziativa è stato realizzato nel quadro delle attività del Progetto co-finanziato dalla Commissione Europea: “Tourisme Responsable instrument de lutte contre la pauvreté”.

In collaborazione con CESTAS, Associazione Comunicattive, Loop srl, Gruppo KRILA, Crossmode.it, CostArena, Centro Anziani G.Costa, Associazione Baba Jaga, Fondazione Villa Ghigi, Cooperativa Dulcamara, Cooperativa NHELETE, Parco dei Gessi Bolognesi, Il Rovescio, Capoeira Angola Palmares-Bologna, Didasco, Museo della Civiltà Contadina, Parco Regionale dell’Abbazia di Monteveglio, Ecologisti s.p.a, Le Cesarine Home Food, Ethnos Produzioni Televisive, Ass.ne Tambaba- Bologna, Quelli che la Biblioteca Vivente, Il mercato diverso-Bologna, Boscaglia, City Farm, T-ERRE Turismo Responsabile, Ass.ne Eloheh, Fattoria Sociale Agrobiologica Didattico-Pedagogica L’Orto, Rete Fattorie Didattiche provincia di Bologna, Associazione Vitruvio,Viaggiare Balcani, Consorzio Sociale Goel, Viaggi e Miraggi, Viaggi Solidali, Planet viaggiatori Responsabili, Wwf Bologna Metropolitana, Gaia Bologna.

La realizzazione del festival ha portato alla formazione di una rete operativa tra differenti realtà che si occupano di turismo responsabile sia sul territorio nazionale sia a livello internazionale. Le azioni proposte all’interno del progetto vedono l’attiva collaborazione di buona parte delle realtà sopra citate e della rete di supporto di ogni organizzazione. Si è trattato fin dalla fase di progettazione di un intenso lavoro di rete e condivisione di obiettivi e strategie da parte dei partner coinvolti. 

Importante è stata la creazione degli itinerari pensati e proposti alla cittadinanza durante le tre giornate del festival alla scoperta della città e dei dintorni di Bologna, dai parchi alla scoperta delle fattorie didattiche e musei legati alla tradizione.
Durante le 3 giornate sono state proposte 20 visite guidate, pensate per tutte le età, alla scoperta dei lati meno conosciuti di Bologna e dintorni: vecchie botteghe e antichi mestieri, sotterranei e rovine romane, fattorie didattiche e gite nei parchi regionali sono stati la cornice a mostre, concerti ed eventi sul turismo responsabile.

Scarica > REPORT_Festival IT.A.CÀ 2009

Chi ha parlato del festival


YODA APS
Via della Salita 31, 40138 – Bologna (BO)
info@gruppoyoda.orgwww.gruppoyoda.org
C.F. 91161380372 – P. IVA 03267091209

Privacy Policy

Prodotto originale frutto delle menti felici e creative di Happy Minds Agency