Eventi

Rassegna “Lo sguardo di Ulisse”

L’antropologo Vito Teti scrive che la restanza denota “non un pigro e inconsapevole stare fermi, un attendere muti e rassegnati. Indica, al contrario, un movimento, una tensione, un’attenzione. Richiede pienezza di essere, persuasione, scelta, passione. Un avvertirsi in esilio e straniero nel luogo in cui si vive e che diventa il sito dove compiere, con gli altri, con i rimasti, con chi torna, con chi arriva piccole utopie quotidiane di cambiamento”.

La rassegna cinematografica presenta tre pellicole che ci parlano di “restanza” e di resilienza attraverso sguardi differenti di registi meridionali – Corrado Punzi, Daniele de Michele ed Edoardo Winspeare – che hanno raccontato con estrema delicatezza il territorio, il Sud e la sua capacità di resistere alle crisi economiche, alla disoccupazione, al deserto dei luoghi industriali contaminati e alla globalizzazione neoliberista.

Venerdi 5 luglio

Proiezione di Vento di Soave (2017), di Corrado Punzi

Sinossi: Tre storie di ostinata ma contraddittoria opposizione al gigante industriale, raccontano il conflitto tra le narrazioni del progresso e i danni sociosanitari in un territorio a vocazione agricola. I giganti in questione sono le sono le Centrali della zona industriale brindisina: il petrolchimico Eni e la centrale a carbone Enel, situata a Cerano.

Sabato 6 luglio

Proiezione de I Villani (2018), di Daniele De Michele

Sinossi: Un’opera originale che mostra vite, sacrifici e soddisfazioni di chi ha scelto di produrre alimenti sani e genuini. Otto personaggi che portano avanti la loro battaglia quotidiana per rimanere ancorati alla cucina italiana e non cedere alla “globalizzazione” culinaria.

Domenica 7 luglio

In grazia di Dio (2013), di Edoardo Winsperare

Sinossi: Una famiglia è costretta a chiudere la propria fabbrica a causa di ingenti debiti e così i componenti si dividono per prendere ognuno la loro strada: tra i figli, un fratello cambia paese assieme ai genitori, una delle due sorelle insegue le proprie aspirazioni di attrice e l’altra, per non essere schiacciata dalla sventura finanziaria, comincia a lavorare la terra.

Nel paesaggio delle pietre narranti

Trekking a Giuggianello, sulla collina delle ninfe e dei fanciulli. Escursione nella magia del giardino megalitico più bello di Puglia, con il suo suggestivo paesaggio delle pietre narranti, tra storie e leggende, miti e natura. Prenotazione obbligatoria.

Raduno ore 18:00
presso Monte San Giovanni.
Info prenotazioni: 
+39 377 5341053
+39 3285756332

I Racconti griki – La Grecìa Salentina in musica e parole

Nasce nell’ambito del format di promozione e salvaguardia della lingua grika “Evò ce Esù – Io e Te” il pro-gramma di fruizione del territorio pensato per immergere il viaggiatore nell’area di minoranza linguistica della Grecìa Salentina.

Attraverso i luoghi del vissuto, i paesaggi, l’arte, la storia, i beni immateriali, gli eventi, e con linguaggi e approcci differenti e accattivanti, dalla viva voce delle comunità, con Evò ce Esù Experiences è possibile entrare nel racconto di un angolo straordinario di Puglia, diventarne parte e portarlo nel cuore. Le attività sono pensate per rappresentare al meglio un territorio fortemente identitario, impegnato nella battaglia di non lasciare andare via i propri beni immateriali e la voglia di restare per essere custodi ma soprattutto portatori di futuro.

I linguaggi utilizzati saranno quelli della musica e la danza, del cibo di comunità e della lingua e cultura grika; attraverso tre esperienze/racconto il viaggiatore potrà immergersi in prima persona nella musica popolare salentina con un approccio teorico-pratico, caratterizzato dall’apprendimento delle tecniche di base del tamburello e della danza e dall’approfondimento degli aspetti storici, etno-antropologici, religiosi e rituali del Tarantismo; cimentarsi nella preparazione dell’insalata grika, piatto tipico di Martignano e regina di una delle sagre più importanti del Salento, prodotto agroalimentare tradizionale (PAT) riconosciuto quale straordinario esempio di cucina povera, oggi sinonimo di alimentazione sana ed equilibrata oltre che di caratterizzazione territoriale; godere della musicalità della lingua grika grazie ai racconti griki di Pantaleo Rielli, guida turistica abilitata e Rocco De Santis, cantautore griko, per un viaggio spazio temporale nei luoghi simbolo del vissuto griko, tra case a corte, mignani, pozzelle, frantoi, chiese, affreschi, palazzi, piazze… interagendo con la lingua dei padri e la lotta dei figli per la sua sopravvivenza. Tutti i laboratori sono preceduti dalla visita guidata ai beni materiali e immateriali del piccolo borgo griko.

Per info e prenotazioni:

info@parcopalmieri.it 
Tel. +39 389.5544424, | +39 392.3309993

Passeggiata botanica sulla Serra di Supersano

C’era una volta un bosco nel cuore del Salento.

Oggi non esiste più ma numerose specie che lo caratterizzavano sono riuscite ad adattarsi e sopravvivere in simbiosi con la pineta che ricopre la Serra di Supersano.

Durante la passeggiata andremo quindi alla scoperta delle varie specie arbustive e arboree dell’antico Bosco di Belvedere e camminando fra i sentieri e le carrarecce della Serra scopriremo, insieme al nostro giovane esperto, varietà di querce dimenticate, arbusti tipici della macchia e molte altre specie autoctone sconosciute.

Lungo le strade dei Messapi

Escursione a piedi lungo i resti dell’insediamento messapico abbandonato di Muro Tenente.

Muro Tenente è un Parco Archeologico posto al confine fra i territori comunali di Mesagne e di Latiano, in provincia di Brindisi, oggetto di ricerche e scavi da parte della Vrije Universiteit di Amsterdam da oltre 25 anni. Le sue mura monumentali si estendono per oltre due chilometri e mezzo, racchiudendo un insediamento ampio circa 50 ettari.

Durante l’escursione, in un percorso lungo circa 2,5 km, sarà possibile passeggiare sui resti dell’antico insediamento, visitare l’area sacra oggetto d’indagine da parte della missione olandese (i cui scavi riprenderanno il primo Luglio 2019) e la ricostruzione di una casa messapica nel quartiere settentrionale.

L’attività (pet friendly, adatta a famiglie con bambini) verrà condotta dagli archeologi del Parco dei Messapi.

I luoghi di Tancredi

Venerdì 5 e Domenica 7 – Chiesa dei SS. Niccolò e Cataldo collocata all’interno del Cimitero Monumentale di Lecce (viale S. Nicola)

Visita guidata tra romanico e barocco nel tempio voluto da Tancredi d’Altavilla, conte di Lecce e ultimo re dei Normanni. I lavori di questo splendido esempio di arte romanica terminarono nel 1180 quando Tancredi donò ai Benedettini il complesso successivamente passato agli Olivetani.  L’interno, sobrio e severo, si articola su una pianta a croce latina, ed è caratterizzato da tre navate alte e strette, volte a botte e archi a sesto acuto.

Le visite guidate e l’accesso al monumento avverranno nei pomeriggi del 5 e 7 luglio dalle ore 17:00 alle ore 19:00.

Per info: + 39 328 5321916

 

Sabato 6 luglio – Chiesa dei SS. Niccolò e Cataldo e Abbazia di Santa Maria di Cerrate

Visita guidata della Chiesa dei SS. Niccolò e Cataldo, bene promosso dai volontari della Delegazione FAI di Lecce, trasferimento con navetta per la visita dell’Abbazia di Santa Maria di Cerrate, Bene FAI.

  • Ore 11.00: partenza con navetta (ingresso cimitero monumentale).
  • Ore 11.30: visita guidata alla scoperta della storia millenaria dell’Abbazia di Cerrate, che parla di arte e di agricoltura, di monaci orientali, di accorti amministratori partenopei e di generazioni di contadini. La visita sarà un’occasione per apprezzare i restauri da poco conclusi e apprendere le informazioni relative agli scavi archeologici, che aprono significativi squarci sul passato del complesso abbaziale.
  • Ore 12.45: rientro a lecce (arrivo foro boario ore 13.15)

È richiesto un numero minimo di partecipanti

Costo: 15 euro a persona – 13 euro ridotto per iscritti FAI.

Per prenotazioni (entro mattina di venerdì 05/07/2019 LUGLIO)

info: mail. faicerrate@fondoambiente.it  – tel. + 39 0832.361176

Il Mito della bellezza ritrovata!

Ritrovo in Piazza Pisanelli a Tricase per godere della bellezza del centro storico con visita alla Torre Piccola della città, detta anche Torrione, situata a ponente del Palazzo dei Principi Gallone.

Destinazione zona Mito alla scoperta del panorama costiero, raggiungibile anche con possibilità di noleggio bici/scooter elettrico. Accompagnati dal cleanUperitivo a base di prodotti locali, ascolteremo una storia di ritorno alla bellezza e ci immergeremo tutti insieme nel ritmo di un rituale musicale dove sonorità dall’Africa ci riconducono alla nostra Madre Terra!

Partecipazione alle attività con contributo

PROGRAMMA

17.00 – 18.00 Visita Torre Piccola
18.00 – 20.00 Festa del Mito

Per booking:
prolocotricase@libero.it
392-4511787
Via Fabio Pisanello Tricase

Info Point Tricase
meditinere@gmail.com | 0833-777237
Piazza Giuseppe Pisanelli Tricase

Il Mare Dentro

Le mattine, dalle 10,00 alle 13,00 le attività si concentreranno presso il Centro Esperienziale MAREA, con una visita virtuale, immersiva ed esperienziale del Parco Punta Pizzo di Gallipoli nella sala multisensoriale e degli habitat marini del Mediterraneo, attraverso video, realtà aumentata, pavimenti interattivi e realtà virtuale.

I pomeriggi, dalle 17,00 alle 20,00 saranno invece dedicati alla visite reali del Parco e del mare, attraverso visite a piedi o in bicicletta (su prenotazione) a cura di LEGAMBIENTE GALLIPOLI, partner che gestisce le attività ed i servizi escursionistici nell’area Parco Regionale Punta Pizzo, con un itinerario proprio presso il Parco e la visita sul mare, in barca a vela, a cura del partner VELAMBIENTE che, su prenotazione, curerà le escursioni nel mare, sia presso l’Isola di S. Andrea che verso Punta Pizzo, fronte mare.

Info e Contatti

Associazione Emys – Centro di Cultura del Mare MAREA

Renato Pacella – 3477039082

www.mareagallipoli.it

https://it-it.facebook.com/mareagallipoli/

https://www.instagram.com/mareagallipoli/

info@mareagallipoli.it

Il mulino di comunità, alla scoperta di un simbolo della Restanza

IL PRIMO MULINO DI COMUNITÀ DELLA PUGLIA È REALTÀ

Arnese per praticare la democrazia del cibo, incentivo per l’agricoltura sana sul territorio, ma anche luogo di cultura e strumento di lotta allo spopolamento nelle aree rurali del Salento: il primo mulino di comunità della Puglia.

Il mulino, ideato dall’associazione Casa delle Agriculture Tullia e Gino, è un centro di trasformazione polivalente dei cereali di qualità e servirà a dare valore ad una grande biodiversità cerealicola e leguminosa. È il frutto di un percorso che ha intrecciato in maniera virtuosa la spinta dal basso alla collaborazione istituzionale, in un vero progetto corale, esperimento unico in tutta Italia.

Il Mulino è un posto magico, e vogliamo viverlo insieme a voi, per questo vi aspettiamo Domenica 7 luglio, per vivere una giornata con l’associazione Casa delle Agriculture e la cooperativa, per entrare in contatto con un posto magico, approfondire la conoscenza dei grani, delle spighe e delle diverse tipologie di semole o farine, e per molire insieme i grani antichi delle nostre terre, cogliendo l’occasione per degustare all’interno del mulino un pranzo dai campi.

Ritrovo h10.00 (Mulino di comunità, via depressa,3 – Castiglione d’otranto).
Il costo di partecipazione è di 10 euro a persona compreso aperitivo.
Prenotazione obbligatoria. (min 8 persone)

Contatti:
Alessandra > 335 648 7504 | Donato > 320 071 0681

Rassegna “Lo sguardo di Ulisse”

L’antropologo Vito Teti scrive che la restanza denota “non un pigro e inconsapevole stare fermi, un attendere muti e rassegnati. Indica, al contrario, un movimento, una tensione, un’attenzione. Richiede pienezza di essere, persuasione, scelta, passione. Un avvertirsi in esilio e straniero nel luogo in cui si vive e che diventa il sito dove compiere, con gli altri, con i rimasti, con chi torna, con chi arriva piccole utopie quotidiane di cambiamento”.

La rassegna cinematografica presenta tre pellicole che ci parlano di “restanza” e di resilienza attraverso sguardi differenti di registi meridionali – Corrado Punzi, Daniele de Michele ed Edoardo Winspeare – che hanno raccontato con estrema delicatezza il territorio, il Sud e la sua capacità di resistere alle crisi economiche, alla disoccupazione, al deserto dei luoghi industriali contaminati e alla globalizzazione neoliberista.

Venerdi 5 luglio

Proiezione di Vento di Soave (2017), di Corrado Punzi

Sinossi: Tre storie di ostinata ma contraddittoria opposizione al gigante industriale, raccontano il conflitto tra le narrazioni del progresso e i danni sociosanitari in un territorio a vocazione agricola. I giganti in questione sono le sono le Centrali della zona industriale brindisina: il petrolchimico Eni e la centrale a carbone Enel, situata a Cerano.

Sabato 6 luglio

Proiezione de I Villani (2018), di Daniele De Michele

Sinossi: Un’opera originale che mostra vite, sacrifici e soddisfazioni di chi ha scelto di produrre alimenti sani e genuini. Otto personaggi che portano avanti la loro battaglia quotidiana per rimanere ancorati alla cucina italiana e non cedere alla “globalizzazione” culinaria.

Domenica 7 luglio

In grazia di Dio (2013), di Edoardo Winsperare

Sinossi: Una famiglia è costretta a chiudere la propria fabbrica a causa di ingenti debiti e così i componenti si dividono per prendere ognuno la loro strada: tra i figli, un fratello cambia paese assieme ai genitori, una delle due sorelle insegue le proprie aspirazioni di attrice e l’altra, per non essere schiacciata dalla sventura finanziaria, comincia a lavorare la terra.

La lotta di chi resta

In seguito al progetto Trans Adriatic Pipeline (TAP) per la realizzazione del gasdotto che porterà gas naturale dall’Azerbaijan in Europa – attraversando la Grecia settentrionale, l’Albania e l’Adriatico per approdare a San Foca e collegarsi alla rete nazionale -, in Salento nel 2012 si è costituito il movimento NO TAP al fine di contrastare la costruzione della grande opera e “per la tutela e la salvaguardia dei territori, per l’autodeterminazione delle popolazioni che credono in un modello di sviluppo sostenibile, diverso da quello imposto, contro la speculazione finanziaria a scapito delle comunità”.

Viene proposta la visione del documentario “Un anno di lotta” di Baba Paradiso.

A seguire dibattito.

Info e contatti:

alterazionek@gmail.com

Piergiorgio 3398227727

https://www.facebook.com/AlterAzione.Lecce/?ref=bookmarks

http://www.melendugnotoyou.it/

Sfida tra poeti semiseri

Una serata poetica, un gioco, una gara (slam poetry direbbe lo zio d’America) che prevede diversi partecipanti e un solo vincitore. Il tema proposto è la restanza.
Non ci sono né limiti di età né vincoli alla fantasia; vedrete alternarsi poeti urbani, rurali, popolari o borghesotti, amanti dei palinsesti poetici o dei versi raschiati.
Poche regole per questa sfida :
– 2 manche a testa per declamare i testi scritti di proprio pugno
– sono ammessi oggetti di scena e costumi bizzarri o accompagnamenti musicali
– la giura sarà una giuria popolare scelta a caso tra il pubblico e da un Presidente di giuria che stabilirà i criteri di valutazione e ne decreterà il vincitore
– affinatissimo senso della spericolatezza

Il vincitore oltre a fregiarsi del titolo di Poeta Semiserio di TELA Artisti in Comune, riceverà un cesto colmo dei prodotti della nostra terra tante volte decantata in innumerevoli versi.

La Casa Teatro di Tela è uno spazio di tradizione e memoria è un laboratorio aperto, un intreccio di competenze e creazioni di sinergie per dare vita a nuovi progetti teatrali, musicali ed espressivi, è una vecchia abitazione nel cuore di un antico quartiere di un piccolo paese del salento, dove gran parte del tempo segue i ritmi della natura.

Info e contatti:

Associazione.tela@gmail.com

Semeraro Stefania A. 3471492114

https://www.telaartistiincomune.it/

https://www.facebook.com/telaartistiincomune/