Una gita responsabile

CONCORSO A PREMI PER LE SCUOLE SECONDARIE DI I E II GRADO

DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

Logo ITACA new OK logo_colori_ProvinciaBologna1

Il concorso “Una gita responsabile” nasce dalla consapevolezza del valore formativo del viaggio d´istruzione, inteso come momento di arricchimento culturale, umano e professionale. Una scuola che voglia inscrivere la dimensione formativa del viaggio nel proprio progetto formativo può ricorrere a svariate soluzioni: farne un’area di progetto, declinare un apposito spazio progettuale entro la quota di curricolo locale, organizzare viaggi secondo i principi del turismo responsabile, ritagliare appositi spazi di approfondimento nell’ambito della didattica disciplinare. Il turismo scolastico, dunque, non solo in quanto gita o visita guidata, ma anche come occasione di formazione e apprendimento curriculare.

“Secondo la definizione dell’Associazione Italiana di Turismo Responsabile (AITR), il Turismo Responsabile è quel turismo “attuato secondo principi di giustizia sociale ed economica e nel pieno rispetto dell’ambiente e delle culture. Il turismo responsabile riconosce la centralità della comunità locale ospitante e il suo diritto ad essere protagonista nello sviluppo turistico sostenibile e socialmente responsabile del proprio territorio”. AITR

Il concorso è promosso nell’ambito del progetto IT.A.CÀ: ospitalità di qualità e cura del buon vivere, realizzato daAssociazione YodaCospeNexus Emilia Romagna e AITR (Associazione Italiana di Turismo Responsabile) in collaborazione con la Provincia di Bologna – Servizio Attività Produttive e Turismo.

Per informazioni: Samanta Musarò turismoscolastico@cospe.org www.festivalitaca.net

rainforest

*Foto di Samanta Musarò

REGOLAMENTO

Art. 1 – Finalità

“Una gita responsabile” è un concorso che vuole sensibilizzare i giovani delle scuole di I e II grado della provincia di Bologna sulle tematiche del turismo responsabile e promuovere nelle scuole del territorio un’adeguata cultura del viaggio, rispettosa delle identità locali e protesa alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale.

Il concorso intende raccogliere, valorizzare e premiare le proposte di viaggi di istruzione e/o attività didattiche già realizzati (o da realizzare) e attuati secondo i principi del turismo responsabile come descritto nella Carta Etica del Turismo Scolastico, in allegato e parte integrante di questo regolamento.

Art. 2 – Destinatari

Sono candidate al premio finale del concorso tutte le classi di scuole secondarie di I e II grado della Provincia di Bologna.

Art. 3 – Contenuti

Sono ammessi i progetti presentati dalle scuole riguardanti, a pena di inammissibilità, le attività didattiche e/o viaggi di istruzione attuati o da realizzare rispettando i criteri ed i principi inerenti il turismo responsabile (vedi Carta Etica del Turismo Scolastico).

Pertanto, le proposte dovranno approfondire uno o più dei seguenti temi preparatori, concomitanti e/o successivi al viaggio di istruzione:

• pluralismo delle culture e delle religioni, solidarietà fra i popoli; • legalità e giustizia; • diritti umani e diritti delle donne; • sostenibilità ambientale; • solidarietà tra le generazioni, integrazione sociale; • lotta al razzismo e valorizzazione di esperienze di inclusione e accoglienza.

Art. 4 – Tipologia di prodotti accettati

Le classi possono candidarsi in una, o più, delle seguenti sezioni:

SEZIONE A: Il POF (Piano dell’Offerta Formativa) in viaggio

I progetti devono descrivere attività didattiche realizzate o da realizzare nel prossimo anno scolastico che coinvolgano insegnanti e studenti (lezioni e/o testimonianze, mostre, rassegne o spettacoli musicali, cinematografiche, teatrali, oppure seminari, corsi di formazione, ecc.) della scuola che presenta domanda di partecipazione.

SEZIONE B: Un viaggio da sogno

I progetti devono descrivere viaggi di istruzione realizzati o da realizzare nel prossimo anno scolastico che coinvolgano insegnanti e studenti della scuola che presenta domanda di partecipazione.

Per progetti si intende un insieme di testi e immagini (MAX 1000 parole e 10 immagini) capaci di descrivere il contesto, gli obiettivi formativi e le modalità di realizzazione della proposta che si vuole candidare.

Art. 5 – Criteri per l’ ammissione dei prodotti

Potranno essere ammessi alla valutazione i prodotti in possesso dei seguenti requisiti: essere presentati da una classe di una scuola secondaria di I e II grado della provincia di Bologna; essere inoltrati nei termini e nelle scadenze previste dal presente regolamento; essere riferiti ad una delle sezioni (A – B) previste dal concorso;

L’elaborato dovrà riportare chiaramente, a pena di inammissibilità:

1.l’indicazione dell’Istituto e della classe; 2.il nome dei docenti referenti; 3.la sezione del concorso per la quale si intende concorrere.

Art. 6 – Modalità di partecipazione

La partecipazione al concorso è gratuita e riservata alle classi di scuole secondarie di I e II grado della Provincia di Bologna che hanno realizzato o intendono realizzare nel prossimo anno scolastico attività didattiche o viaggi organizzati secondo i principi del turismo responsabile (vedi in allegato la Carta Etica sul Turismo Scolastico).

Gli Istituti che intendano partecipare al concorso dovranno inviare un elaborato scritto, insieme alla scheda di iscrizione (in allegato) firmata dal Dirigente Scolastico entro il 15 aprile 2014:

– per posta a COSPE via Lombardia 36 – 40139 Bologna, all’attenzione di Samanta Musarò – oppure via mail a: turismoscolastico@cospe.org

 Ogni classe potrà inviare al massimo due proposte.

Art. 7 – Premi

I premi per le 2 sezioni del concorso “Una gita responsabile” sono:

I sezione_“Bologna e le acque” del Comune di Bologna è un percorso che farà conoscere i luoghi che hanno suggellato questo legame esclusivo tra Bologna e le sue acque: il canale Reno, il torrente Aposa, le fontane cittadine. Al termine del percorso ci sarà un laboratorio sul tema dell’acqua della durata indicativa di un’ora e mezza presso Start – Laboratorio di Culture Creative (Voltone del Podestà) o presso il Museo del Patrimonio Industriale.

II sezione_“Urban Rafting Reno” dell’associazione Vitruvio, è un suggestivo percorso in gommone di circa due chilometri, con navigazione sul fiume. Verrà esplorato il tratto cittadino del corso d’acqua, con l’obiettivo di renderlo vivo e accessibile a tutti. Una volta giunti al punto di sbarco in gommone, il percorso di ritorno verrà effettuato a piedi, circa due chilometri di passeggiata lungo il fiume, con una guida che racconterà delle caratteristiche ambientali della zona del Reno.

Ad entrambe le classi vincitrici verrà consegnato il “Kit del viaggiatore sostenibile” con all’interno:

– “Turismo Responsabile: che cos’è come si fa”, piccolo manuale edito dal Touring Club – “La Guida Migrante: itinerari di turismo responsabile” curato da Viaggi Solidali – “Per un turismo scolastico nuovo e responsabile” di Renzo Garrone – “Io viaggio responsabile!” del WWF

Art. 8 – La giuria

Tutto il materiale pervenuto verrà visionato da una commissione costituita da membri delle associazioni promotrici che sceglierà gli elaborati meritevoli di essere ammessi alla fase finale del concorso.

La giuria sarà composta da:

Iaia Pedemonte – Una giornalista free lance, convinta che i gradi di civiltà si misurino con il rispetto e la curiosità per natura e culture. Ha unito le sue professionalità di giornalista e esperta di turismo per informare su angoli di mondo e modi di vita autentici, ha fatto tivù e scritto inchieste, reportage, manuali. Da giornalista-reporter a reporter-operatore umanitario, ha studiato come operare nei Paesi in via di sviluppo o dopo le emergenze, ed ha lavorato sul campo in Yemen, per un progetto di eco-turismo delle Nazioni Unite. E per unire le varie esperienze con quello che sa fare, ha fondato il sito genderresponsibletourism, dedicato alle donne che lavorano nel turismo.

Carlo Cencini è stato professore ordinario di Geografia presso l’Alma Mater Studiorum Università di Bologna fino al pensionamento nel 2012. Già direttore dell’Istituto di Geografia e coordinatore del Dottorato di Ricerca in “Qualità ambientale e sviluppo economico regionale”. È condirettore della rivista “Natura e Montagna” e responsabile della collana di Geografia della Pàtron di Bologna. È autore di circa 200 pubblicazioni su: il rapporto economia-ambiente, lo sviluppo sostenibile, la conservazione della natura, il turismo sostenibile, ecc.

Doriana Bortolini ha ideato, progettato, organizzato attività e servizi per i giovani per più di 30 anni. Dal 1982 al 2013 ha condotto il servizio scambi e soggiorni di studio internazionali per il Comune di Bologna. Ha fondato il network flashgiovani, ideando in particolare il sito giramondo.org, spazio virtuale finalizzato allo sviluppo e disseminazione di esperienze di educazione e formazione multiculturale. Ha curato nel 1990 il volume: “Verso una formazione europea e internazionale. Il ruolo degli scambi giovanili nell’esperienza del Comune di Bologna” e nel 2013 il volume “Una finestra sul mondo: 30 anni in viaggio col Comune di Bologna” con Kappa Editrice.

La giuria così composta, esaminerà successivamente gli elaborati e sceglierà per ciascuna sezione il migliore elaborato, formulando il giudizio secondo i seguenti criteri:

1.rispondenza al tema del Concorso 2.esaustività della trattazione 3.creatività / innovazione nel trattamento del tema 4.interdisciplinarietà 5.chiarezza dell’elaborato 6.coinvolgimento e partecipazione degli studenti 7.scelta del luogo del viaggio/tema dell’attività didattica

Per ciascun criterio saranno assegnati da 1 a 10 punti.

Il giudizio della Giuria è insindacabile.

Art. 9 – Proclamazione dei vincitori

La scelta delle due classi vincitrici (1 per la sezione A e 1 per la sezione B) avverrà entro il 20 maggio 2014 e verrà comunicata tramite e-mail direttamente alle scuole vincitrici e mediante pubblicazione sul sito del  IT.A.CÀ migranti e viaggiatori festival del turismo responsabile.

Le due classi verranno premiate con un evento nella giornata di MERCOLEDI 28 MAGGIO 2014 organizzato in occasione della VI edizione di IT.A.CA Festival del Turismo Responsabile, che si terrà dal 30 maggio all’ 8 giugno 2014.

Le 6 migliori proposte saranno inoltre pubblicate sul sito di IT.A.CÀ migranti e viaggiatori festival del turismo responsabile

Art. 10 – Disposizioni finali

La partecipazione al concorso implica la conoscenza e accettazione delle norme contenute nel presente Regolamento; il mancato rispetto anche di un solo punto di esso sarà motivo di esclusione.

Si assicura che i dati personali verranno trattati con la riservatezza prevista dalla legge in vigore (legge 196/03) e utilizzati esclusivamente per lo svolgimento del concorso. Su richiesta questi potranno essere rettificati o cancellati.

Per quanto non esplicitamente previsto dal Regolamento e per ogni eventuale controversia ogni competenza è demandata ai promotori del concorso.

Scarica il regolamento – bando concorso_turismo scuole Scarica la scheda di partecipazione – scheda di iscrizione_concorso