Questa “tappa zero” nel fragile territorio dei Monti Sibillini è solo un piccolo e importante punto di partenza in vista di un percorso sul turismo responsabile tra il festival, gli operatori, il Parco e le comunità del territorio, nell’ottica della contaminazione e dell’immaginare insieme un futuro post-terremoto all’insegna della sostenibilità ambientale, economica e sociale. La tappa è coordinata da C.A.S.A. | Cosa Accade Se Abitiamo e tante preziose anime del territorio, con il patrocinio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

L’appuntamento di quest’anno si terrà in collaborazione con ProLoco Ussita7.1 e in occasione del passaggio ad Ussita (MC) della Lunga Marcia nelle Terre Mutate 2018, il viaggio-evento per promuovere il Cammino nelle Terre Mutate, un progetto di turismo lento nei luoghi colpiti dal sisma, aperto a tutti e organizzato da Movimento Tellurico.

Programma

Organizzato da

In collaborazione con

Con il patrocinio di

Main Media Partner

Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi – Marcel Proust