HeraGo-O: l’orienteering va in città! Aperte le iscrizioni all’evento finale: un pozzo di scienza [25 maggio 2019]

HeraGo-O

Sabato 25 maggio 2019 

Gara di orienteering su acqua, energia e ambiente in giro per Bologna

––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

Compila QUI il FORM ONLINE per iscriverti!

––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

La grande novità del 2019 al pozzo di scienza è un’agguerrita gara di orienteering all’interno della XI° edizione di IT.A.CÀ migranti e viaggiatori: festival del turismo responsabilea Bologna.

Curiosità, orientamento e ragionamento creativo per una sfida che si snoderà in un percorso nel centro storico di Bologna, utilizzando una mappa e spostandosi esclusivamente a piedi.

Un nuovo modo di esplorare la città e i suoi segreti in cerca punti-lanterna – tra cui molti quesiti saranno a tema Hera – preziose stazioni per aumentare il vostro punteggio e condurvi alla vittoria!

COS’È L’ORIENTEERING?  

L’orienteering è uno sport all’aria aperta che unisce impegno fisico, mentale e scoperta del territorio. L’obiettivo di questo è raggiungere una serie di luoghi segnalati in vari modi (lanterne, adesivi qr code, ecc.) scegliendo liberamente la strada tra uno e l’altro attraverso l’uso di una mappa. Il passaggio attraverso i vari punti viene segnalato grazie a un sistema che ha lo scopo di identificare univocamente ciascun luogo di arrivo.

Guarda la mappa e la legenda… e inizia a prendere confidenza con questo strumento di orientamento!

Il gioco consiste in un percorso nel centro storico di Bologna, composto da varie tappe che potranno essere raggiunte nell’ordine preferito, utilizzando una mappa da orienteering e spostandosi esclusivamente a piedi.

Lungo il percorso i partecipanti dovranno rispondere a una serie di quesiti in corrispondenza di dei punti di controllo: quesiti semplici sulla città per guidarti nell’osservazione e farti rallentare per scoprire particolari più o meno nascosti a uno sguardo distratto.

Ma non rallentare troppo!
Dovrai raggiungere l’ultimo luogo in un tempo massimo di tre ore! 
Il punto di ritrovo, la partenza e l’arrivo è presso Le Serre dei Giardini Margherita.

PROGRAMMA ORARI  

Ci si raduna tutt* davanti all’entrata delle Serre dei Giardini Margherita (via Castiglione, 134)

Qui riceverete un adesivo di riconoscimento, la mappa, la scheda e la penna per rispondere ai quesiti che troverete durante il percorso. Inoltre, il nostro team vi darà tutte le info utili! Noi risponderemo a tutti i vostri dubbi.

  • ⇨ h14.30 Orario di ritrovo!
  • ⇨ h15.30 Inizio del gioco: si parte!
  • ⇨ h18.30 Termine del gioco: consegna del materiale di gioco!

REGOLE DEL GIOCO  

◑ Ogni squadra è composta da due partecipanti [da ricordare al momento dell’iscrizione!] 
Durante il gioco,
la squadra non si può dividere.

Non è ammesso l’uso di alcun mezzo di trasporto: tutte le squadre possono muoversi esclusivamente a piedi.

Sulla mappa è indicata una serie di punti di controllo che i partecipanti possono raggiungere nell’ordine che preferiscono: fa parte della strategia scegliere come percorrere la città per raggiungere le tappe.

Il tempo massimo è di 3 ore a partire dall’ora del via: meglio arrivare in anticipo che dopo le tre ore! Infatti, chi arriva in ritardo dovrà rinunciare a tre punti del suo punteggio complessivo. Quindi, Se non avete raggiunto tutti i punti di controllo al termine delle tre ore tornate comunque alla base!

◑ In corrispondenza di ogni punto di controllo troverete un adesivo di colore bianco e arancione come questo:

◑ I partecipanti testimoniano il passaggio per i punti di controllo rispondendo al quesito che troverete sull’adesivo.

> La risposta corretta al quesito vale un punto.

> La risposta errata al quesito vale zero punti.

> La mancata risposta al quesito vale zero punti.

◑ L’ultimo adesivo rappresenta l’ultimo punto da raggiungere, subito prima di tagliare il traguardo.

◑ La classifica viene costituita calcolando il punteggio ottenuto grazie al numero di risposte corrette; in caso di parità di punteggio vince chi ha raggiunto prima l’ultimo adesivo.

INFO ISCRIZIONE  

Ci si può iscrivere online entro il 19 maggio 2019!

Per i ritardatari è possibile iscriversi il giorno della gara, ma attenzione!
Il giorno della gara ci saranno solo 20 posti disponibili!

Compila QUI il FORM ONLINE per iscriverti!

––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––Iscrizione gratuita!

*Se sei minorenne, compila il modulo di iscrizione con uno dei tuo genitori! abbiamo bisogno della sua autorizzazione per la tua partecipazione!

PREMI  

1° Premio – Un viaggio a scelta tra 5 mete ed esperienze diverse!

★ Via degli Dei ★

Due notti e tre giorni per due persone, pernottamento con piccola colazione in alberghi, agriturismi o B&B sulla via degli Dei, cestino per il pranzo, trasporto bagagli da una struttura all’altra, cartina.

Bologna, con il suo centro storico medievale perfettamente conservato e i suoi 40 km di portici, è il punto di partenza dell’itinerario, Firenze, patrimonio dell’Unesco per la sua importanza nella storia dell’arte mondiale, il luogo d’arrivo.

In mezzo l’Appennino Tosco Emiliano, con le sue eccellenze: la Riserva Naturalistica del Contrafforte Pliocenico ricca di fossili e conchiglie risalenti a 4 milioni di anni fa, la “Flaminia militare”, strada costruita nel 187 a.C. per volontà del console romano C. Flaminio, il Castello del Trebbio, voluto da Cosimo I de’ Medici per dominare la vallata del Mugello, il Santuario di Monte Senario, dove i frati offrono ai camminatori il liquore “Gemma di Abeto”, segretamente preparato in loco, e la città di Fiesole, borgo gioiello delle colline fiorentine di fondazione etrusca.

★ Colline del Chianti: natura e cucina bio ★

Tre giorni in agriturismo biologico nel cuore delle Colline del Chianti, colazione a buffet, cena tipica a base di specialità locali.

★ Due giorni lontano dalla frenesia quotidiana. Immersi nei ritmi lenti della natura del Trentino Alto Adige ★

Due giorni lontano dalla frenesia quotidiana. Immergiti nei i ritmi lenti della natura del Trentino Alto Adige. Gusta  i prodotti tipici del territorio e scopri i paesaggi delle Dolomiti in carrozza trainata dai cavalli!

★ Portofino Sunset Kayak & Wine tour ★

Escursione in kayak, tuffo con maschera nell’acquario naturale della baia di Paraggi e aperitivo al tramonto sul mare. Partendo dalla spiaggia di Niasca insieme a una guida, si costeggia fino a raggiungere Portofino e ammirare la bellezza del porticciolo dal mare. Continuando a pagaiare si prosegue fino al Faro: il paesaggio si trasforma, si perde qualsiasi traccia di civiltà, e rimane spazio solo per la natura incontaminata. Durante l’escursione è possibile avvistare una grande quantità di specie, tra le quali aironi cenerini, cormorani e delfini. Al termine della pagaiata e dopo un bagno nell’acqua verde cristallina di Niasca, un aperitivo a base di prodotti tipici della Liguria e vino naturale locale.

★ Portofino Kayak e Snorkeling tour ★

Questa escursione prevede un’esplorazione dei fondali della baia di Paraggi all’interno dell’area marina protetta di Portofino alla scoperta della natura incontaminata. E’ previsto un bagno in compagnia di un biologo marino.

2° Premio 

★ Due amache portatili, ultra leggere, ideali per il campeggio 

3° Premio 

★ Due sacchi a pelo unisex, compatti e impermeabili 

–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

PHOTO CHALLENGE INSTAGRAM II° edizione 2019 | #UNITurisBO – 
Turisti non per studio

PHOTO CHALLENGE INSTAGRAM

#UNIturisBO – Turisti non per studio

II°edizione 2019

IT.A.CÀ migranti e viaggiatori: festival del turismo responsabile in collaborazione con Università di Bologna e la Destinazione Turistica Bologna Metropolitana  (dopo il successo della scorsa edizione) lancia per il 2019 #UNIturisBO – Turisti non per studio, photo challenge su Instagram, aperto a tutti.

Un challenge per raccontare attraverso la fotografia il ruolo dell’Università di Bologna come polo di attrazione ‘turistica’ (inter)nazionale.

L’Alma Mater, nella sua dimensione multicampus, attrae moltissimi turisti e viaggiatori, oltre che studenti, grazie al fascino generato non solo dalla sua storia (è l’Università più antica del mondo occidentale), ma anche dai suoi palazzi e musei, dagli affreschi, dai suoi vicoli e piazze, dai portici, dal rosso che regala un’atmosfera sempre calda e accogliente.

Al centro di questa seconda edizione ci sono due importanti temi: il “turismo responsabile” e la “restanza”, intesa non come inerzia e passiva rassegnazione, ma scelta di vita consapevole, presidio attivo del territorio, prendersi cura dei luoghi come beni comuni.

Come scoprire luoghi e culture nel rispetto dell’ambiente e delle persone che ci vivono? Bologna, Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini: in queste città turismo e università si intrecciano, ma in che modo? Attraverso le foto, i partecipanti al challenge potranno immortalare il loro luogo del cuore: posti nascosti, angoli caratteristici, piazze e vie con un valore particolare.

Luoghi conosciuti nel territorio dove si arriva come studenti, si scopre la città come turista e, restando, si vive attivamente conservandola in modo responsabile.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Per partecipare è necessario avere un profilo pubblico su Instagram, postare una foto originale taggando @unibo e @it.a.ca e usando 
#uniturisbo19 #myitaca2019 #restanza entro martedì 30 aprile 2019

GIURIA

La giuria composta da:

  • Mirko Degli Esposti (Vicario dell’Università di Bologna)
  • Giovanna Trombetti (Direttore Area Sviluppo Economico Città metropolitana di Bologna)
  • Lanfranco Massari (Consigliere d’Amministrazione di Bologna Welcome)
  • Pierluigi Musarò (Direttore festival IT.A.CÀ),
  • Sonia Bregoli (Responsabile Comunicazione festival IT.A.CÀ)

sceglierà le tre foto migliori che saranno annunciate sul profilo Instagram e Facebook dell’Università di Bologna, Festival IT.A.CÀ e Bologna metropolitana.

Le foto dei partecipanti potranno, inoltre, essere condivise nei profili Instagram @unibo, @it.a.ca, @bolognametropolitana

PREMIAZIONE 

La premiazione avverrà venerdì 24 maggio 2019 a Bologna durante la giornata di apertura della XI° edizione di IT.A.CÀ Bologna.

––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

PREMI
 


• 1°Premio

Due giorni a scelta per due persone lungo la Via degli Dei (due giorni con 1 notte) per il tratto (Bologna, Brento – Monzuno) con pernottamento a Sasso Marconi. Il cammino verrà fatto in autonomia.
Premio offerto da APPENNINO SLOW

@appennino_slow

www.appenninoslow.it
https://www.facebook.com/appennino.slow/

• 2° Premio

Partecipazione gratuita per una persona ad un itinerario a scelta offerto dall’associazione LIKE LOCALS IN ITALY valida per tutto il 2019.

• 3° Premio

Partecipazione gratuita per una persona ad un Migrantour a scelta offerto dall’associazione NEXT GENERATION ITALY valida per tutto il 2019.

 

Dove dormire e mangiare per il festival IT.A.CÀ Parco Nazionale Monti Sibillini | 25 – 28 aprile 2019

Cari amici viaggiatori e amiche viaggiatrici 
 
parte la I° edizione della tappa sibillina del festival IT.A.CÀ – dal 25 al 28 aprile 2019 – andremo alla scoperta del bellissimo Parco Nazionale dei Monti Sibillini tra Ussita e Fiastra in provincia di Macerata. 
 
 
Il festival è realizzato grazie al confronto, al supporto e all’impegno di tantissime persone, territori e realtà che credono e vogliono impegnarsi per un’idea di turismo più etico e rispettoso dell’ambiente e di chi ci vive, coniugando la sostenibilità del turismo con il benessere dei cittadini.
 
La Restanza – termine nato dall’antropologo Vito Teti e tema nazionale del festival IT.A.CÀ 2019 – è per noi una riflessione collettiva e necessariamente aperta su come abitare le terre colpite dal sisma, contro abbandono e spopolamento delle aree interne dell’Appennino. Riscoperta di memorie e tradizioni perdute per strada, comunità inclusive che si prendono cura l’una dell’altra, messa in discussione dei modelli di sviluppo ostili e calati dall’alto, identità interrotte da recuperare, territorio come bene ma anche come responsabilità comune, centralità e tutela del patrimonio naturalistico, rivendicazione di servizi negati o perduti. Diritto a partire, restare, tornare, arrivare. Dovere di accogliere e non abbandonare.
 
Questa edizione si terrà tra Ussita e Fiastra grazie all’incontro tra C.A.S.A. e Alcina, ma l’obiettivo a lungo termine è quello di unire più territori sensibili ai valori del turismo sostenibile per trasformare IT.A.CÁ – Parco Nazionale Monti Sibillini in un momento di confronto esteso e trasversale, uno spazio di cooperazione e ritrovo tra paesi fragili ma non per questo marginali. Dopo il festival si terrà un incontro tecnico e di messa in rete per l’edizione 2020.
 
 
 
✶ Per chiunque fosse interessato a partecipare:
 
A cura di C.A.S.A. | Cosa Accade Se Abitiamo e Alcina Snc
 

Frontignano di Ussita, foto di Luca Tombesi

IT.A.CÀ le tappe 2019 | Tra restanza e viaggi responsabili dal 25 aprile al 3 novembre

XI edizione
IT.A.CÀ festival del turismo responsabile 
Dal 25 aprile al 3 novembre 2019 
15 tappe nazionali 

Restanza, un nome singolare femminile di profonda attualità, eppure ancora poco conosciuto. Una parola a cui l’antropologo Vito Teti ha dato un senso, un’etica, diffondendo un concetto che porta con sé il significato di ricostruzione.

Un’idea che accompagna ad una riflessione sulla condizione odierna. Alla tensione e al movimento di chi sceglie di restare nella propria terra e da lì ripartire, trasformandola in luogo di risorse, di accoglienza per chi arriva, per chi torna, per chi non se n’è mai andato, compiendo ogni giorno piccoli passi per un cambiamento quotidiano. Perché se è difficile emigrare, a volte è ancora più coraggioso restare. Diventa quasi una sfida, voglia di mettersi in gioco attraverso nuove opportunità e stili di vita, con l’obiettivo di rendere più vivibili quei luoghi a noi affidati e che con noi si contaminano e cambiano.

Parleremo di cambiamenti, di trasformazioni, di valorizzazione e tutela della memoria, di superamento delle difficoltà esistenti, di disastri naturali dai quali ripartire per ricominciare con un nuovo senso dell’abitare i propri luoghi.

È la storia del Parco Nazionale Monti Sibillini per esempio, tappa di partenza di questa prossima edizione, che dal 25 al 28 aprile merita di tagliare il nastro d’inizio del festival nazionale.

“Restanza per noi è la riscoperta di un nuovo abitare le terre colpite dal sisma. Memorie e tradizioni perdute per strada, comunità aperte e inclusive che si prendono cura l’una dell’altra, messa in discussione dei modelli di sviluppo ostili e calati dall’alto, territorio come bene ma anche come responsabilità comune, centralità e tutela del patrimonio naturalistico, rivendicazione dei servizi negati e perduti. Diritto a partire, restare, tornare, arrivare. Dovere di accogliere e non abbandonare.”

A seguire dal 24 maggio al 9 giugno a Bologna – culla natale di IT.A.CÀ che nella scorsa edizione ha raccolto più di 30.000 visitatori – accoglierà la seconda tappa del festival, riconfermandosi anche quest’anno come polo centrale e snodo nevralgico di scambio e riflessione sulla filosofia che la manifestazione persegue con tenacia da ben due lustri.

IT.A.CÀ in questa XI edizione, riconferma le due caratteristiche peculiari del festival: la diffusione nazionale e la sua natura itinerante che dalla città delle due torri, accompagnerà temi e propositi in altri 13 territori di tutta Italia. Da nord a sud, le altre stazioni di sosta lenta sono attese nei territori di Rimini e le sue Valli, Calabria di Mezzo, Salento, Gran Sasso, Brescia, Ravenna, Trentino, Reggio Emilia, Parma, Pavia,Monferrato, Napoli e Levante Ligure in una staffetta nazionale che avrà come comune denominatore il consenso di centinaia di realtà coinvolte e il tema della restanza e della promozione del territorio, secondo valori di equità e giustizia sociale.

Tra gli obiettivi esclusivi di questa XI edizione ci sarà anche quello di raccogliere e ripulire dalla plastica e dai rifiuti i luoghi toccati dal passaggio del festival. Durante la scoperta di luoghi straordinari, ricchi di natura, cultura e tradizioni, i viaggiatori collaboreranno attivamente nel restituire ai luoghi la loro originaria bellezza, fornendo un esempio virtuoso di turismo responsabile.

Partner del progetto è OWAY (oway.it), azienda impegnata nel trattamenti per capelli, viso e corpo che realizza i suoi cosmetici partendo da coltivazioni biodinamiche, biologiche, equo-solidali.

Utilizzando gli ingredienti più puri, ricchi e concentrati, racchiude le sue formulazioni in flaconi di vetro e tubi di alluminio (materiali 100% riciclabili), evitando i contenitori di plastica, i packaging superflui e i materiali non ecologici. Oway promuove un lifestyle sano e una sostenibilità attiva, concreta e positiva, che si sposa perfettamente con i valori del turismo sostenibile promossi da IT.A.CÀ. 

Dopo un decimo compleanno importante che ha visto anche il riconoscimento di un premio prestigioso per l’eccellenza e l’innovazione nel turismo, ricevuto dall’ Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite (UNWTO), IT.A.CÀ è pronta a salpare per la volta n. 11….

Restate con noi, dunque per le tantissime news che stanno per arrivare!
….consigliamo di iniziare a preparare gli zaini e le scarpe da trekking perchè con la restanza si possono fare viaggi incredibili, pur restando dove si è.

Qui trovate il nostro Comunicato Stampa da scaricare e i materiali, con i contatti del nostro ufficio stampa!

Buon viaggio come sempre 🙂

Blog IT.A.CÀ
Sonia Bregoli
Responsabile comunicazione IT.A.CÀ

Concorso per immagine festival IT.A.CÀ 2019

Concorso illustrazione e fotografia per la creazione della nuova immagine del festival IT.A.CÀ 2019

–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

PROROGA CONCORSO AL 4 FEBBRAIO 2019 

 –––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

REGOLAMENTO 

1. PREMESSA
Premiato dall‘Organizzazione Mondiale del turismo dell’ONU per l‘eccellenza e l’innovazione nel turismo: IT.A.CÀ, IL PRIMO E UNICO FESTIVAL IN ITALIA SUL TURISMO RESPONSABILE, invita a scoprire luoghi e culture attraverso itinerari a piedi e a pedali, workshop, seminari, laboratori, mostre, concerti, documentari, libri e degustazioni per lanciare un’idea di turismo più etico e rispettoso dell’ambiente e di chi ci vive. Un cammino unico in tanti territori diversi, per trasformare l’incoming in becoming. Coniugando la sostenibilità del turismo con il benessere dei cittadini.

Da oltre 10 anni IT.A.CÀ è il miglior compagno di viaggio, anzi tanti compagni in un soggetto collettivo. Creando una sinergia tra centinaia di soggetti sul territorio, IT.A.CÁ è divenuta una piattaforma strategica che coniuga sviluppo del territorio in chiave sostenibile e innovazione sociale e culturale.

Un festival che nasce a Bologna e attraversa oltre 15 territori dal Nord al Sud d’Italia e ne diffonde la creatività e la cultura innovativa a livello nazionale. Una meta a cui tendere, come la cantava il poeta Kavafis, che da oltre 10 anni crea occasioni per vivere l’emozione del viaggio in maniera autentica e incentivare pratiche turistiche più sostenibili.

Il turismo sostenibile gioca infatti un ruolo centrale nei processi e nelle politiche per lo sviluppo dei territori, promuovendo integrazione sociale e inclusione, valorizzando le risorse locali, arricchendo le relazioni tra turisti e cittadini, o tra questi e i diversi attori del territorio.

2. TEMA DEL CONCORSO DA SEGUIRE PER LA REALIZZAZIONE DELLA FOTOGRAFIA E/O ILLUSTRAZIONE > RESTANZA

Restanza – Atto di rinascita e rigenerazione nel cambiamento e condivisione dei luoghi che diventano i siti dove compiere, con gli altri, con i rimasti, con chi torna, con chi arriva, piccole utopie quotidiane di cambiamento.

Esplorare il tema della “Restanza” intesa non come inerzia e passiva rassegnazione, ma come scelta di vita consapevole, presidio attivo del territorio, prendersi cura dei luoghi come beni comuni. Impegno per un cambiamento che parte dalla comunità locale, dalle sue tradizioni e risorse, per uno sviluppo innovativo e sostenibile come nuova modalità di riscoperta e convivialità, di agire responsabile che stimola utopie quotidiane collettive.

Una comunità possibile e auspicabile là dove esisteva quella vecchia; una nuova comunità riorganizzata e inventata tenendo conto di fughe, abbandoni, ritorni e anche di mutate forme di produzione e rapporti sociali. Un incontro, di convivialità, dell’esserci.

Restanza come potenziamento del senso del viaggiare, approdo per quanti arrivano o ritornano: viaggiare e restare, viaggiare e tornare sono pratiche inseparabili che trovano senso l’una nell’altra in una continua dialettica che parla di integrazione, d’incontro, di vite separate e di riconciliazione. Intesa anche come forma di incontro tra il passato e il presente, tra vecchie e nuove generazioni, ma anche tra universi culturali diversi che contribuiscono alla vivacità del luogo.

3. A CHI SI RIVOLGE
Viaggiatori, turisti, migranti, artisti, illustratori, fotografi, studenti e tutti coloro che hanno voglia di raccontare la propria visione della nuova immagine del festival 2018 con una fotografia e/o illustrazione seguendo il tema sopra indicato.

4. MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
La partecipazione al concorso è gratuita, aperta a tutti i fotografi e illustratori amatori o professionisti senza limiti d’età.

Inviare la propria opera (fotografia, illustrazione) in allegato a una e-mail con rispettiva scheda di iscrizione, all’indirizzo: itacacontest@gmail.com

Nominare il file dell’opera con il proprio nome_cognome (Es: ulisse_nessuno.doc).

Qui potete scaricare la scheda d’iscrizione che deve essere inviata obbligatoriamente alla e-mail sopra descritta:

> Formato word < Scheda iscrizione concorso IT.A.CÀ 2019

Qui potete scaricare in versione pdf la scheda del consenso dati e policy privacy  che deve essere scaricata e firmata per presa visione delle nuove normative sulla privacy, e inviata obbligatoriamente alla e-mail sopra indicata:

> Formato pdf > Consenso dati e policy privacy per il concorso

5. DATA SCADENZA CONCORSO
La scadenza ultima per l’invio delle opere è lunedì 4 febbraio 2019

6. CARATTERISTICHE DELLE OPERE CHE VERRANNO VALUTATE

Fotografia
Dimensioni dell’immagine: 1920×1280 pixel
Formato del file: jpg
N.B. Agli autori selezionati verrà richiesta un’immagine a risoluzione maggiore, adatta per la stampa (300 dpi, lato lungo 40 cm)

Illustrazione
Dimensioni dell’immagine: 1920×1280 pixel
Formato del file: jpg
N.B. Gli autori possono concorrere anche per più di una sezione, sottoponendo però non più di un’opera per tipo.

L’utilizzo delle opere è limitato alla riproduzione delle stesse, complete di credits, della comunicazione web e cartacea, no – profit, finalizzata esclusivamente alla promozione del festival IT.A.CÁ nelle differenti tappe italiane.

7. GIURIA
La giuria è composta dai coordinatori delle singole città dove si svolgono le tappe del festival IT.A.CÁ e selezionerà l’opera che rappresenterà l’immagine 2018. I giudizi espressi dalla giuria si baseranno sui seguenti parametri:

· creatività
· originalità
· aderenza al tema [“Restanza”

Il giudizio della giuria è insindacabile.

8. PREMIO
Un fine settimana tutto spesato (viaggio e alloggio) in una delle tappe del festival, oltre alla promozione nazionale (con credits annessi/obbligatori del vincitore) dell’opera stessa all’interno della piattaforma di IT.A.CÁ per quanto riguarda la grafica del festival 2018 (sito, prodotti per la promozione sui social network, stampa, cartoline, programmi, locandine, cartelloni, flayer, banner, immagine per conferenza stampa, articoli on-line e cartacei).

L’invio delle opere implica l’autorizzazione non in esclusiva agli organizzatori del festival di diffondere e mettere a disposizione del pubblico – attraverso il proprio sito internet e con ogni altro mezzo o forma conosciuta le immagini/illustrazioni e informazioni riguardanti le opere in concorso con credits dell’autore.

9. PRIVACY
La partecipazione al festival implica l’aver letto e dunque implicitamente approvato quanto riportato dall’organizzazione nelle informazioni relative al trattamento dei dati personali indicate nella sezione modalità di partecipazione

10. RESPONSABILITÀ DELL’AUTORE E FACOLTÀ DI ESCLUSIONE
Ogni partecipante è responsabile del materiale da lui presentato al concorso. Pertanto si impegna ad escludere ogni responsabilità degli organizzatori del suddetto nei confronti di terzi, anche nei confronti di eventuali soggetti raffigurati nelle fotografie. Il concorrente dovrà informare gli eventuali interessati (persone ritratte) nei casi e nei modi previsti dal D. Lg. 30 giugno 2003 n. 196, nonché procurarsi il consenso alla diffusione degli stessi. In nessun caso le immagini inviate potranno contenere dati qualificabili come sensibili. Ogni partecipante dichiara inoltre di essere unico autore delle immagini inviate e che esse sono originali, inedite e non in corso di pubblicazione, che non ledono diritti di terzi e che qualora ritraggano soggetti per i quali è necessario il consenso o l’autorizzazione egli l’abbia ottenuto.

Gli organizzatori si riservano, inoltre, di escludere dal concorso e non pubblicare le foto non conformi nella forma e nel soggetto a quanto indicato nel presente bando oppure alle regole comunemente riconosciute in materia di pubblica moralità, etica e decenza, a tutela dei partecipanti e dei visitatori. Non saranno perciò ammesse le immagini ritenute offensive, improprie e lesive dei diritti umani e sociali.

11. DIRITTI D’AUTORE E UTILIZZO DEL MATERIALE IN CONCORSO
I diritti sulle opere rimangono di proprietà esclusiva dell’autore che le ha prodotte, il quale ne autorizza l’utilizzo per eventi o pubblicazioni connesse al concorso stesso e per attività relative alle finalità istituzionali o promozionali del festival IT.A.CÁ comunque senza la finalità di lucro. Ogni autore è personalmente responsabile delle opere presentate, salvo espresso divieto scritto si autorizza l’organizzazione alla riproduzione su catalogo, pubblicazioni, cd e su internet senza finalità di lucro e con citazione del nome dell’autore. Ad ogni loro utilizzo le foto saranno accompagnate dal nome dell’autore. Il materiale inviato non sarà restituito.

-––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

Illustrazione in alto è la vincitrice del concorso 2018
Eliana Albertini 
sito > elianalbertini.tumblr
Intervista nel blog IT.A.CÀ