La comunità LGBTQI+ bolognese | Intervista a VALERIA ROBERTI

Cari amici viaggiatori e amiche viaggiatrici, oggi vogliamo prepararci insieme all’emozionante itinerario in bici BO-LGBT STORY dedicato alla storia della comunità LGBT bolognese, che ci porterà a pedalare attraverso tutta la città venerdì 2 luglio alle ore 17:00. Per farlo al meglio abbiamo incontrato Valeria Roberti, Coordinatrice del Centro Risorse LGBTI di Bologna, formatrice e facilitatrice, ma soprattutto attivista sempre in prima linea per la creazione di reti di collaborazione e la promozione dell’approccio del Diversity Management. Come si legge nel suo profilo LinkedIn, infatti, Valeria ha una lunga esperienza nel settore a livello sia volontario che professionale.

Itacà | Valeria Roberti | Foto corpo testo

Valeria Roberti

Da molti anni sei attivista LGBT e Coordinatrice del Centro Risorse LGBTI. Ci racconti brevemente la storia del Centro e quali sono le sue attività principali?

Il Centro Risorse LGBTI è nato nel 2012 con lo scopo di supportare il movimento LGBTQI+ italiano; in particolare si occupa di fare ricerca, formazione, attività di advocacy, di promuovere reti e relazioni.

Quest’anno siete partner del Festival IT.A.CÀ Bologna, insieme ad altre realtà impegnate nell’attivismo LGBTI: puoi parlarci di come è nata la collaborazione con il Festival e di come si concretizzerà?

La collaborazione con il Festival è frutto di percorsi realizzati nelle precedenti edizioni su altri temi, ma la disponibilità a sviluppare un itinerario sulla storia LGBTQI+ della città era già presente da ambo le parti. Qualche mese fa è quindi iniziato un dialogo con diverse realtà cittadine per trovare modi nuovi di dare visibilità alla storia e alle storie della comunità LGBTQI+ bolognese.

Itacà | Bologna 2021 | LGBT

Comunità LGBTQI+ bolognese

Da sempre IT.A.CÀ ha a cuore i temi del viaggio sostenibile e responsabile, della cittadinanza globale, dell’accessibilità inclusiva: come si intrecciano queste tematiche con l’attivismo LGBTI?

Credo che le soggettività LGBTQI+ cerchino sempre destinazioni in grado di accogliere e includere. Questo approccio è molto vicino, pur non essendo coincidente, con l’idea dell’accessibilità inclusiva e della cittadinanza globale. Quanto invece alla sostenibilità, credo che sia un tema talmente trasversale che nessuna persona può dirsi disinteressata.

La sostenibilità e l’accessibilità rappresentano appunto i due pilastri del Festival: cosa significano queste due parole per te, nella tua esperienza professionale e personale?

Per me sono concetti fondamentali, che vanno a braccetto con rispetto, supporto e collaborazione. Al giorno d’oggi capita troppo spesso che le categorie sociali “diverse” diventino target di campagne di marketing – cosa che ritengo lontanissima dai concetti sopra citati. Certo, usare la parola Pride nel mese di giugno è un buon segnale, ma non basta: abbiamo bisogno di gesti concreti per un mondo davvero migliore e questo non può che avvenire con un approccio trasversale, intersezionale, umano.

Itacà | Bologna 2021 | Foto corpo testo

Manifestazione a Piazza Maggiore

Un’ultima domanda: a cosa ti fa pensare il “diritto di respirare”, tema dell’edizione del Festival di quest’anno?

Respirare è alla base di ogni essere vivente, è un diritto fondamentale. Vedersi negati i diritti è doloroso, a volte violento, e la comunità LGBTQI+ ne fa esperienza anche troppo frequentemente. Perciò il diritto di respirare, di essere ed esprimere liberamente chi si è, di fare i propri passi nel mondo, è ciò che deve guidarci ogni giorno.

Ringraziamo Valeria per il suo incisivo contributo e vi aspettiamo insieme all’itinerario del 2 luglio, che ci porterà a scoprire l’identità di Bologna attraverso l’identità dei luoghi, delle persone e delle vicende legate alla storia della comunità LGBT. Sarà una pedalata attraverso spazi, monumenti, edifici, negozi, associazioni, racconti e biografie che da sempre tutelano l’ossigeno libertario e la biodiversità della città. L’itinerario è ancora più inclusivo grazie alla possibilità di partecipare con le Special Bike accessibili di Remoove!

Itacà | Bologna 2021 | LGBT

Itinerario evento 2 luglio | Bologna 2021

Non dimenticate di iscrivervi compilando questo FORM. A presto! 😊

Blog IT.A.CÀ
Maria Chiara Cantelmo
Tirocinio A.I.T.R

Maria Chiara Cantelmo in foto tappa itaca bologna

Maria Chiara Cantelmo

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


YODA APS
Via della Salita 31, 40138 – Bologna (BO)
info@gruppoyoda.orgwww.gruppoyoda.org
C.F. 91161380372 – P. IVA 03267091209

Privacy Policy

Prodotto originale frutto delle menti felici e creative di Happy Minds Agency