IT.A.CÀ Padova e dintorni si racconta a conclusione della tappa 2020

Quasi un mese di eventi in presenza realizzati dal 28 agosto al 25 settembre, soprattutto durante i weekend e un seminario online come data off il 23 giugno. La terza edizione padovana e dintorni del festival di IT.A.CÀ è stata organizzata da COSPE Onlus all’interno del progetto biennale PADOVA per TUTTI – laboratori, formazione, concorsi, eventi per la città accessibile” sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando Culturalmente 2017.

Il festival ha ottenuto il patrocinio del Comune di Padova ed è stato realizzato grazie alla collaborazione di Vite in viaggio, Città di
Vigonza, Borgo di Vigonza, Giardini dell’arena, Rete eventi Provincia e la partecipazione di oltre trenta realtà locali tra enti pubblici, associazioni e aziende del territorio.

Il programma – una trentina di eventi – è stato ricco e articolato: itinerari a piedi, in bicicletta, in tandem, in barca, prove esperienziali aperte, aperitivi e racconti di viaggi, performances artistiche, laboratori, concerti, visite guidate, presentazioni di libri, una mostra fotografica. Tutto questo per scoprire e riflettere su un turismo più etico, inclusivo, accessibile e rispettoso dell’ambiente e di chi ci vive.

Valore aggiunto dell’intera manifestazione è stata la condivisione delle differenti proposte e delle inedite contaminazioni che il festival, per sua stessa natura di iniziativa “dal basso”, ha consentito di creare”- ha commentato Sara Miotto (COSPE Onlus). “Abbiamo voluto interpretare il tema di IT.A.CÀ 2020, la biodiversità, in termini di accessibilità perché pensiamo che uno sviluppo del territorio sostenibile debba essere necessariamente anche accessibile. In questa edizione del Festival ” – continua – “molti eventi in particolare sono stati realizzati e apprezzati per essere accessibili a tutti e tutte”.

Nonostante le restrizioni per contrastare l’epidemia di Covid-19 e le condizioni metereologiche sfavorevoli durante il primo weekend del festival, la manifestazione è stata un successo, partecipata da circa 3500 persone: sold out in tutti gli eventi a prenotazione obbligatoria con più di 1800 presenze (circa 800 durante la giornata di eventi “Esperienze e incontri su accessibilità e inclusione” che si è tenuta il 5 settembre presso i Giardini dell’Arena) e circa 1600 partecipanti al seminario online del 23 giugno che potete rivedere qui [Come far sentire a casa un turista con disabilità, o meglio, come accogliere un turista con disabilità senza sentirsi in imbarazzo!]. 

Desideriamo quindi ringraziare il pubblico che ci ha seguito e tutte le realtà con cui abbiamo collaborato e che hanno contribuito all’ottima riuscita della manifestazione.

Un sentito grazie a: Comune di Padova, ANFFAS Vigonza, Associazione Senti Chi Parla, Associazione Università Aperta Vigontina, Associazione Vite in Viaggio, Azienda agricola Reassi, Azienda agricola Terre Prossime, BeccoGiallo, Ca’ Sana, Cooperativa Sociale Polis Nova/Gruppo Spettacoliamo, CSV Padova, Dire Fare Fantasticare, Festival della lentezza, FIAB Padova, Gemma Paganelli, Gian Jean Cerioni, Il Telaio cafè, Antonio Irre, La Skarrozzata, Legambiente Padova, Libreria Pangea, Libreria Pel di Carota, Mami gelato al volo, Marga pura, Marta Telatin, Massimago wine tower, Rari Nantes Patavium 1905, TAM teatro musica, Teatro invisibile, Unione Italiana Dei Ciechi E Degli Ipovedenti (UICI)-Padova, Viaggiare Curiosi, Vittorio Riondato.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

YODA APS
Via della Salita 31, 40138 – Bologna (BO)
info@gruppoyoda.orgwww.gruppoyoda.org
C.F. 91161380372 – P. IVA 03267091209

Privacy Policy

Prodotto originale frutto delle menti felici e creative di Happy Minds Agency