‘ndar | Piccolo festival dell’ andar per luoghi e storie | 4 – 5 giugno 2020

‘ndar – Piccolo festival dell’andar per luoghi e storie è la prima edizione della manifestazione culturale che libreria di viaggio Pangea, in collaborazione con il progetto PADOVA per TUTTI di cui è partner, dedica al rapporto tra l’uomo e il territorio.

Due giorni di incontri, reading, documentari, presentazioni di libri, mostre fotografiche per approfondire o uomo – territorio, con attenzione ad un approccio rispettoso dei tempi e della sostenibilità ambientale.

La zona interessata da questa edizione del festival è l’Appennino, in particolare quello tosco-romagnolo camminato dal poeta Dino Campana, attraversato dalla linea gotica, spopolato dall’esodo del dopoguerra.

Il Festival sarà fruibile online in diretta dalle pagine FB di PADOVA per TUTTI, Pangea Libreria,  e dal canale youtube Pangea.

Ed. #1 Per i monti orfici di Dino Campana

PROGRAMMA 

Giovedì 4 giugno – ore 17:00

Mostra fotografica Per i Monti Orfici di Giandomenico Tono
Presentazione con Paolo Mazzo, fotografo

Diretta FB PADOVA per TUTTI e youtube Pangea con sottotitoli

“Camminando per i boschi e i torrenti e i monti di questa parte di Appennino, a cavallo tra Toscana e Romagna, mi venne voglia di leggere Dino Campana, uomo che questi boschi e questi monti raccontò in poesia. Realizzai queste foto con una fotocamera giocattolo, una Holga 120, con lenti di plastica che danno una definizione abbastanza vaga, appunto evocativa.” (GT)

Giovedì 4 giugno – ore 18:00

Presentazione del libro L’aria ride – in cammino per i boschi di Sibilla e Dino, di Paolo Ciampi ed Elisabetta Mari edizioni Aska

Elisabetta Mari

Diretta FB PADOVA per TUTTI e youtube Pangea con sottotitoli

Paolo Ciampi racconta un suo viaggio a piedi tra Il Barco e Marradi, inseguendo la vita e la poesia di Dino Campana, cercando di vedere i monti dell’Appennino con i suoi occhi, cercando di riflettere anche sulle connessione che esistono tra il cammino e la poesia. Elisabetta Mari racconta storie e leggende di Casetta di Tiara. Il libro si completa con alcune pagine di informazione sul cammino, sui trasporti e i posti tappa, sui libri da portarsi dietro… Un libro sulla bellezza dei monti e delle parole.

Info libro 

Venerdì 5 giugno – ore 18

Incontro sullo sviluppo sostenibile, il binomio natura/cultura in montagna e il camminare per luoghi e storie

  • Mauro Varotto, Università di Padova, Museo di geografia
  • Paolo Ciampi, giornalista e scrittore
  • Massimo Cirri, conduttore radiofonico e autore teatrale
  • Matteo Brusa, Fondazione per lo Sport Silvia Rinaldi ONLUS

Diretta FB PADOVA per TUTTI e youtube Pangea con traduzione in lingua dei segni

Nell’affrontare zone di montagna che hanno subito lo spopolamento del dopoguerra ma non si sono ancora trasformate in luoghi di turismo di massa sconvolgendone il paesaggio e la loro natura, abbiamo la possibilità di lavorare sul binomio inscindibile natura/cultura, fondamentale per cercare uno sviluppo sostenibile, rispettoso dei luoghi e della loro storia, interessato alla cultura della zona, al sapere legato a quell’ambiente (etnobotanica, storia, utilizzo dei materiali locali ecc.) che quindi possa sì portare un miglioramento economico necessario ma senza uno stravolgimento e sia anche un modo per conservare e tramandare la storia e la cultura materiale dei luoghi, con una attenzione all’accessibilità e all’inclusione.

Venerdì 5 giugno – ore 19:00

Narrazione “L’aria ride. Storie di vita sugli Appennini” con Elisabetta Mari, voce recitante e Pamela Larese, fisarmonica e canto montaggio di Federico Coppola
Il reading narra la vita di due persone dai destini simili che quasi si sfiorarono sui monti Appennini, in un piccolo paese di montagna dove entrambi vissero: il poeta Dino Campana, che tanto amò quei luoghi e forse trovò i momenti più felici d’amore con Sibilla Aleramo, e Primo Vanni, considerato matto dal villaggio, che lasciò le sue memorie scritte su quaderni durante trent’anni trascorsi nel manicomio di Imola.

4 – 5 – 6 giugno

Proiezione del documentario La regina di Casetta di Francesco Dei
Gregoria è l’unica ragazzina che vive a Casetta di Tiara, un paesino sperduto sull’Appennino tosco-romagnolo, con solo 10 abitanti. La storia racconta un anno passato con lei in questa sperduta parte dell’Appennino, dove echeggiano i versi di Dino Campana che proprio lì soggiornò frequentemente. Il passaggio delle stagioni, i riti naturali, la raccolta delle castagne, la caccia al cinghiale, la neve d’inverno accompagnano le giornate di Gregoria, quelle dei suoi genitori e dei compaesani. Info doc

Una storia toccante e attuale sul destino delle aree interne italiane, Premio Miglior Film Italiano al Festival dei Popoli 2018, Premio Speciale Dolomiti Patrimonio Mondiale Unesco al Trento Film Festival, Genziana d’Oro Miglior Film, Trento Film Festival 2019.

Vuoi vedere La regina di Casetta di Francesco Fei GRATIS? (100 biglietti disponibili)

  • Vai alla scheda de La regina di Casetta sul sito di CG Entertainment a questo LINK

Tutti i contenuti del festival ‘ndar saranno visibili a partire dall’orario indicato nel programma:

–  pagina FB libreria pangea
pagina FB PADOVA per TUTTI, 

* Il Festival ‘ndar nella sua formulazione originale aveva previsto anche un’escursione di 2 giorni e 1 notte al Rifugio I Diacci ed escursione nella valle del torrente Rovigo, lungo i sentieri della linea gotica e di Dino Campana, nell’Appennino toscoromagnolo, con partenza da Padova. L’escursione sarà proposta appena le condizioni sanitarie lo permetteranno.

Scarica il programma > Brochure digitale ‘ndar_def

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ASSOCIAZIONE YODA
Via Pietralata 73, 40122 – Bologna (BO)
info@gruppoyoda.orgwww.gruppoyoda.org
C.F. 91161380372 – P. IVA 03267091209

Privacy Policy

Prodotto originale frutto delle menti felici e creative di Happy Minds Agency