La Fabula e l’ARBICIOLÙ | Contest de La confraternita degli Stolti

La Confraternita degli Stolti (oltre a essere la realtà che coordina la rete della tappa del Monferrato), è un’Associazione Culturale che senza fretta, ha il desiderio di aprirsi per abbandonare ogni gravità, creando progetti, opportunità, incontri, dibattiti e occasioni per riflettere, crescere e condividere.

La Confraternita degli Stolti è un “gioco di pazienza”, un modo irriverente per caratterizzare persone originali, laboriose, dinamiche e genuine; persone con un’idea, in cui si intrecciano caratteristiche, esperienze e saperi da mettere insieme con pragmatismo.
Vogliamo raccontarvi una storia fatta di storie.

Uno storytelling attraverso il quale si vuole rendere omaggio ai luoghi e alle persone che hanno fatto della loro passione una filosofia di vita, uomini e donne dalle straordinarie capacità di cambiare le prospettive per vedere le cose da un nuovo punto di vista. Dunque, mettetevi comodi, proprio qui, in Monferrato!

Per contrastare le incertezza e le difficoltà di questo tempo sospeso, realizzeremo “otto documentari” immaginando con i piedi per terra di andare in un posto dove c’è il sindaco, il trifolau, la maestra del paese, l’artista, un viaggiatore e i custodi della terra. Potete anche non fare niente, se non emozionarvi.

Una miscela di promozione territoriale, formazione/didattica e racconto.

la Fabula e l’Arbiciolù, è il racconto che si intreccia con una meravigliosa espressione dialettale che indica un individuo particolarmente ardito, vivace, intraprendente, con la voglia di “sconfinare”, ciò che necessita proprio qui e adesso. La Fabula e l’Arbiciolù titolo scelto per presentare gli otto cortometraggi dove poter scoprire luoghi e culture attraverso modalità inconsuete, improvvisazioni, dialoghi dove comunque poter vivere l’emozione del viaggio in maniera unica e responsabile.

Clicca QUI per scaricare e leggere tutto il progetto.

Tutto è semplice e molto misurato, scelto con attenzione.

Un “cantiere” di iniziative e tematiche che abbracciano i valori della Bio-diversità, dell’Ambiente, dei Sensi, della Responsabilità, dei Sapori, dell’Arte, da mettere in fila con una nuova forma di riflessione, sperimentazione e progettualità, e per restituire al territorio nuove consapevolezze.
Sarà la nostra IT.A.CÀ qui, in Monferrato, evento inserito all’interno della rassegna “IT.A.CÀ migranti e viaggiatori: festival del turismo responsabile”, che in Italia si occupa di turismo responsabile, innovazione turistica e cultura, “contenitore” di esperienze, qualità, condivisione, limiti, buoni risultati e aggregazione.

In attesa di ritrovare il tempo, del buon tempo e, non solo!

Impegno, empatia, bene comune, diritti e doveri universali in un tempo complesso ma anche ricco di fermento e di occasioni per un cambiamento, non semplice, forse utopico, sicuramente necessario, che deve inevitabilmente partire e avere centro e motore in ogni singola persona. Dunque, qual è il vero significato di un impegno? Una promessa, la passione, un vento che scompiglia e l’aria di casa che si ricombina a cui rivolgere lo sguardo con disobbedienza, creatività, ottimismo e avventatezza.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ASSOCIAZIONE YODA
Via Pietralata 73, 40122 – Bologna (BO)
info@gruppoyoda.orgwww.gruppoyoda.org
C.F. 91161380372 – P. IVA 03267091209

Privacy Policy

Prodotto originale frutto delle menti felici e creative di Happy Minds Agency