Là sui monti con Joëlette

Qualche giorno fa parlando con un amico che come me ha la passione per l’escursionismo ed in generale per le passeggiate in mezzo alla natura, sono venuta a conoscenza dell’esistenza di un oggetto geniale. Si tratta della joëlette, una speciale carrozzella da fuori-strada, che consente anche ai disabili non deambulanti, cui la montagna dal vivo è normalmente preclusa, di partecipare alle escursioni.

Anche il mio amico ne era venuto a conoscenza da poco. Aveva infatti deciso di passare le sue vacanze estive percorrendo una tratta del Cammino di Santiago de Compostela, ed uno dei membri del gruppo si era rotto una gamba. Avendo già organizzato tutto e pagato buona parte delle spese di viaggio si sono tutti attivati per trovare una soluzione a questo inconveniente. La ricerca non ha dato subito risultati, ma navigando un po’ su internet si sono imbattuti in questa strana portantina, che permette a qualsiasi persona a mobilità ridotta, di praticare escursioni con l’aiuto di due accompagnatori.
Appena me ne ha parlato ho subito pensato che avrei dovuto scriverne un post per il Blog di IT.A.CÀ, anche se non amo molto fare pubblicità agli oggetti, ma questa volta si tratta di un caso particolare e che non deve passare inosservato!

La carrozzella, con una sola ruota, è di solito condotta da due accompagnatori mediante appositi bracci anteriori e posteriori. Dotata di sospensioni e freno, è in acciaio leggero con un regolatore di inclinazione e consente il trasporto di una persona anche nei sentieri più stretti e impervi. Per la conduzione della joelette occorre un “equipaggio” minimo di due persone, ma una terza ed una quarta persona si devono affiancare, sia in salita che in discesa, per aiutare a superare eventuali ostacoli, contribuendo a trainare la carrozzella, mediante una fune.

La carrozzina prende il nome dal suo inventore, l’alpinista francese, Joël Claudel, che ideò tale mezzo di trasporto per continuare a portare in montagna il nipote colpito da una miopatia. La joëlette è utilizzata in Francia già da diversi anni, dove l’attività dell’escursionismo condiviso con disabili è abbastanza diffusa. In Italia non è ancora molto conosciuta, anche se si sta, piano piano, diffondendo. Sta suscitando curiosità, infatti, oltre che sulle Alpi, anche in molte zone dell’Appennino, ed alcune Riserve Naturali del centro Italia si sono dotate di alcuni mezzi.

Per chi fosse interessato riporto qui di seguito alcuni link ad associazioni che dispongono di una o più joëlette:
www.camminopossibile.it
www.tiaiutoio.org/joelette.html
www.parcopan.org/it/visita/parco-accessibile/la-joelette-p160

Per chi volesse invece acquistarne una qui di seguito il link alla ditta che la vende.
www.ferriol-matrat.com/it/sport-tempo-libero-adattato/escurionismo/la-joelette-carrozzella-da-fuori-strada

Le informazioni di massima ve le ho date, ora non resta che partire per nuove avventure anche con gli amici e i parenti con difficoltà motorie, che così non dovranno più rinunciare a gite nella natura, e potranno provare l’insolita e intensa esperienza che li porterà per la prima volta su una “vera” montagna, condividendo tutte le emozioni con voi.

Redazione Blog IT.A.CÀ
Alice Morotti

2 commenti
  1. alessandra
    alessandra dice:

    Blog fatto davvero bene. Se posso permettermi di dare un piccolo consiglio, cercherei di implementare meglio la funzionalità dei feed RSS, dato che per quanto mi riguarda sono una consistente fonte di traffico. Ancora complimenti per il sito.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *